‘Domenica Live’ dedicata a Parigi: Paolo Romani contro Barbara D’Urso

'Vogliono toglierle la patente di agibilità televisiva'

da , il

    Domenica Live dedica la puntata ai fatti di Parigi e Paolo Romani si scaglia contro Barbara D’Urso. Il politico di Forza Italia, infatti, ha espresso su Twitter il suo giudizio sulla conduttrice. ‘D’Urso sei inadeguata e insopportabile’, ha detto, invitando la presentatrice Mediaset ad occuparsi soltanto di pettegolezzi e non di problemi seri. Inutile dire che è scoppiata la polemica, che Barbara D’Urso per ora non ha replicato e che al momento c’è chi l’ha fatto per lei. Politici compresi.

    Il tweet di Paolo Romani contro Barbara D’Urso. Domenica 15 novembre 2015 va in onda una puntata speciale di Domenica Live dedicata agli attentati di Parigi. La trasmissione chiude prima, intorno alle 17.00 perché ‘non ce la sentiamo di cantare’, fa sapere D’Urso. Tra gli ospiti della trasmissione ci sono anche Vittorio Sgarbi, Matteo Salvini e, sul finale, l’intervista al ministro dell’Interno Angelino Alfano.

    Il modo con cui Barbara D’Urso e i suoi ospiti hanno declinato il racconto televisivo degli attentati di Parigi non dev’essere per niente piaciuto al senatore di Forza Italia tanto che su Twitter ha sbottato:

    D’Urso sei inadeguata e insopportabile. Occupati di amori, canti, balli e pettegolezzi, non di problemi seri. Dov’è il direttore di Canale5?’. Dunque sui social si dà vita ad una polemica che non sembra per nulla destinata a sparire.

    I politici che difendono Barbara D’Urso. Come spesso accade quando riceve delle critiche sferzanti, la conduttrice almeno per il momento non ha replicato. Per lei, però, lo hanno fatto alcuni politici: Daniela Santanché di Forza Italia, Gianfranco Librandi di Scelta Civica e Matteo Salvini della Lega. La pitonessa fa sapere che ‘#iostoconbarbaradurso’, mentre Librandi commenta parlando di ‘tweet stalinisti’ e, ancora, il leader del Carroccio, per il quale è ‘triste che la politica si occupi di attaccare conduttori televisivi’.

    Le parole del direttore di VideoNews Claudio Brachino. Evidentemente, la rete ha pensato di affidare la copertura dei fatti di Parigi a Pomeriggio 5 e Domenica Live con due speciali in onda su Canale 5 a poche ore di distanza. Una scelta che sta facendo discutere non poco, una polemica che rimbalza in Rete e non si ferma.

    Polemica che tenta di arginare non il direttore di Canale 5 Giancarlo Scheri, il cui intervento viene auspicato da Paolo Romani, ma quello di Videonews Claudio Brachino, che al Corsera ha commentato:

    Non concordo con alcune opinioni espresse da D’Urso che appartengono alla sua libertà espressiva, ma non coincidono con la linea editoriale e politica con la testata che dirigo. Non sono neanche d’accordo con quelli che, con giudizio tribale e immediato, vogliono togliere alla D’Urso la patente di agibilità, quella televisiva. La patente – ha concluso Brachino – la rilascia sempre e solo l’editore’.