‘Shining’: l’hotel che ispirò il film di Stanley Kubrick diventa un museo horror

da , il

    Buone notizie per tutti i cinefili, l’hotel che ispirò il film ‘Shining’ di Stanley Kubrick diventerà un museo horror e un centro di produzione cinematografica. Nell’Estes Park in Colorado si trova lo Stanley Hotel, una struttura magnifica e opulenta che fece germogliare nella fantasia di Stephen King l’ambientazione perfetta per il suo ‘Shining’ letterario. A sua volta, Kubrick si lasciò suggestionare dall’imponenza dell’albergo e, anche se non girò lì il cult con Jack Nicholson, nel film è chiaramente presente l’impronta visiva proveniente dall’isolata e temuta struttura, da molti considerata infestata dai fantasmi.

    Nel 1903, Freelan Oscar Stanley arrivò in Colorado per cercare di alleviare i sintomi della tubercolosi. Lui e la moglie Flora si innamorarono degli sconfinati spazi dell’Estes Park e decisero di investire su quel territorio costruendoci lo Stanley Hotel. La struttura, realizzata in stile noe-georgiano, fu inaugurata nel 1909, con un sontuoso party a cui parteciparono celebrità di Hollywood e importanti personalità politiche dell’epoca. Con le sue 140 stanze, lo Stanley era progettato come residenza di villeggiatura estiva e il suo fascino è rimasto intatto negli anni, tanto da stuzzicare l’invettiva dello scrittore Stephen King, che costruì l’Overlook Hotel di ‘Shining’ proprio a immagine e somiglianza dello Stanley Hotel. Quando venne realizzata l’omonima miniserie televisiva nel 1997 non ci furono, infatti, dubbi su quale location sarebbe stata scelta per le riprese.

    Nel 1980 vide invece la luce il film ‘Shining’ di Stanley Kubrick, un concentrato cinematografico perfetto di paura, solitudine e frustrazione. La smania di controllo tanto tipica di Kubrick volle che il regista scegliesse di costruire da zero la location per le riprese negli Elstree Studios in Inghilterra, girando poi alcune scene al Timberline Lodge in Oregon, ma tanto dell’immaginario visivo del film è senza dubbio dovuto allo Stanley Hotel. Ancora oggi, se alloggiate allo Stanley e sintonizzate la televisione sul canale 42, troverete ‘Shining’ 24 ore su 24 e addio definitivo alla possibilità di dormire. Diversi ospiti dell’albergo hanno addirittura parlato di strane attività paranormali, come rumori ingiustificati, apparizioni e sparizioni di oggetti, tutte testimonianze che accrescono ancora di più la fama dello Stanley, ormai meta di pellegrinaggio per appassionati dell’orrore da tutto il mondo.

    Ecco perché i proprietari dell’albergo e lo Stanley Film Center vogliono che lo Stanley Hotel diventi un vero e proprio museo horror permanente, proponendo anche la costruzione di nuove strutture specializzate, come unp studio di post-produzione, teatri di posa e un auditorium. Le attività di rinnovo e potenzialmento avrebbero costi altissimi, stimati attorno ai 24 milioni di dollari, ma il centro, del quale fanno parte anche gli attori Elijah Wood e Simon Pegg, contano sul supporto dell’Ente Nazionale per il Turismo, che dovrebbe contribuire con oltre 11 milioni.