Heather Parisi contro Lorella Cuccarini: botta e risposta sull’adozione per le coppie gay

Heather Parisi contro Lorella Cuccarini: botta e risposta sull’adozione per le coppie gay

    Heather Parisi si scaglia contro Lorella Cuccarini sulla delicata questione delle adozioni per le coppie gay. Tra le due biondissime showgirl è scattato un botta e risposta sul web in seguito alle dichiarazioni della Cuccarini che su Facebook si avvicina ai sostenitori del Family Day. Per tutta risposta, la Parisi dice la sua dalla tribuna del suo blog, sostenendo il diritto ai figli per le coppie omosessuali di tutto il mondo. Pur dichiarandosi favorevole alle unioni civili, la Cuccarini ha seccamente messo una pietra sulla questione delle adozioni, sostenendo che ‘i figli non sono un diritto. E non si comprano‘. Il mondo gay si è subito indignato, insieme ai molti sostenitori della causa, come appunto Heather Parisi.

    Da sempre sostenitrice dei diritti gay, Heather Parisi ha visto nelle affermazioni di Lorella Cuccarini un’espressione estrema di spirito conservatore, più consono agli Ultra Cattolici e ai fanatici del Family Day che a una moderna donna di mondo. La risposta apparsa sul blog della showgirl americana non è infatti stata clemente: ‘Cara Lorella, tutti hanno diritto di avere un figlio perché tutti hanno il diritto di amare! Non neghiamo agli altri ciò che noi abbiamo concesso a noi stesse‘. E dire che anche la Cuccarini è da sempre un’icona gay, ma sulla questione delle adozioni sembra esserci una difficoltà in più rispetto al solo riconoscimento delle unioni civili.

    Heather Parisi si schiera quindi senza indugio a favore delle adozioni per le coppie gay, mentre Lorella Cuccarini vede nei figli un necessario ancoraggio alla famiglia tradizionale. La questione è certamente spinosa e negli scorsi giorni non sono certo mancati gli scontri verbali tra sostenitori e detrattori del Family Day. Tra i tanti scambi di opinioni a riguardo svetta il caso di Francesca Barra, giornalista che ha recentemente preso posizione su Facebook attraverso una lettera aperta ai propri figli: ‘Io non sono una mamma buona perché amo un uomo, il vostro papà. O perché sono etero. Io sono una buona mamma perché vi amo. Famiglia è chi si ama‘.

    Alla lettera di Francesca Barra ha risposto Maurizio Gasparri su Twitter, invocando addirittura l’intervento della Vigilanza Rai e scatenando una serie di commenti al vetriolo sulla legittimità o meno di esprimere la propria opinione riguardo alla manifestazione Family Day. L’avvenuto è stato commentato anche sul blog di Heather Parisi, che ha accostato la vicenda alle dichiarazioni di Lorella Cuccarini e che ha coerentemente preso le difese della giornalista, invocando la tanto agognata parità di diritti tra etero e gay, che si tratti di amore, matrimonio o figli, perché ‘ogni vita è un inno alla gioia‘.

    519

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI