Festival di Venezia 2015, vincitori: Leone d’oro a Desde Allá del venezuelano Lorenzo Vigas

da , il

    Sono stati assegnati nel corso della cerimonia finale nella Sala Grande tutti i premi del Festival di Venezia 2015: i vincitori delle categorie più prestigiose sono stati Desde Allá dell’esordiente venezuelano Lorenzo Vigas, Leone d’Oro per il miglior film; l’argentino Pablo Trapero, Leone d’Argento per la miglior regia con El Clan; Fabrice Luchini e Valeria Golino, Coppa Volpi rispettivamente per la miglior interpretazione maschile e femminile, il primo con L’Hermine e la seconda grazie a Per Amor Vostro di Giuseppe Gaudino; infine Anomalisa degli americani Charlie Kaufman e Duke Johnson, a cui è stato assegnato il Gran Premio della Giuria.

    Il film vincitore Desde Allà è ambientato a Caracas e racconta la storia di Armando, un uomo solo di mezza età che gestisce un laboratorio di protesi dentali. Armando adesca giovani ragazzi alla fermata del bus e offre loro del denaro per accompagnarlo a casa, dove li osserva senza mai toccarli. La sua quotidianità è caratterizzata anche dallo spiare gli spostamenti di un uomo anziano, con cui sembra avere un legame traumatico. Un giorno Armando incontra il giovane balordo Elder, membro di un gang locale. Il ragazzo inizia a frequentare la casa di Armando, spinto più che altro da interessi economici, ma con il tempo tra i due nasce un’intimità inaspettata che cambierà per sempre le loro vite. La pellicola, prodotta da Michel Franco, è interpretata da Alfredo Castro, Luis Silva, Greymer Acosta e Jorge Luis Bosque.

    Per l’Italia un solo premio al Festival di Venezia 2015, ma molto significativo: la Coppa Volpi per la miglior interpretazione femminile a Valeria Golino per il film Per Amor Vostro di Giuseppe M. Gaudino. La Golino, che il prossimo 22 ottobre toccherà il fatidico traguardo dei 50 anni, bissa il successo alla Mostra del Cinema a ben 29 anni di distanza dalla prima volta (nel 1986 per Storia d’Amore di Francesco Maselli).

    Questi invece i vincitori dell’importante sezione Orizzonti: Free in Deed, di Jake Mahaffy, miglior film; Brady Corbet, miglior regia per The Childhood of a Leader (premiato anche come miglior opera prima); Neon Bull, di Gabriel Mascaro, Premio speciale della Giuria; Dominique Leborne, miglior interpretazione maschile o femminile per Tempete.

    Festival di Venezia 2015: vincitori

    LEONE D’ORO per il miglior film: Desde Allá, di Lorenzo Vigas

    LEONE D’ARGENTO per la migliore regia: Pablo Trapero per El Clan

    GRAN PREMIO DELLA GIURIA: Anomalisa, di Charlie Kaufman e Duke Johnson

    COPPA VOLPI per la migliore interpretazione maschile: Fabrice Luchini per L’Hermine

    COPPA VOLPI per la migliore interpretazione femminile: Valeria Golino, per Per Amor Vostro

    PREMIO MARCELLO MASTROIANNI a un giovane attore o attrice emergente: Abraham Attah per Beasts of No nation

    PREMIO PER LA MIGLIORE SCENEGGIATURA: Christian Vincent per L’Hermine

    PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA a: Abluka, di Emin Alper

    LEONE DEL FUTURO – PREMIO VENEZIA OPERA PRIMA ‘LUIGI DE LAURENTIIS’: The Childhood of a Leader, di Brady Corbet.

    PREMIO ORIZZONTI PER IL MIGLIOR FILM: Free in Deed, di Jake Mahaffy

    PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE REGIA: Brady Corbet per The Childhood of a Leader

    PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA ORIZZONTI: Neon Bull, di Gabriel Mascaro

    PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIOR INTERPRETAZIONE MASCHILE O FEMMINILE: Dominique Leborne per Tempete

    PREMIO ORIZZONTI PER IL MIGLIOR CORTOMETRAGGIO: Belladonna, di Dubravka Turic

    PREMIO VENEZIA CLASSICI PER IL MIGLIOR DOCUMENTARIO SUL CINEMA: The 1000 Eyes of Dr. Maddin, di Yves Montmayeur

    PREMIO VENEZIA CLASSICI PER IL MIGLIOR FILM RESTAURATO: Salò o le 120 Giornate di Sodoma, di Pier Paolo Pasolini

    LEONE D’ORO ALLA CARRIERA 2015: Bertrand Tavernier

    JAEGER-LECOULTRE GLORY TO THE FILMMAKER AWARD 2015: Brian De Palma

    PERSOL TRIBUTE TO VISIONARY TALENT AWARD 2015: Jonathan Demme

    PREMIO L’ORÉAL PARIS PER IL CINEMA: Valeria Bilello.