Nastri d’Argento 2015 vincitori: Il Giovane Favoloso miglior film italiano dell’anno

da , il

    Durante la cerimonia di premiazione del 27 giugno a Taormina sono stati annunciati i vincitori dei Nastri d’Argento 2015, i prestigiosi premi del cinema italiano assegnati fin dal 1946 dal Sindacato nazionale dei giornalisti cinematografici del nostro Paese. Ebbene, per i membri del SNGCI il Nastro dell’anno come miglior pellicola dell’ultima stagione cinematografica se l’è meritato Il Giovane Favoloso, il film di Mario Martone sulla vita del poeta Giacomo Leopardi, anche se a fare collazione di nastri sono stati soprattutto Anime Nere di Francesco Munzi, Il Racconto dei Racconti di Matteo Garrone e Youth – La Giovinezza di Paolo Sorrentino con ben tre premi a testa.

    In particolare, Anime Nere ha vinto nelle categorie miglior produttore (Luigi e Olivia Musini per Cinemaundici), miglior sceneggiatura (Francesco Munzi con Fabrizio Ruggirello e Maurizio Braucci) e miglior montaggio (Cristian Tavaglioli), Il Racconto dei Racconti è stato premiato per la miglior scenografia (Dimitri Capuani), i migliori costumi (Massimo Cantini Parrini) e il miglior sonoro in presa diretta (Maricetta Lombardo) e Youth-La Giovinezza si è preso i nastri per il miglior regista (Paolo Sorrentino), la miglior fotografia (Luca Bigazzi) e, ancora con Cristiano Travaglioli, anche per il miglior montaggio.

    Se Dio Vuole di Edoardo Falcone è stato invece votato come miglior esordio, anche se la vera sorpresa dell’anno è Noi e la Giulia di Edoardo Leo: migliore commedia e miglior attore non protagonista con Claudio Amendola. E a proposito dei premi assegnati agli attori, i nastri per le interpretazioni femminili sono andati a Margherita Buy per Mia Madre (protagonista) e a Micaela Ramazzotti per Il Nome del Figlio (non protagonista), mentre quello destinato al miglior attore protagonista se l’è preso Alessandro Gassmann, sia per l’ottimo Il Nome del Figlio che per I Nostri Ragazzi. Riconoscimenti anche per Ninetto Davoli, che ha ricevuto il Nastro alla carriera, e a due signore del teatro, insignite di un premio speciale: Giulia Lazzarini, splendida co-protagonista di Mia Madre di Nanni Moretti e Adriana Asti per Pasolini di Abel Ferrara.

    Il Premio Nino Manfredi, condiviso con la famiglia dell’indimenticabile Nino e in particolare con la moglie Erminia, è stato vinto per la prima volta a un’attrice, Paola Cortellesi, mentre un Manfredi speciale è stato assegnato alla coppia Lillo & Greg. I nastri delle categorie musicali sono invece andati a Nicola Piovani per la colonna sonora di Hungry Hearts e a Francesco De Gregori per la canzone principale del film Sei mai stata sulla luna? di Paolo Genovese.

    Infine un premio speciale è stato riconosciuto anche a Cristina Comencini per Latin lover e, infine, due nastri sono andati anche a Il Ragazzo Invisibile di Gabriele Salvatores per il miglior soggetto (Alessandro Fabbri, Ludovica Rampoldi e Stefano Sardo) e il miglior casting director (Francesco Vedovati).

    La cerimonia di premiazione dei Nastri d’argento 2015 verrà riproposta in TV il 1° luglio su Rai Movie e il 3 luglio su Raiuno, in entrambi i casi in seconda serata.

    Nastri d’Argento 2015: vincitori di tutte le categorie

    Nastro dell’anno: Il Giovane Favoloso

    Regista del miglior film: Paolo Sorrentino per Youth – La Giovinezza

    Miglior regista esordiente: Edoardo Falcone per Se Dio Vuole

    Miglior commedia: Noi e la Giulia di Edoardo Leo

    Miglior produttore: Luigi e Olivia Musini di Cinemaundici per Anime Nere, Torneranno i Prati e Last Summer

    Miglior soggetto: Alessandro Fabbri, Ludovica Rampoldi, Stefano Sardo per Il Ragazzo Invisibile

    Miglior sceneggiatura: Francesco Munzi, Fabrizio Ruggirello, Maurizio Braucci per Anime Nere

    Miglior attore protagonista: Alessandro Gassmann per Il Nome del Figlio e I Nostri Ragazzi

    Miglior attrice protagonista: Margherita Buy per Mia Madre

    Miglior attore non protagonista: Claudio Amendola per Noi e la Giulia

    Miglior attrice non protagonista: Micaela Ramazzotti per Il Nome del Figlio

    Miglior fotografia: Luca Bigazzi per Youth – La Giovinezza

    Miglior scenografia: Dimitri Capuani per Il Racconto dei Racconti

    Migliori costumi: Massimo Cantini Parrini per Il Racconto dei Racconti

    Miglior montaggio: Cristiano Travaglioli per Anime Nere e Youth – La Giovinezza

    Miglior sonoro in presa diretta: Maricetta Lombardo per Il Racconto dei Racconti

    Miglior colonna sonora: Nicola Piovani per Hungry Hearts

    Miglior canzone originale: ‘Sei Mai Stata sulla Luna?’ di Francesco De Gregori per il film Sei Mai Stata sulla Luna? di Paolo Genovese

    Miglior casting director: Francesco Vedovati per Il Ragazzo Invisibile e Maraviglioso Boccaccio

    Nastri Europei 2015: Laura Morante e Lambert Wilson

    Nastri alla carriera: Ninetto Davoli e Douglas Kirkland

    Nastro speciale regia: Cristina Comencini per Latin Lover

    Nastri speciali attori: Giulia Lazzarini per Mia Madre e Adriana Asti per Pasolini

    Premio speciale Nastri d’argento Docufilm e Storia: Fango e Gloria di Leonardo Tiberi

    Premio Nino Manfredi: Paola Cortellesi

    Premio Manfredi alla coppia comica 2015: Lillo & Greg

    Premio Guglielmo Biraghi: Simona Tabasco per Perez e Greta Scarano per Senza Nessuna Pietà

    Menzioni speciali: Niccolò Calvagna e Silvia D’Amico

    Premio Hamilton ‘Behind the camera’: Luca Zingaretti per Perez

    Premio Persol Personaggio dell’anno: Elio Germano per Il Giovane Favoloso

    Premio Porsche 911 Targa Tradizione e Innovazione: Adriano Giannini per La Foresta di Gghiaccio e Senza Nessuna Pietà

    Premio Cusumano per la commedia: Serena Autieri per Si Accettano Miracoli

    Premio Wella per l’immagine: Simona Tabasco per Perez.