La Solita Commedia – Inferno: trailer e trama del film con Biggio & Mandelli

da , il

    Biggio & Mandelli in La Solita Commedia - Inferno

    Francesco Mandelli e Fabrizio Biggio, ovvero i Soliti Idioti, tornano al cinema il 19 marzo 2015 con La Solita Commedia – Inferno, primo capitolo di una trilogia tutta da ridere liberamente (molto liberamente…) ispirata alla Divina Commedia di Dante Alighieri. I due comici, reduci dalla partecipazione al Festival di Sanremo 2015 con il brano Vita d’inferno, sono non soltanto protagonisti ma anche registi del film, insieme a Martino Ferro.

    La trama di La Solita Commedia – Inferno è ambientata ai giorni nostri, nel 2015: l’Inferno è nel caos, visto che ogni giorno una schiera di nuovi peccatori (per esempio gli hacker) arriva ad affollare gli uffici di Minosse, e non trovando una giusta collocazione si disperdono tra i vari gironi. Lucifero viene ricevuto direttamente da Dio, che cerca una soluzione. L’idea vincente è una catalogazione dei nuovi peccati sulla Terra. E a chi affidare quest’incarico se non a Dante Alighieri (Francesco Mandelli), che già una volta, a suo tempo, svolse questo compito con eccellenti risultati?

    Dante viene così catapultato in una grande città italiana, e trova finalmente la sua guida, colui che lo accompagnerà alla ricerca dei ‘nuovi peccati’: Demetrio Virgilio (Fabrizio Biggio), un trentenne precario che si appresta, come ogni mattina, ad affrontare un’altra ‘giornata d’Inferno’.

    La Solita Commedia – Inferno è il terzo lungometraggio cinematografico, dopo I Soliti Idioti e il sequel I 2 Soliti Idioti, della consolidata coppia Francesco Mandelli – Fabrizio Biggio, salita alla ribalta nel 2009 con la sitcom cult I Soliti Idioti trasmessa per 52 puntate su MTV Italia fino al 2012 e vincitrice di due Best MTV Show ai TRL Awards 2011 e 2012.

    La sitcom, ispirata alla serie comica inglese Little Britain, è nata come omaggio alla commedia all’italiana della seconda metà del ’900 e con l’obiettivo di ironizzare sulla figura dell’italiano medio. Riprendendo i temi tipici della commedia di casa nostra, Biggio e Mandelli hanno infatti rappresentato in modo satirico e grottesco la vita quotidiana di un italiano normale, sfruttando stereotipi e archetipi infissi nel tempo a rappresentare l’Italia e i suoi abitanti. La sitcom I Soliti Idioti ha ottenuto un successo tale da sfociare in due film per il cinema, girati entrambi da Enrico Lando, premiati al botteghino da incassi record, soprattutto il primo. E adesso Francesco Mandelli e Fabrizio Biggio ci riprovano cimentandosi con Dante e La Divina Commedia. Come risponderà il pubblico al botteghino?