’1993′, il sequel di ’1992′: la serie tv su Tangentopoli sarà una trilogia

da , il

    ’1993′, il sequel di ’1992′ ci sarà, ediventerà una trilogia con ’1994′: che ci fosse l’intenzione di portare avanti il racconto iniziato son la serie tv vento di Sky Atlantic HD pare scontato fin dal’inizio, ma adesso a dare man forte ai sospetti è arrivata l’ultima battuta della prima serie pronunciata dal protagonista. Leonardo Notte, alias Stefano Accorsi, si trova infatti davanti al Duomo di Milano con Bibi Mainaghi, interpretata da Tea Falco, e con la sua solita aria derisoria afferma ‘Sarà un ottimo 1993‘. Questa è la battuta con cui l’attore saluta i suoi telespettatori, ma ha tutta l’aria di un arrivederci e non di un addio.

    Il racconto di ‘Tangentopoli‘ e l’inchiesta ‘Mani pulite’ che abbiamo visto con 1992, la serie tv capace di superare in termini di ascolti nella messa in onda del suo primo episodio Gomorra – La Serie, è solo alla sua prima fase: 1993 ci sarà, e probabilmente anche 1994, perché c’è tutta l’intenzione di raccontare con una trilogia tutti gli avvenimenti dei primi anni novanta.

    ‘1992‘ in onda suSky Atlantic HD dal 24 marzo 2015 al 21 aprile 2015 è con la rottura, che pare definitiva tra Pietro Bosco e Veronica Castello (interpretata da Miriam Leone) e la morte di Rocco Venturi, ucciso da Leonardo Notte. Con questo scenario così aperto, non mancano certo gli spunti per proseguire nella narrazione, considerando anche la densità di eventi che ha caratterizzato il biennio successivo in Italia.

    Tra critiche positive e negative, il livello degli ascolti si è mantenuto comunque buono: anche sui social non sono mancati i commenti alle 10 puntate, due per ogni appuntamento, che hanno visto Stefano Accorsi protagonista. Con personaggi falsi, ma inchiesta vera, la serie tv ha cercato di raccontare tutti i cambiamenti che hanno investito negli anni novanta il nostro paese. Dopo la visione in contemporanea in cinque paesi, Italia, Inghilterra, Germania, Irlanda e Austria, 1993 sarà capace di eguagliare l’interesse che ha attirato su di sé la prima stagione della serie?