Ligabue, Non Ho Che Te: testo del nuovo singolo dedicato alle persone che perdono il lavoro

Ligabue, Non Ho Che Te: testo del nuovo singolo dedicato alle persone che perdono il lavoro
da in Luciano Ligabue, Musica, Musica Italiana, Nuovi singoli, Spettacoli, Testi canzoni
Ultimo aggiornamento:

    Venerdì 12 giugno 2015 arriva in radio il nuovo singolo di Ligabue, Non Ho Che Te (il testo lo trovate a fondo pagina), secondo brano estratto dall’album live Giro del Mondo, dopo C’è Sempre Una Canzone, che contiene tutte le canzoni eseguite dal vivo durante il Mondovisione Tour e quattro pezzi inediti registrati in studio, tra cui proprio Non Ho Che Te. Già certificato Disco di Platino, Giro del Mondo è disponibile in formato standard, con doppio cd e dvd, in formato deluxe, ovvero triplo cd e doppio dvd oppure triplo cd e blu-ray, e nelle versioni digitali. Gli altri due brani inediti sono A Modo Tuo e I Campi in Aprile.

    Come ha spiegato Ligabue, Non Ho Che Te parla di una persona che perde il lavoro e della crisi che questo comporta, che non è solo una crisi economica ma è soprattutto una crisi d’identità.
    L’arrangiamento musicale e la scrittura del brano sono vagamente folk, ma il suono è fra il rock e il punk. ‘Una volta che abbiamo saputo che avremmo suonato al Whisky a Go Go di Los Angeles e che il giorno dopo lo studio dei Foo Fighters sarebbe stato a disposizione‘, racconta il Liga, ‘abbiamo deciso di registrare Non Ho Che Te lì, in un pomeriggio. Lo studio ha ancora il mixer con cui i Nirvana hanno registrato Nevermind e in quel posto Tom Petty ha registrato un sacco di album. Insomma, è un mixer storico‘.

    Intanto prosegue la prevendita dei biglietti per il concertone Campovolo – La Festa 2015 che si svolgerà sabato 19 settembre all’aeroporto Campovolo di Reggio Emilia.

    L’evento, che ha già tagliato il traguardo degli 80.000 biglietti venduti, è stato organizzato per festeggiare i 25 anni di carriera di Ligabue, i 25 anni del suo primo album omonimo, i 20 anni dello storico disco Buon Compleanno Elvis, i 10 anni dal suo primo concerto al Campovolo (record europeo come numero di presenze per il concerto di un singolo artista) e il successo del Mondovisione Tour, che nell’ultimo anno ha girato l’Italia, l’Europa e il mondo.

    Ricordiamo che tutti coloro che acquisteranno il biglietto del concerto (posto unico 50 euro), riceveranno in esclusiva lo Special Box Campovolo 2015 che non sarà possibile acquistare o ricevere in altro modo. Il box conterrà un dvd con i video clip di Balliamo sul Mondo e Certe Notti e i filmati degli stessi brani eseguiti dal vivo durante il Mondovisione Tour + il video di C’è sempre una canzone, un biglietto memorabilia per accedere a contenuti esclusivi dal backstage e dalle prove, la ristampa di due foto cartoline ufficiali utilizzate ai tempi dell’uscita di Ligabue (1990) e Buon compleanno Elvis (1995) + tre 3 foto cartoline live, e infine un booklet di 40 pagine con i racconti della nascita dei succitati album.

    L’inferno e’ solamente una questione temporale
    a un certo punto arriva punto e basta
    a un certo punto anch’io uso l’ingresso principale e
    hanno detto avete perso il posto
    e’ vero il mio lavoro e’ sempre stato infame
    ma l’ho chiamato sempre il mio lavoro
    e c’han spostato sempre un po’ più avanti la pensione
    ma quello adesso e’ l’ultimo pensiero
    Non ho che te
    non ho che te
    ti chiedo scusa se ti offro così poco
    Non ho che te
    non ho che te
    volevo darti tutto ciò che avrei dovuto
    volevo darti tutto ciò che avrei voluto
    L’inferno è solamente una questione personale
    all’improvviso e’ il posto che frequenti
    in banca son gentili ma non mi danno niente
    la stessa gentilezza del serpente
    I giorni sono lunghi non vogliono finire
    le luci sono quasi tutte spente
    Il sindacato chiede un’altra mobilitazione
    per quelli che ci sono ancora dentro
    Non ho che te
    non ho che te
    che cosa ho fatto per meritarmi tanto
    Non ho che te
    non ho che te
    ti chiedo scusa se non ti darò abbastanza
    ti chiedo scusa se ti chiederò pazienza
    E l’altro giorno ho visto il titolare
    aveva gli occhi gonfi
    la giacca da stirare
    mi ha visto si e’ girato stava male
    aveva gli occhi vuoti
    la barba da rifare
    L’inferno e’ solamente una questione di calore
    com’e’ che sento il gelo nelle ossa
    che cosa te ne fai di uomo che non ha un lavoro
    di tutti quei vorrei pero’ non posso
    vedessi quanto buio sotto questo sole
    ma e’ molto se non vedi niente
    vedessi dove arrivano i pensieri di qualcuno
    vedessi amore come fan spavento
    Non ho che te
    non ho che te
    ti chiedo scusa se ti offro così poco
    Non ho che te
    non ho che te
    volevo darti tutto ciò che avrei voluto
    Non ho che te
    non ho che te
    che cosa ho fatto per meritarmi tanto
    Non ho che te
    non ho che te
    ti chiedo scusa se non ti darò abbastanza
    ti chiedo scusa se ti chiederò pazienza.

    905

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Luciano LigabueMusicaMusica ItalianaNuovi singoliSpettacoliTesti canzoni

    Referendum costituzionale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI