Dirty Dancing, scena tagliata: troppo hot per il pubblico degli anni ’80

Dirty Dancing, scena tagliata: troppo hot per il pubblico degli anni ’80
da in Cinema, Spettacoli
Ultimo aggiornamento:
    La scena tagliata di Dirty Dancing

    Sapevate che nel mitico film Dirty Dancing c’è una scena tagliata, riscoperta soltanto molti anni più tardi? Ebbene sì, anche l’immortale pellicola di Emile Ardolino ha avuto all’epoca i suoi bei grattacapi con la censura statunitense a causa di una sequenza piuttosto focosa tra i due protagonisti Patrick Swayze e Jennifer Grey, sorpresi a ‘strusciarsi’ in maniera un po’ troppo audace e provocatoria. Intendiamoci, nulla di particolarmente scandaloso anche per i canoni dell’epoca, ma la produzione, d’accordo con il regista, decise comunque di eliminare la scena per non incappare nel divieto ai minori di 14 anni che avrebbe causato un danno commerciale al film.

    La scena hot tra Patrick Swayze e Jennifer Grey è stata poi rivelata nel 2007 con l’uscita in dvd e blu-ray della Dirty Dancing – Twentieth Anniversary Edition, l’edizione celebrativa per il ventesimo anniversario di Dirty Dancing, mentre in rete ha iniziato a diffondersi solo recentemente. La potete ammirare nel video in alto.

    Dirty Dancing – Balli Proibiti uscì nel 1987, diretto da Emile Ardolino e interpretato dagli allora semi-sconosciuti Patrick Swayze e Jennifer Grey. Prodotto con un budget ridotto e senza attori di grande fama, ottenne un inaspettato successo diventando uno dei film cult in assoluto sia degli anni ’80 che del genere musicale. A una spesa iniziale di appena 6 milioni di dollari corrispose infatti un incasso totale di oltre 213 milioni. È risultato inoltre il primo film a vendere più di un milione di copie in home video.
    Il merito del successo del film fu anche, se non soprattutto, della colonna sonora: il tema principale (I’ve Had) The Time of My Life vinse l’Oscar e il Golden Globe e i due interpreti, Bill Medley e Jennifer Warnes, si aggiudicarono il Grammy Award come miglior duetto.

    Nel 2004 è uscito una sorta di sequel, Dirty Dancing 2, con attori completamente differenti, che è però passato quasi completamente inosservato.

    Dirty Dancing è passato alla storia anche come una pellicola ‘attira-guai’: nel corso degli anni, infatti, a gran parte della produzione e del cast ne sono successe di tutti i colori. Pensate infatti che la casa di produzione del film, la Vestron Video, chiuse per bancarotta nel 1990. I due protagonisti Patrick Swayze e Jennifer Grey, che la gente ormai identificava soltanto nei personaggi di Johnny e Baby, ebbero la carriera bloccata per qualche anno e soltanto Swayze, grazie a Ghost, riuscì a divincolarsi dall’immagine del ballerino di Dirty Dancing, mentre la carriera della Grey invece (anche a causa di alcuni interventi di chirurgia estetica non particolarmente riusciti) non decollò mai. Ci sono stati poi diversi lutti: l’attore Max Cantor (Robbie nel film) morì per overdose di eroina nel 1991 a soli 32 anni, lo stesso regista Emile Ardolino fu stroncato dall’AIDS nel ’93, una delle ballerine professioniste del film, Jennifer Stahl, venne uccisa nel 2001, e Jerry Orbach (il padre di Baby) è morto nel 2004 per un tumore alla prostata. E naturalmente tutti sappiamo che anche Patrick Swayze ci ha lasciato prematuramente nel 2009 ad appena 57 anni, vinto pure lui dal cancro.

    557

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CinemaSpettacoli
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI