Paola Cortellesi: il nuovo film è Gli Ultimi Saranno Gli Ultimi e uscirà il 26 novembre 2015

da , il

    Nuovo film per Paola Cortellesi: l’eclettica attrice romana sarà nelle sale il prossimo 26 novembre 2015 con Gli Ultimi Saranno Gli Ultimi di Massimiliano Bruno, tratto dall’omonimo spettacolo teatrale messo in scena dagli stessi protagonisti dal 2005 al 2007. La Cortellesi, che è tornata a recitare in una pellicola di Bruno dopo il fortunato Nessuno Mi Può Giudicare (da notare che i due hanno curato anche la sceneggiatura insieme a Furio Andreotti e Gianni Corsi), sarà affiancata da due pezzi da 90 del nostro cinema come Alessandro Gassman e Fabrizio Bentivoglio.

    Gli Ultimi Saranno Gli Ultimi, un film a metà tra commedia e dramma, racconta la storia di Luciana Colacci (Paola Cortellesi), una donna inizialmente serena che vive tranquilla con il marito Stefano (Alessandro Gassman), fa l’operaia precaria e guadagna poco, ma quel poco se lo fa bastare. Fino al giorno in cui ha la ‘pessima’ idea di volere un figlio: infatti, non appena rimane incinta, perde inopinatamente il lavoro perché la sua fabbrica non le rinnova il contratto. Da lì parte un delirante percorso che porterà Luciana a prendere in mano una pistola al nono mese di gravidanza, minacciando di usarla contro qualcuno.

    E’ una pellicola che mette insieme la comicità e l’amarezza della vita‘, ha spiegato la Cortellesi, ‘Gli ultimi che sono citati nel titolo sono tanti: sono quelli che partono in svantaggio e che per questo arrancano sempre un po’. Alcuni di loro riescono ad avere in qualche modo un equilibrio, altri invece perdono completamente la ragione‘. Il film prende inoltre spunto dalle vicende di quotidiana disperazione che riempiono quasi ogni giorno le pagine di cronaca, con tante coppie che progettano famiglie che poi non riescono a mantenere, e spesso finiscono per dissolversi.

    Come abbiamo anticipato, a dar man forte a Paola Cortellesi nel cast del film ci saranno l’ottimo Alessandro Gassman, fresco di Nastro d’Argento 2015 come miglior attore protagonista per Il Nome del Figlio, nel ruolo di un marito innamoratissimo della moglie, laziale fino al midollo ma… senza un soldo. E poi Fabrizio Bentivoglio nei panni di un poliziotto: una figura centrale della trama perché sarà lui a ritrovarsi con la pistola della donna puntata addosso. ‘Luciana, con l’enorme pancione di una donna al nono mese di gravidanza e una pistola in mano puntata verso un poliziotto, rivolgerà a quest’ultimo una sola e unica richiesta: ‘rivoglio il mio posto’, ha detto ancora la Cortellesi, ‘nell’ultimo e disperato tentativo di una classica ‘ultima’ di non rimanere per sempre ultima‘. Ma per sapere se premerà veramente il grilletto dobbiamo aspettare che il film esca nelle sale!

    A margine dell’incontro con la stampa, Paola Cortellesi e Massimiliano Bruno hanno raccontato anche le difficoltà di trasformare una storia scritta per il teatro in un film per il cinema: ‘La cosa più complicata ma allo stesso tempo divertente è stata rendere uno spettacolo ambientato in una notte, in un film che racconta ben nove mesi‘. Conoscendo la loro abilità, ci saranno riusciti senza grossi problemi.