Avanti un altro: concorrente vince spiando domande e risposte di Paolo Bonolis?

da , il

    Scoppia il caso su Avanti un altro: un concorrente vince presumibilmente spiando domande e risposte contenute nella cartella di Paolo Bonolis. Una delle puntate più particolari del programma tv di Canale 5 si è conclusa all’insegna del mistero. Durante la registrazione era stata ospite anche Olimpia, la concorrente che è riuscita a cavalcare l’onda del successo grazie alla sua risata molto particolare. Ma forse in questo caso non c’è nulla da ridere, visto che il cast della trasmissione si è dovuto confrontare con quello che molti hanno definito un caso irregolare.

    Non è sfuggito agli occhi di qualche telespettatore l’atteggiamento di Massimiliano, giovane concorrente di Frosinone, con la passione per il canto, che è arrivato a partecipare all’ultima fase del gioco. Il regolamento della trasmissione che è stata condotta per un periodo anche da Gerry Scotti prevede che il concorrente che riesca a superare tutti gli altri nelle fasi intermedie arrivi alla fine cimentandosi in una serie di domande, che implicano la scelta fra due opzioni.

    Per vincere, il concorrente deve rispondere in modo sbagliato, altrimenti le difficoltà del meccanismo si complicano, costringendo i partecipanti a ricominciare ogni volta dall’inizio delle domande e operando una vera e propria sfida contro il tempo. Non è affatto facile vincere a questo gioco finale.

    Massimiliano aveva a disposizione l’opportunità di portarsi a casa 17.000 euro. Il concorrente è riuscito nell’impresa, ma, come ha mostrato il video di un telespettatore che è stato pubblicato su Twitter, Massimiliano avrebbe colto l’occasione con la coda dell’occhio, sbirciando sulla cartelletta tenuta in mano dal conduttore. In certi momenti sarebbe ben visibile come il concorrente avrebbe gettato lo sguardo, cercando di osservare le risposte giuste.

    E’ scoppiato quindi lo scandalo, sul quale Marco Salvati non è intervenuto. L’unico che ha commentato su Twitter è stato Stefano Jurgens, che ha negato ogni irregolarità.

    Già Avanti un altro, con i personaggi del minimondo e le novità di quest’anno, era nell’occhio del ciclone per la polemica sulle presunte minacce alla ciociara. Adesso un’altra vicenda getta fra le polemiche il famoso programma televisivo di Canale 5. Intanto però gli ascolti continuano a non diminuire, segno inevitabile che il pubblico mostri un certo gradimento nei confronti del quiz.