Rocco Siffredi e l’Isola dei Famosi, la moglie: ‘Ero preoccupata’

da , il

    Rocco Siffredi e l’Isola dei Famosi hanno innescato un connubio a dir poco esplosivo. Sicuramente questo personaggio famoso è stato uno di coloro che ha saputo maggiormente catalizzare l’attenzione, fra tutti i vip che hanno partecipato al noto reality show televisivo. Eppure, intervistata dal settimanale Oggi, la moglie di Siffredi, Rozsa Tassi (o Rosa Caracciolo), ha assicurato che quello che abbiamo visto in tv è esattamente l’uomo che ama da 23 anni. Rozsa ha fatto riferimento a tutte quelle fragilità che di Rocco sono emerse durante il programma televisivo e durante la sua permanenza sull’isola.

    Proprio per questo la moglie ha confessato di essere stata anche abbastanza preoccupata, considerati anche alcuni problemi di salute dell’attore. Rozsa ha rivelato che il marito ha subito un trapianto di cornea, è stato operato alla schiena e ha l’artrosi ad una spalla. Nonostante questo, possiamo dire che, al di là delle preoccupazioni legittime della moglie, Rocco Siffredi se l’è cavata benissimo.

    Certo, Valerio Scanu è riuscito a batterlo nel televoto in apertura dell’ultima puntata, ma questo non è valso ad oscurarne l’immagine. I più criticoni (anche un po’ moralisti) avranno sempre da ridire su questo personaggio, specialmente per la sua professione, ma la stessa Rozsa ha specificato che in realtà non c’è niente di male.

    La moglie di Rocco Siffredi ha detto che all’inizio, quando ha appreso del suo lavoro, era scioccata, ma poi ha dovuto ricredersi. Ecco quali sono state le sue esatte parole: “All’inizio ero scioccata: poi sono stata con lui sul set e ho visto quanto quel lavoro è freddo, meccanico, anti sessuale. Lì ho capito che non avevo motivo di essere gelosa. Io non soffro e non capisco perché Rocco abbia detto che ha paura di perdermi. Non c’è questo rischio”.

    Nessun problema, quindi, per Rozsa, che si dichiara sicura di sé e perfettamente pronta, ormai da tempo, ad accettare quello che il marito fa sul set. Rocco, quindi, non dovrebbe affatto preoccuparsi, perché non c’è il rischio che il suo lavoro possa avere ripercussioni sulla sua vita di coppia. D’altronde è tutto molto semplice: Rozsa non soffre e questo le basta per riuscire a mandare avanti con serenità la vita coniugale.