Scoppia il caso Le Iene-Marquez: aggressione, denuncia e contro-denuncia

da , il

    Scoppia in queste ore il caso Iene-Marquez. Una presunta aggressione ai danni degli inviati del programma d’Italia1 Stefano Corti e Alessandro Omnis; poi l’arrivo della denuncia-smentita del motociclista spagnolo, che dà una versione alternativa di quanto successo; infine la contro-denuncia de Le Iene, pronte anche loro ad adire le vie legali contro il campione sportivo. Al momento, l’attenzione è puntata anche su alcuni video. Il programma annuncia infatti di trasmettere le immagini incriminate, nel corso della puntata settimanale de Le Iene, in onda su Italia1 lunedì 2 novembre 2015.

    Marquez aggredisce Le Iene. E’ questa la versione fornita dagli inviati Stefano Corti e Alessandro Omnis, in Spagna per consegnare una sorta di premio dopo le vicende tra il motociclista e Valentino Rossi. Tutto inizia alle 12.34 di venerdì 30 ottobre 2015, quando Le Iene pubblicano su Facebook la denuncia di un’aggressione ai danni dei due inviati d’Italia1. ‘Siamo arrivati nei pressi dell’abitazione dei genitori del pilota – così recita la nota diffusa online – dove abbiamo incontrato Marc Marquez, suo padre, suo fratello e un loro amico. Quando abbiamo provato a consegnare la nostra coppa siamo stati aggrediti e nella colluttazione hanno rotto la telecamera e sottratto le schede video. Probabilmente – continua la nota – volevano una coppia più grossa’. Mediaset, inoltre, riporta che i due inviati sono finiti in ospedale per via di alcune lesioni riportate.

    Marquez denuncia Le Iene. Sempre nella giornata di venerdì 30 ottobre 2015, è la stampa spagnola a riportare una versione alternativa dei fatti. Secondo il quotidiano Marca, che cita fonti di polizia, Marquez sarebbe stato ‘spintonato e insultato nella sua abitazione’ fino a riportare un ‘graffio sul collo’ durante la lite con gli inviati de Le Iene. Secondo la ricostruzione, Marquez avrebbe rifiutato di farsi intervistare, invitando successivamente gli inviati del programma tv italiano ad uscire dalla propria abitazione. I due giornalisti lo avrebbero però ‘afferrato per un braccio oltre che tenerlo per il collo’.

    Il comunicato di Marquez. Dopo le prime ricostruzioni, arriva quindi la versione ufficiale di Marc Marquez, diffusa dal rappresentante del pilota, Emilio Alzamora. ‘Un gruppo di persone – si spiega nella nota – si è presentato davanti alla casa del pilota e ha rivolto una serie di insulti, con determinate azioni umilianti e ridicole verso il pilota e arrivando anche a spingere e aggredire i suoi parenti più stretti. Data la gravità dell’azione, questi atti sono stati denunciati e seguiranno il normale svolgimento di un procedimento penale nei confronti di tali persone’.

    La contro-denuncia de Le Iene. E’ invece sabato 31 ottobre 2015, quando arriva la notizia che presto tutta la vicenda finirà in Tribunale. Aggressioni, lesioni, calunnia e rapina. Con queste accuse, diffuse da Le Iene in un secondo comunicato ufficiale, il programma annuncia di voler adire le via legali contro Marc Marquez e i familiari del motociclista.

    I video con le immagini dell’aggressione. Sempre nella nota diffusa sabato, il programma annuncia l’esistenza di due video che mostrerebbero quanto accaduto; uno di proprietà de Le Iene, l’altro nelle mani di un familiare di Marquez. Nel primo caso, spiegano Le Iene, ‘gli assalitori hanno rotto la telecamera e si sono impossessati delle schede video con le immagini che mostreremmo se ci venissero riconsegnate’. Nel secondo, invece, il filmatoè nelle mani di Marquez: sua madre ha registrato tutto l’accaduto con un cellulare. Se volesse – questo l’invito del programma tv – potrebbe rendere pubblico il video’. Altro materiale, annunciano infine da Mediaset, verrà mostrato lunedì sera a Le Iene, a partire dalle ore 21.10 su Italia1.