Mike Oldfield, è morto il figlio Douglas: fatale un infarto a soli 33 anni

da , il

    Mike Oldfield, è morto il figlio Douglas: fatale un infarto a soli 33 anni

    Tragedia per il noto musicista inglese Mike Oldfield: è morto il figlio Douglas, stroncato a soli 33 anni mentre era impegnato con la sua attività di editing per una società cinematografica. Douglas Oldfield era uno dei sette figli dell’autore della celeberrima Tubular Bells (e di tante altre musiche passate alla storia) e l’aveva avuto dalla sua prima moglie Sally Cooper, insieme a Molly e Luke. Successivamente Mike Oldfield si era sposato altre due volte: con la cantante norvegese Anita Hegerland, dal cui matrimonio erano nati Greta e Noah, e con Fanny Vandekerckhove (più giovane di lui di ben 24 anni), che gli aveva dato gli ultimi due figli Jake ed Eugene.

    Nato a Reading, nel Berkshire, il 15 maggio 1953, Mike Oldfield ha iniziato la carriera alla fine degli anni ’60 insieme alla sorella Sally e al fratello Terry, anch’essi musicisti e compositori di successo (chissà se qualche fanatico del Festival di Sanremo si ricorderà della partecipazione in gara di Sally Oldfield nell’edizione del 1980 con il brano I Sing for You). La svolta avviene nel 1972 quando Mike compone Tubular Bells e la sottopone all’attenzione del giovane produttore discografico Richard Branson, che ha da poco fondato una nuova etichetta, la Virgin Records. I due decidono di scommettere sulla composizione strumentale e, a sorpresa, sbancano il casinò della musica: Tubular Bells (in cui Oldfield suona oltre venti strumenti diversi) vende milioni di copie, la neonata Virgin diventa di conseguenza una delle case discografiche più famose nel mondo e il tema principale dell’album viene scelto per la colonna sonora del film L’Esorcista, consegnandosi all’eternità.

    In seguito Mike Oldfield, che con Tubular Bells ha acquisito fama internazionale, ottiene altri successi diventando fino ai giorni nostri un sicuro punto di riferimento nel panorama della musica del Regno Unito e non solo. I nostalgici degli anni ’80 ricorderanno senz’altro la sua Moonlight Shadow, probabilmente tra i cinque brani più famosi in assoluto di quel decennio, cantata da Maggie Reilly. Ma non vanno dimenticati anche Foreign Affair, To France, la colonna sonora del film Urla del Silenzio e varie riedizioni del capolavoro Tubular Bells. Nel 2012 Mike Oldfield si è esibito alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi di Londra davanti a un miliardo di telespettatori.

    Insomma, un musicista geniale ed eclettico purtroppo colpito dalla tragedia che nessuna persona al mondo meriterebbe, la perdita di un figlio ancora giovane.