Dance anni 80: titoli delle canzoni indimenticabili

Dance anni 80: titoli delle canzoni indimenticabili
Tante hit da riscoprire
Di

1289

Dance anni 80 titoli

Dopo il tuffo nella dance anni 90 con i vari Corona, Robert Miles ed Eiffel 65, eccoci a ricapitolare i favolosi anni Ottanta: una disco dance fatta di atmosfere strepitosamente fluo, colori luminescenti, abiti come costumi improbabili e personaggi al limite dell’eccentricità più onirica. I principali successi di quegli anni erano caratterizzati da sonorità elettroniche e testi ridotti a brevi messaggi lanciati in un vuoto vibrante di emozioni. Da Madonna, impagabile interprete di canzoni rimaste nella storia della musica, a gruppi storici come i Village People ecco i titoli più brucianti delle hit della musica dance anni 80.

Voi cosa ballavate negli Eighties? Ecco alcuni video dance anni 80 dal sapore nostalgico che soprattutto nel periodo a cavallo fra il 1983 e il 1987 hanno creato una vera e propria svolta in campo musicale.

La dance music in quegli anni invadeva la pista, mentre il deejay scandiva le serate e in alcuni club iniziavano a dominare i generi house e techno che verranno successivamente lanciati nel futuro.

Si fa risalire infatti al 1986 la nascita ufficiale della House music: sonorità elettroniche e testi in formula di semplici messaggi lanciatinel vibrante spazio di una serata che diventa fluo, mentre gli adolescenti dell’epoca ballano, coloratissimi e stravaganti, una dance potente in un mondo dai contorni irreali, preludio del virtuale che si creerà in un futuro non lontano.

Ed ecco la nostra lista di brani dance anni 80, e non solo dance, proposta rigorosamente in ordine sparso: nessuna classifica perché ognuno dei seguenti pezzi è stato a suo modo una hit da numero 1.

Do You Wanna Spend The Night – Village People

Chi non ha mai ballato sulle note degli scatenatissimi e ambigui Village People: dopo YMCA, inno degli anni Settanta, il decennio successivo si apre con la bellissima Do You Wanna Spend The Night.

Voyage Voyage – Desireless

Onirica e trascinante nelle sue atmosfere fluo, la musica dance in stile anni 80 sapeva essere stranamente esotica e maliziosa nei suoi abiti eccentrici come costumi irreali. Proposta nel 1987 dalla francese Desireless, questa canzone segnerà un successo incredibile a livello internazionale.

Frankie goes to Hollywood – Relax

Il culmine della dance anni 80 con un video che propone un ritornello indimenticabile. Riconoscete il film? La sequenza è tratta dal film di Brian de Palma Omicidio a luci rosse, del 1984.

Eye of the tiger – Survivor

Ricordate questo pezzo? Estraete dal cassetto della memoria le notti incandescenti della vostra adolescenza e le vecchie polaroid dei mai del tutto svaniti anni 80. Non proprio un brano dance, ma all’epoca i dj la proponevano in pista spesso e volentieri.

She Drives Me Crazy – Fine Young Cannibals

Quale affascinante signorina vi ha reso pazzi nei favolosi anni 80? Da osservare il balletto inconfondibilmente intriso delle coreografie che hanno fatto epoca.

I like Chopin – Gazebo

Impossibile non tessere ricordi intorno alla canzone I like Chopin: ha rappresentato uno dei pezzi cult degli anni 80, ma potete ammirarla in un’inedita e recente performance, realizzata a Piacenza qualche anno fa.

Happy children – P. Lion

Uno dei successi più rappresentativi di quegli anni: il 1983 ha assistito all’arrivo di questo successo dalle vibrazioni dance, rimasto immortale nelle classifiche della disco music del periodo.

Girls just want to have fun – Cindy Lauper

Una Cyndi Lauper scatenata per un brano che ha fatto ballare milioni di persone. Ed ecco un’inedita versione del 2009, cosa ne dite?

She’s a maniac – Michael Sembello

A quanto sembra le donne erano davvero terribili negli anni 80! Ma ricompaiono continuamente: eccentriche, indomabili, stravaganti protagoniste.

All Night Long – Lionel Richie

Un giovane Lionel Richie, già leader dei Commodores, nello scatenato e leggerissimo balletto sulle note del fortunato pezzo, tratto dall’album di grande successo Can’t Slow Down del 1983.

The Wild boys – Duran Duran

In una classifica sulla disco music dei favolosi anni Ottanta non potevano mancare i Duran Duran, celebri protagonisti delle camerette di migliaia di adolescenti innamorate di un poster evocatore.

Da Da Da – Trio

Voi ormai la ricorderete come ben nota colonna sonora di un celebre spot, ma questa canzone fu un successo nei primi anni anni Ottanta. Ecco un video tratto direttamente da un live.

It’s a sin – Pet Shop Boys

Altri incredibili protagonisti della dance anni 80, i Pet Shop Boys vi hanno smosso dai divanetti con pezzi memorabili come questo, tra atmosfere fluo e bacini ancheggianti. Ve lo ricordavate?

Physical – Olivia Newton John

Se non l’avevate mai guardato, è giunta l’ora di assaporare questo video dall’atmosfera decisamente trash.

Tarzan boy – Baltimora

Qualche Tarzan boy è ancora tra voi, pronto a rispondere all’appello? Un richiamo alla jungla che ha segnato un’epoca.

Cheri cheri lady – Modern Talking

Ammiccante e sorridente, questa canzone del 1985 con il suo ritmo lieve ha segnato le hit della dance appartenente ai favolosamente fluo anni Ottanta.

Enola Gay – O.M.D.

Qualcuno ha bisogno di presentazioni per questo pezzo? Da ammirare la performance d’epoca.

Life is life – Opus

Avrei desiderato vedervi scatenare al ritmo di questa canzone: un brano dalle atmosfere forti, incandescenti e persino con una sua strana malinconia, qui in una polaroid del tempo.

People from Ibiza – Sandy Marton

Atmosfera fluo e una destinazione che è rimasta tra i sogni proibiti di intere generazioni: Ibiza, terra di feste interminabili, follie e la dance scatenata del popolo della notte.

Papa don’t preach – Madonna

Un’intera classifica non basterebbe per elencare tutti i successi con cui Madonna è stata capace di trascinarvi in pista.

Billy Idol – White Wedding

Altra star della disco music, questa canzone ha segnato un successo. Avete mai notato un look più eccentrico di quello anni Ottanta?

You spin me round – Dead or Alive

Questo brano del 1984 rimase a cavalcare l’onda del successo per innumerevoli settimane: sull’onda del successo dei Culture Club, l’ambiguità divenne una caratteristica di style, mentre il dancefloor bruciava di passione.

Segui NanoPress
torna su
NANOPRESS MOBILE

Scarica gratis l'applicazione NanoPress dall'App Store

IPHONE IPAD