Shia LaBeouf ferito sul set di American Honey: venti punti di sutura in testa e su una mano

da , il

    Paura per l’attore Shia LaBeouf, ferito sul set del film American Honey durante le riprese di una scena molto pericolosa. Il protagonista della saga di Transformers (attualmente al cinema con il war movie Fury) pare dovesse far passare la testa attraverso una vetrata ma, per motivi non ancora chiari, è scivolato procurandosi dei vistosi tagli. Shia è stato immediatamente trasportato in una clinica del North Dakota dove gli sono stati applicati ben 20 punti di sutura e 13 graffette in testa e su una mano, poi è stato dimesso ed è tornato sul set incurante delle ferite. Insomma, un vero duro!

    Poco dopo la produzione del film ha emesso un comunicato stampa informando che Shia LaBeouf ha subito delle ferite lievi sul set di American Honey e che, come da protocollo, è stato richiesto l’intervento medico per curargli una lacerazione sulla testa e su una mano. Non è stato però specificato se l’attore potrà riprendere subito a girare il film o se dovrà osservare qualche giorno di riposo.

    American Honey è un road movie diretto dalla regista inglese Andrea Arnold (Red Road, Fish Tank, Cime Tempestose), famosa per aver vinto nel 2005 l’Oscar per il miglior cortometraggio con Wasp e, per ben due volte, il Premio della Giuria a Cannes grazie a Red Road e Fish Tank. Nel suo palmares anche un BAFTA e l’Osella d’oro per la miglior sceneggiatura a Venezia 2011.

    Il film, previsto nel 2016, racconterà la storia di un adolescente che si mette nei guai durante un viaggio nel Midwest con un team di vendita che si occupa di giornali. Nel cast, insieme a Shia LaBeouf, anche Arielle Holmes.

    Prima, però, vedremo Shia LaBeouf nel thriller post-apocalittico Man Down di Dito Montiel, con Kate Mara, Jai Courtney, Gary Oldman e Clifton Collins Jr. La pellicola, in uscita il 30 ottobre 2015, si annuncia come una delle più avvincenti della prossima stagione cinematografica.

    Per Shia si tratta tutto sommato di un periodo molto fortunato della sua carriera (ferite a parte): dopo i tre Transformers si è cimentato sempre con successo in diversi generi, convincendo sia nel gangster movie Lawless che nel thriller La Regola del Silenzio, nel film d’azione Charlie Countryman Deve Morire, nell’erotico d’autore Nymphomaniac e nel film di guerra Fury. L’eclettisimo è senza dubbio una delle sue grandi qualità.