NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Sanremo: ospiti stranieri nella storia del Festival

Sanremo: ospiti stranieri nella storia del Festival
da in Festival di Sanremo 2016, Musica, Spettacoli
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 29/04/2015 23:37

    Sanremo ospiti stranieri

    Fin dalle prime edizioni al Festival di Sanremo si sono esibiti ospiti stranieri di altissimo livello: come non ricordare, per esempio, il leggendario Louis Armstrong, che nel 1968 interpretò – in italiano! – sul palco del Casinò Municipale il brano Mi va di cantare! Più recentemente, dagli anni Ottanta in poi, le maggiori star internazionali sono state ospiti della kermesse sanremese: Madonna, Bono e The Edge degli U2, i Queen, Bruce Springsteen, i Depeche Mode, Paul McCartney e George Harrison dei Beatles, i Dire Straits, Sting, i Duran Duran, gli Oasis, Eminem.

    Fiumi di polemiche hanno sempre accompagnato la presenza di ospiti stranieri al Festival di Sanremo, accusati di distogliere l’interesse dei media dalla competizione canora vera e propria. In effetti negli ultimissimi anni la loro presenza si è notevolmente ridotta, anche se recentemente abbiamo avuto l’opportunità di assistere a una splendida performance del un mito del pop Jennifer Lopez, ma anche i Take That con il figliol prodigo Robbie Williams, Avril Lavigne e la rivelazione britannica Eliza Doolittle.

    Pensate che negli anni ’80 gli ospiti stranieri del Festival di Sanremo erano così tanti che in tre edizioni, precisamente dal 1987 al 1989, per farli esibire tutti fu necessario allestire una struttura alternativa al palco dell’Ariston chiamata Palarock. Erano gli anni in cui a Sanremo planavano personaggi incredibili del panorama pop-rock mondiale, da Paul Simon a Whitney Houston, dagli Smiths ai Simply Red, da Phil Collins ai Bon Jovi.

    Anche il decennio successivo, gli anni Novanta, vide esibirsi sul palco di Sanremo ospiti stranieri di grande prestigio: REM, Blur, Rod Stewart, Annie Lennox, Elton John, Tina Turner, solo per citarne alcuni. Poi, col passare degli anni, si è deciso, opportunamente o meno a seconda dei punti di vista, di riservare la scena ai cantanti di casa nostra. Con qualche eccezione, per fortuna.

    Siamo andati a spulciare Youtube alla ricerca dei video con le esibizioni degli ospiti stranieri al Festival di Sanremo e ne abbiamo trovati tantissimi: è stato molto difficile fare una selezione, noi ci abbiamo provato ma avremmo voluto inserirne almeno il doppio. Vi promettiamo, prima o poi, una seconda parte!

    Il fenomenale ‘Satchmo’, all’epoca sessantasettenne, si esibisce sul palco del Festival di Sanremo 1968 con l’italianissima Mi Va di Cantare. La leggenda vuole che il presentatore di quell’edizione, neanche a dirlo Pippo Baudo, fu costretto a interrompere lo show di Louis Armstrong che voleva continuare a suonare ben oltre il tempo previsto…

    Kate Bush ammalia con la sua particolarissima voce il pubblico di Sanremo nel 1979: eccola esibirsi in Wow.

    Il re della disco music Barry White nobilita il Festival di Sanremo 1981 cantando la sua immortale You’re my first, my last, my everything.

    L’ex leader dei Genesis, Peter Gabriel, con la sua mega hit Shock the monkey. L’esibizione passa alla storia per il lancio con la fune tra il pubblico e… relativa, dolorosissima, schienata!

    Freddie Mercury e i suoi Queen incendiano il palco dell’Ariston con un playback da leggenda nel 1984 sulle note della loro super hit Radio Gaga.

    Bellissima performance dei Culture Club di Boy George a Sanremo 1984 con Victims.

    Memorabile show dei Duran Duran con Simon Le Bon zoppo al Festival di Sanremo 1985: suonano Wild Boys.

    La struggente The power of love dei Frankie goes to Hollywood al Festival di Sanremo 1985.

    Gli Spandau Ballet fra gli ospiti più acclamati di Sanremo 1985 con I Fly for You.

    La grande Whitney Houston ammalia il pubblico di Sanremo nel 1987 con una splendida interpretazione di All at once.

    Il palco dell’Ariston di Sanremo ’87 incendiato dalla performance in playback degli svedesi Europe sulle note della mitica The Final Countdown. Purtroppo l’unico video disponibile su Youtube non è completo.

    Che onore per il Festival di Sanremo ospitare una band grandiosa come gli Smiths di Morrissey: nel 1987, al Palarock, suonano Ask.

    Performance musicalmente meno interessante di tante altre ma passata lo stesso alla storia di Sanremo per l’incidente, se così vogliamo chiamarlo, al vestitino di Patsy Kensit che per alcuni istanti lasciò in bella mostra le ‘grazie’ della popstar inglese.

    Giù il cappello davanti ai Depeche Mode, grandissimi ospiti del Festival di Sanremo 1990 con la loro super hit mondiale Enjoy the silence.

    I Take That al completo – Robbie Williams non aveva ancora mollato – al Festival di Sanremo 1994 con la ballabilissima Relight my fire.

    Benpensanti in rivolta per la comparsa sul palco di Sanremo ’94 del trans Ru Paul insieme ad Elton John: polemiche sterili, ci resta questa bella interpretazione di Don’t go breaking my heart.

    Persino il ‘boss’ Bruce Springsteen si è abbassato a partecipare come ospite al Festival di Sanremo: è accaduto nel ’96 con la meravigliosa The Ghost of Tom Joad.

    Stravagante esibizione dei Blur a Sanremo 1996: la band inglese si presenta sul palco con soli due effettivi elementi della band su quattro, il cantante Damon Albarn e il batterista Dave Rowntree: al posto del bassista Alex James c’è il bodyguard Smoggy e al posto del chitarrista Graham Coxon un… cartonato!

    Il 1998 è, anche, l’anno di Titanic e il Festival di Sanremo non si lascia sfuggire l’occasione di invitare Celine Dion che canta live il tema del film My heart will go on.

    Il duca bianco Dawid Bowie ospite prestigiosissimo del Festival di Sanremo 1997 con il brano Little Wonder.

    Dopo l’apparizione nel 1995 con Take a bow, Madonna torna a Sanremo nel ’98 per presentare il singolo Frozen.

    I due più importanti elementi dei leggendari Led Zeppelin planano come due alieni sul palco dell’Ariston di Sanremo ’98. Dopo ciò, il festival poteva anche essere chiuso per sempre…

    Che dire dei REM a Sanremo nel 1998? Niente, agevoliamo il filmato e lasciamo spazio alla Musica.

    La soave voce di Mariah Carey incanta la platea del Festival di Sanremo 1999 con I still believe.

    Pavarotti riesce a portare 2/4 degli U2 a Sanremo 2000: Bono e The Edge regalano due splendide versioni acustiche di All I want is you e The ground beneath her feet. Da non perdere la comparsata del mito Mario Merola.

    Nella ricchissima edizione del 2000 spazio anche alla mitica Tina Turner con Whatever you need.

    Eminem a Sanremo sta come lo zucchero nel menù di un diabetico, eppure il rapper bianco non si scompone e nel 2001 regala all’attonita platea del festival un ricco medley dei suoi successi.

    La più celebre performance straniera al festival negli anni 2000: il leader dei Placebo, Brian Molko, sfascia chitarra e amplificatore per protestare contro l’obbligo di suonare in playback.

    Ritmi latini al Festival di Sanremo 2002 con Whenever, Wherever dell’allora semi-esordiente colombiana Shakira.

    Applausi per Britney Spears a Sanremo 2002 che canta live il singolone I’m not a girl not yet a woman.

    Bellissima performance della bionda Gwen Stefani, accompagnata da una splendida coreografia, a Sanremo 2005.

    Toccante interpretazione di Ben Harper al Festival di Sanremo 2008, accompagnato per l’occasione dal nostro Jovanotti.

    Nel 2010 arriva anche la mitica J.Lo, Jennifer Lopez, che si esibisce in What is love? e in un medley dei suoi più celebri successi.

    1965

    PIÙ POPOLARI