Un posto al sole, bacio gay nella soap opera di Rai 3: è polemica

da , il

    Amor vincit omnia. A Rai 3 si va fieri del bacio gay mostrato ad Un posto al sole, la soap opera ambientata a Napoli. Nella puntata di venerdì scorso 13 marzo, la rete ha trasmesso per la prima volta un bacio tra due ragazzi, i protagonisti Sandro (figlio dell’imprenditore Roberto Ferri) e Alessio. Una scelta che fa onore alla terza rete Rai e che rispetta la sua mission che si pone infatti l’obiettivo di fare cultura. Le polemiche però non sono mancate anche stavolta: sulla pagina Facebook della soap i fans di Upas si sono divisi.

    Ed è su Facebook, contenitore estremo di opinioni, commenti, dicerie e punti di vista, che la polemica si è consumata. Nel 2015 c’è chi ancora discute di amore etero e di amore omosessuale, dividendo il mondo in categorie e attribuendo a talune anche il rischio della pericolosità.

    L’Italia non è ancora matura per questo‘, scrive un utente on line. Gli ‘autori di un posto al sole x piacere rimanete nella natura sobria, le puntate! Niente scambi, cambi di sponde, meglio la normalità‘. E, proprio dove l’opinione talvolta si mescola in rete col rischio di disturbare l’intimità altrui, si trovano anche commenti in linea con la scelta di Rai 3 di trattare con normalità, perché di questo si tratta, l’omosessualità:

    Trovo che in questo momento di ‘sentinelle‘, convegno pro famiglie tradizionali e politici ignoranti non si potesse tratta di un argomento migliore‘, scrive un utente. Un altro gli va dietro: ‘Storico bacio gay, con tanto di storia d’amore tra due uomini in una puntata di Un posto al sole‘.

    Del resto, non è certo la prima volta che un bacio – in quel caso fu lesbo – va in onda nella popolare soap decennale di Rai 3. In principio si trattò di un’allusione: una notte di passione tra Elena Giordano (figlia di Marina) e Caterina. Poi, arrivò il bacio di Marina con Aurora, madre di Ilaria in preda ai tormenti. Come spesso accade, però, fortunatamente c’è chi ha apprezzato la trasmissione di un momento fatto principalmente di tenerezza. Il resto è odio, per non dire altro.