Silvio Berlusconi – Veronica Lario, il divorzio in tribunale: niente accordo sull’assegno di mantenimento

Silvio Berlusconi – Veronica Lario, il divorzio in tribunale: niente accordo sull’assegno di mantenimento

    Silvio Berlusconi – Veronica Lario, il divorzio torna in tribunale. Le parti non hanno trovato l’accordo sull’assegno di mantenimento, quantificato dagli avvocati di lei nella cifra record – volendo anche da versare tutta insieme – di 500 milioni. La ‘lite’ è sulle aspettative di vita: laddove l’ex premier vorrebbe pagare per 10-15 anni, che è poi quanto pensi gli resta da vivere, l’ex attrice e first lady vorrebbe un riconoscimento trentennale, ossia la sua aspettativa di vita. Detto che attualmente Veronica Lario percepisce un mensile pari ad un milione e 400mila euro dall’ex marito, la palla passa al tribunale: saranno i giudici a dover decidere quanto percepirà Veronica per il divorzio.

    Silvio Berlusconi – Veronica Lario, il divorzio torna in tribunale. Le due parti non hanno trovato l’accordo sul mega assegno di mantenimento che l’ex premier dovrebbe versare, per colpa del calcolo sulle aspettative di vita: gli avvocati di lei, che ha 59 anni, chiedono un mantenimento trentennale da un milione e quattrocentomila euro mensili, per un totale di 500 milioni di euro, mentre gli avvocati di lui – che a settembre compirà 79 anni – ribattono che l’assegno dovrebbe essere calcolato sulle aspettative di Berlusconi, pari a non più di 10-15 anni di vita, per una spesa comunque monstre (250 milioni di euro), ma la metà rispetto a quanto chiede Veronica.

    Entro 60 giorni, il tribunale di Monza (presidente Anna Maria Di Oreste, dai giudici Carmen Arcellaschi e Silvia Gaggiotti) dovrà dunque deliberare: non è peraltro chiaro se la cifra di un milione e quattrocentomila euro rimarrà tale, visto che è già stata ritoccata al ribasso.

    In sede di separazione, i giudici del tribunale di Milano avevano infatti stabilito che Berlusconi dovesse versare all’ex moglie (ricca, ma comunque soggetto economicamente più debole del leader di Forza Italia) 3 milioni di euro al mese, una decisione contro cui Berlusconi aveva fatto ricorso in Corte di Appello, vedendosi abbassare l’assegno e restituirsi parte dei soldi già presi dall’ex moglie (36 milioni su 108).

    Silvio Berlusconi e Veronica Lario si sono conosciuti nel 1980: coppia di fatto dal 1985, dopo il divorzio di Berlusconi dalla prima moglie, i due si sono sposati nel 1990 con rito civile; dall’unione sono nati tre figli – Barbara, Eleonora e Luigi; la separazione è arrivata nel 2009 (anche se già dal 2007, dopo i complimenti galanti di lui ad alcune signore durante i Telegatti, senza dimenticare il caso Noemi Letizia, Lario aveva mostrato segnali di insofferenza), dopo alcune indiscrezioni giornalistiche confermate da Miriam Bartolini (questo il vero nome di Lario) all’Ansa.

    443

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DivorzioGossipSilvio BerlusconiSpettacoliVeronica Lario
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI