I guadagni delle star decedute, la classifica: Michael Jackson al primo posto

Michael Jackson è il trionfatore della classifica Forbes sui guadagni 2014-2015 delle star decedute: secondo posto per Elvis Presley, terzo Charles Schultz

da , il

    Michael Jackson è il trionfatore della classifica Forbes sui guadagni 2014-2015 delle star morte. Personaggi scomparsi da tempo ma ancora amati dal grande pubblico, che continua a comprare le loro opere – cd, libri, film, eventuali – e ad arricchire gli eredi. Il defunto Re del Pop si conferma al vertice della classifica con la colossale e astronomica cifra di 115 milioni di dollari di guadagno, tanto più impressionante se di pensa che se il cantante, a sei anni dalla morte, ha guadagnato quasi tanto quanto in trent’anni di carriera. Il magazine americano calcola i guadagni senza comprendere le tasse da pagare, nel periodo che va dal primo ottobre 2014 al primo ottobre 2015.

    Quali sono i guadagni delle star decedute? Se la domanda vi è balzata alla mente, ecco la risposta di Forbes per il 2015: detto di Michael Jackson (che guadagna 115 milioni di dollari grazie a due show del Cirque du Soleil, diritti musicali vari e vendita delle sue opere), la seconda posizione è ad un altro cantante celeberrimo, Elvis Presley, che da morto (il decesso è avvenuto nel 1977) guadagna ‘solo’ 55 milioni di dollari. Terzo posto per un autore amatissimo, Charles Schulz dei Peanuts, morto nel 2000: i fumetti di Charlie Brown, Snoopy e company ha guadagnato 40 milioni di dollari e la sua fortuna potrebbe aumentare grazie agli introiti del film.

    Bob Marley, deceduto nel 1981, si piazza al quarto posto della classifica sui guadagni 2015 delle star decedute con 21 milioni di dollari ottenuti grazie alla Marley Beverage, alla House of Marley e ovviamente agli album venduti. Non manca ovviamente il cinema: Elizabeth Taylor è scomparsa nel 2011, ovviamente non fa più film ma grazie alla sua linea di profumi incassa ogni anno 20 milioni di dollari, tre in più rispetto a Marilyn Monroe (data di morte, 1962) i cui diritti di immagine si sono tramutati in una linea di abbigliamento e una di lingerie.

    Ritorno alla musica per la settima posizione della classifica dei guadagni delle star decedute: John Lennon, ucciso nel 1980, guadagna 12 milioni di dollari grazie agli album dei Beatles e allo show Love! a Las Vegas; non ci saremmo mai aspettati di trovare uno scienziato tra le star, ma se si parla di Albert Einstein, scomparso nel 1955, non possiamo non dire che si piazza all’ottavo posto di questa classifica con 10 milioni di dollari, dovuti ai gadget con la sua faccia e al tablet con la sua immagine messo in vendita dalla compagnia israeliana Fourier Systems.

    I guadagni milioni di dollari/euro delle star decedute: la classifica completa del 2015

    1. Michael Jackson: 115 milioni di dollari (104 milioni di euro)

    2. Elvis Presley: 55 milioni di dollari (50 milioni di euro)

    3. Charles Schulz: 40 milioni di dollari (36 milioni di euro)

    4. Bob Marley: 21 milioni di dollari (19 milioni di euro)

    5. Elizabeth Taylor: 20 milioni di dollari (18 milioni di euro)

    6. Marilyn Monroe: 17 milioni di dollari (15 milioni di euro)

    7. John Lennon: 12 milioni di dollari (11 milioni di euro)

    8. Albert Einstein: 11 milioni di dollari (10 milioni di euro)

    9. Paul Walker: 10.5 milioni di dollari (9.5 milioni di euro)

    10. Bettie Page: 10 milioni di dollari (9 milioni di euro)

    11. Theodor Geisel: 9.5 milioni di dollari (8.6 milioni di euro)

    12. Steve McQueen: 9 milioni di dollari (8 milioni di euro)

    13. James Dean: 8.5 milioni di dollari (7.7 milioni di euro)