Vasco Rossi a Milano: scaletta e video del concerto di San Siro del 17 giugno 2015

da , il

    25 anni dopo la prima volta San Siro ha riabbracciato per l’ennesima volta Vasco Rossi, a Milano per una nuova tappa del Live Kom 015. Il rocker di Zocca è salito sul palco alle 20:45 in punto del 17 giugno 2015 davanti a oltre 60.000 fan in delirio (ma c’erano anche tanti Vip), regalando uno show ad alto contenuto emozionale durante il quale ha cantato ben otto pezzi tratti dal suo ultimo album Sono Innocente e una quindicina di grandi classici fino alla consueta chiusura con l’epocale Albachiara. Stasera si replica a San Siro, poi Vasco continuerà la tournée a Bologna, Torino, Napoli, Messina e Padova.

    Nessuna sorpresa, pochi fronzoli, zero sermoni e tanto rock: questo il sunto del concerto di Vasco Rossi a Milano del 17 giugno 2015, con un Komandante in total black look e berretto e occhiali scuri come da copione, che ha dato il via alle danze scatenando la folla con Sono Innocente Ma… e Duro Incontro, due pezzi potenti del suo ultimo disco.

    Meravigliosamente assecondato dalla sua band, formata da Stef Burns (in prima fila c’era sua moglie Maddalena Corvaglia) e Vince Pastano alle chitarre, Claudio Golinelli al basso, Will Hunt alla batteria, Alberto Rocchetti alle tastiere, Andrea Innesto al sassofono, Frank Nemola alla tromba e Clara Moroni ai cori, Vasco ha attinto a piene mani dal suo vastissimo repertorio, passando come nulla fosse da vecchie hit degli anni ’80, come Credi Davvero, C’è Chi Dice No, Deviazioni, Quante Volte, Siamo Solo Noi e Vita Spericolata, ai successi anni ’90 Stupendo, Delusa, Rewind e Sally e a pezzi ancor più recenti come il nuovo singolo Guai. A metà concerto c’è stato spazio anche per un momento unplugged con il medley di Nessun Pericolo Per Te, E…, L’Una per Te e La Noia.

    Il pubblico di San Siro ha ovviamente risposto presente alla chiamata del Blasco, presentandosi fuori dall’impianto milanese fin dalle prime ore del mattino e seguendo poi il concerto con religiosa attenzione, lasciandosi andare quando era il caso di farlo oppure ammutolendosi di fronte al carisma di un artista che da oltre 35 anni in Italia è sinonimo di rock. E di molto altro ancora.

    Vasco Rossi a Milano: scaletta del 17 giugno 2015

    Sono innocente ma…

    Duro incontro

    Deviazioni

    L’uomo più semplice

    Dannate nuvole

    Quanti anni hai

    Siamo soli

    Credi davvero

    Guai

    Il blues della chitarra sola

    Manifesto futurista della nuova umanità

    Rock star

    Medley unplugged: Nessun pericolo… per te / E… / L’una per te / La noia

    Quante volte

    Stupendo

    C’è chi dice no

    Sballi ravvicinati del terzo tipo

    Rewind

    Vivere

    Come vorrei

    Gli angeli

    Medley rock: Delusa / Mi piaci perchè / T’immagini / Gioca con me

    Sally

    Siamo solo noi

    Vita spericolata

    Albachiara.

    Vasco Rossi a Milano: video del 17 giugno 2015

    Dannate nuvole

    Stupendo

    C’è chi dice no

    Albachiara