Lupin III nuova serie 2015: la sigla di Moreno fa arrabbiare i fan duri e puri

da , il

    Il 29 agosto 2015 torna il cartoon cult Lupin III con una nuova serie interamente ambientata in Italia e una nuova sigla scritta da Giorgio Vanni e cantata dal rapper Moreno insieme allo stesso Vanni. La sigla, pubblicata in anteprima su Youtube, non piace però ai fan storici della celebre serie animata al punto che su Change.org è stata lanciata una petizione online per chiedere a Mediaset (il cartoon andrà in onda su Italia 1 in seconda serata) di cambiarla. E in soli tre giorni hanno aderito alla petizione ben 17.500 persone, un numero impressionante (destinato a crescere ulteriormente) che potrebbe davvero convincere la rete a tornare su suoi passi e scegliere un’altra sigla.

    In effetti, dopo averla ascoltata, non possiamo che condividere anche noi il dissenso quasi generale sulla nuova sigla di Lupin III griffata Moreno. Si tratta di un brano oggettivamente scadente, poco orecchiabile e farcito di rime banali e qualunquiste. Ma a parte questo, ciò che stride maggiormente è l’accostamento di un prodotto pop-rap a un brand che in passato era stato sempre accompagnato da raffinate sonorità jazz e lounge (indimenticabile, a questo proposito, la storica sigla con l’intro di fisarmonica cantata da Irene Vioni e suonata dall’Orchestra Castellina-Pasi). Ok, d’accordo che siamo nel 2015 e anche Lupin deve adattarsi ai tempi, ma forse sarebbe stato meglio scegliere un pezzo più rispettoso con il contesto della serie creata nel ’67 da Monkey Punch.

    Vedremo cosa accadrà nelle prossime settimane. Intanto c’è molta curiosità intorno alla nuova serie Lupin III: L’Avventura Italiana, non solo perché si tratta dei primi episodi inediti di Lupin (che per l’occasione adotterà un’inedita giacca blu) dopo circa trent’anni, ma soprattutto perché le 26 puntate sono interamente ambientate in Italia. Vedremo quindi il ladro gentiluomo e i suoi inseparabili soci Jigen e Goemon alle prese con il tipico malaffare del nostro Paese (mafia, politica, corruzione, ricatti, calcio-scommesse: non manca nulla) e con personaggi più o meno ambigui. Ovviamente non mancheranno le altre star della serie, la bellissima Fujiko e l’Ispettore Zenigata.

    Rapimenti, furti, omicidi ma anche tanta ironia e divertimento, come da tradizione (l’unica novità consiste nel fatto che Lupin pare abbia smesso di fumare le sue amate Gitanes, in ossequio al politicamente corretto più bacchettone: ladro sì, fumatore no). Lupin III è pronto a tornare e a mettere a soqquadro l’Italia: con la speranza che le storie siano meglio della sigla.