Isabella Rossellini presidente di giuria a Cannes 2015 nella sezione Un Certain Regard

Isabella Rossellini presidente di giuria a Cannes 2015 nella sezione Un Certain Regard

    L’attrice ed ex modella italiana Isabella Rossellini sarà presidente di giuria della sezione Un Certain Regard al Festival di Cannes 2015. La nomina della Rossellini coincide con la scelta degli organizzatori della rassegna cinematografica francese di raffigurare sua madre Ingrid Bergman nel poster ufficiale di questa edizione, che al centenario della nascita della mitica diva svedese dedicherà diversi eventi come la proiezione del docufilm ‘Ingrid Bergman, in Her Own Words’ di Stig Bjorkman, inserito nella sezione Cannes Classics, e dello spettacolo ‘Ingrid Bergman Tribute’.

    La sezione Un Certain Regard del Festival di Cannes, dedicata alle pellicole d’autore particolarmente audaci e originali, è stata creata nel 1978 ma solo dal 1998 ha iniziato ad assegnare il premio al miglior film. In passato soltanto un altro regista italiano aveva avuto l’onore di presiederne la giuria, Paolo Sorrentino nel 2009, mentre altri importanti presidenti sono stati Jane Birkin nel 2000, Abderrahmane Sissako nel 2003, Alexander Payne nel 2005, Fatih Akin nel 2008, Emir Kusturica nel 2011 e Tim Roth nel 2012. L’anno scorso era toccato invece al regista argentino Pablo Trapero.
    I circa venti film della sezione Un Certain Regard del Festival di Cannes 2015 verranno comunicati, insieme a quelli della Selezione Ufficiale, nella giornata di giovedì 16 aprile.

    Nata a Roma il 18 giugno 1952, Isabella Rossellini è figlia dell’attrice svedese Ingrid Bergman e del regista italiano Roberto Rossellini. Trasferitasi a New York all’età di 19 anni, ha lavorato inizialmente come giornalista e traduttrice, prima di iniziare a 28 anni, età inusuale per cominciare questo tipo di attività, una fortunata carriera di modella. In quel periodo ha collaborato con i maggiori fotografi di moda del mondo ed è apparsa sulle copertine di prestigiose riviste internazionali (Vogue, Marie Claire, Harper’s Bazaar, Vanity Fair), diventando inoltre per molti anni la testimonial esclusiva della nota marca di cosmetici Lancôme.

    Parallelamente si è dedicata anche al cinema, e non poteva essere altrimenti vista la discendenza.

    Ha esordito nel ’79 nel film Il Prato, mentre nell’85 ha recitato nel suo primo film americano, Il Sole a Mezzanotte, anche se la pellicola che gli ha dato maggior fama è stata senz’altro Velluto Blu di David Lynch (1986). Altri ruoli importanti che si ricordano sono quelli di Cugini, Cuore Selvaggio, La Morte ti fa Bella, Fearless – Senza paura, Fratelli e The L’Odissea.

    A partire dal 2003 Isabella Rossellini ha partecipato come guest star in alcuni episodi della serie tv Alias, e nello stesso anno è apparsa nel film The Saddest Music in the World. Poi l’abbiamo vista nella miniserie The Legend of Earthsea e nella produzione indipendente La Sindrome di Stendhal.

    A livello di riconoscimenti, nell’87 ha ricevuto un Independent Spirit Awards come migliore attrice protagonista per Velluto Blu e nel ’97 ha ottenuto altre due candidature al premio. Vanta inoltre una nomination ai Golden Globe come migliore attrice in una miniserie o film per la tv per il suo ruolo in Crime of the Century, e una agli Emmy Award come guest star nella serie drammatica Chicago Hope.

    Festival di Cannes 2015 poster

    581

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI