Lorella Cuccarini: ‘Un figlio a 50 anni? Perché no’. E torna in TV con 30 ore per la vita

da , il

    Il nome di Lorella Cuccarini sempre più spesso fa pensare ad una conduttrice TV vecchia scuola che oggi sembra non trovare posto nelle prime serate della TV generalista. Alla presentatrice, però, già mamma di quattro figli, a quanto pare non dispiacerebbe mettere al mondo il quinto, anche se tra un po’ raggiungerà il traguardo degli …anta. Di certo, la pensione è lontana; anche perché tra radio, teatro e meno televisione rispetto al passato, al lavoro pensa praticamente tutti i giorni. Infatti, a breve, in occasione della maratona benefica 30 ore per la vita, la rivedremo sulle reti Rai e La 7, fino al 19 aprile in onda sul Servizio pubblico e dal 20 al 27 sulla rete di Urbano Cairo.

    Intervistata oggi dal quotidiano La Nazione, Lorella Cuccarini ha fatto capire che non le spaventa l’idea di diventare mamma all’età di 50 anni, che compirà quest’estate: ‘Se mi troverei a disagio? Perché? Avrebbe quattro fratelli che gli potrebbero fare da genitori. Certo, i figli è meglio farli da giovani quando si hanno ancora molte energie e tanto entusiasmo. Ma se capitasse, perché no? Però non so per quanto il mio orologio biologico continuerà a ticchettare…’, ha detto.

    In fondo, un po’ lo stesso spirito da mamma propositiva la porterà dal prossimo 19 aprile a condurre sulle reti Rai la maratona di beneficenza che ogni anno fa capolino su Rai 1, Rai 2 e Rai 3 coprendo diverse fasce orarie. Parliamo di 30 ore per la vita, la celebre raccolta fondi per aiutare bambini malati di tumore e che hanno patologie oncoematologiche con le rispettive famiglie.

    Un appuntamento tv – ha precisato al quotidiano – per cui non ha mai ricevuto alcun compenso, ma che ha condotto sempre in qualità di testimonial dell’evento e della campagna di solidarietà: ‘In questi 21 anni non ho mai ricevuto un euro, anzi ho speso qualcosa del mio. Se qualcuno ci chiede un gettone di presenza diciamo di no’, ha concluso.