NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

John Lennon: frasi celebri e citazioni del leggendario musicista dei Beatles

John Lennon: frasi celebri e citazioni del leggendario musicista dei Beatles
da in Musica, Spettacoli, The Beatles, John Lennon
Ultimo aggiornamento: Venerdì 09/10/2015 12:06

    John Lennon frasi

    Tutti sappiamo tutto su John Lennon: frasi celebri, citazioni, curiosità, matrimoni, divorzi, figli e, naturalmente, le sue splendide canzoni sia dell’era dei Beatles che della carriera solista, spezzata troppo presto l’8 dicembre 1980 dalla follia omicida di David Chapman. Ma se a 75 anni dalla sua nascita (venne al mondo a Liverpool il 9 ottobre 1940) e a 35 dalla sua morte non c’è davvero più nulla da scoprire su di lui, la sua leggenda resta sempre intatta, perché al contrario di tanti falsi miti che sono stati spazzati via dall’incedere del tempo, John Lennon è stato per davvero un musicista e un personaggio che ha segnato un’epoca e che verrà ricordato per l’eternità.

    Lo ricordiamo anche noi con le frasi celebri e le citazioni più famose, tratte non solo dalle sue canzoni ma anche da libri, interviste e riflessioni.

    Diamo una possibilità alla pace‘ [Give Peace a Chance]

    Quando sei da solo con te stesso e non c’è nessun altro, hai solo te stesso e ti ripeti solo di resistere‘ [Hold On]

    Il mondo è solo un piccolo paese dove ognuno cerca di farci del male‘ [Isolation]

    Dio è un concetto con il quale misuriamo la nostra sofferenza‘ [God]

    Immagina che non esistano nazioni, non è difficile farlo. Niente per cui uccidere o morire e nessuna religione. Immagina che tutti vivano la loro vita in pace‘ [Imagine]

    La risposta è amore e potete starne certi: l’amore è un fiore, bisogna lasciarlo crescere‘ [Mind games]

    Tutti ti amano quando sei due metri sotto terra‘ [Nobody Loves You]

    La vita è quello che ti accade mentre sei occupato a fare altri progetti‘ [Beautiful Boy]

    Quando andavo a scuola mi chiesero cosa volessi essere da grande. Scrissi ‘felice’. Mi dissero che non avevo capito il compito, ed io dissi loro che non avevano capito la vita‘.

    A zia Mimì dicevo sempre: ‘Hai buttato via tutte le mie poesie e te ne pentirai quando sarò famoso‘.

    Julian fu un figlio non previsto che venne fuori da una bottiglia di whisky‘.

    Gli anni ’60 hanno assistito a una rivoluzione tra i giovani che ha coinvolto l’intero modo di pensare. I Beatles furono parte di questa rivoluzione‘.

    Noi Beatles siamo più popolari di Gesù Cristo adesso. Non so chi morirà per primo, il Rock and Roll o il Cristianesimo‘.

    Non sono contro Dio, contro Cristo o contro la religione: ho solo detto che avevamo più influenza sui ragazzi di qualsiasi altra cosa, compreso Gesù‘.

    Preferisco le idee agli ideali‘.

    Chiunque può avere successo: se continui a ripeterlo un bel po’ di volte puoi averlo anche tu‘.

    Viviamo in un mondo in cui ci nascondiamo per fare l’amore, mentre la violenza e l’odio si diffondono alla luce del sole‘.

    Non ho intenzione di sacrificare il vero amore per nessuna fottuta put**na, amici o affari perché alla fine, la notte, sei solo‘.

    Pensavo davvero che l’amore ci avrebbe salvati tutti‘.

    L’amore è una promessa, l’amore è un ricordo: una volta donato non può essere dimenticato, non può mai scomparire‘.

    Amare significa dover dire mi dispiace ogni quindici minuti‘.

    Come abbiamo trovato l’America? A sinistra della Groenlandia‘.

    Andrà tutto bene alla fine, e se non andasse bene vuol dire che non è ancora la fine‘.

    Ho avuto sempre la sensazione che John avesse un grande cuore e che non fosse cinico come si pensava. Aveva il cuore più grande di tutti ed era il più svelto‘ [Ringo Starr]

    John Lennon è il mio idolo da quando sono nato, ma per quanto riguarda la rivoluzione ha torto marcio‘ [Kurt Cobain]

    Quando penso a John, vedo un artista integro, che non si sarebbe mai svenduto all’industria‘ [Flea dei Red Hot Chili Peppers]

    Uno dei miei più bei ricordi di John è quando ci mettevamo a litigare: io non ero d’accordo con lui su qualcosa e finivamo per insultarci a vicenda. Passavano un paio di secondi e poi lui sollevava un po’ gli occhiali e diceva: ‘Sai che sono fatto così…‘ [Paul McCartney]

    1114

    PIÙ POPOLARI