Amanda Lear a Domenica In: ‘Sono i ragazzi a venire da me’

da , il

    Amanda Lear a Domenica In è tornata ad apparire in tv più splendida che mai. Intervistata, ha rivelato che in questo momento si sta dedicando soprattutto al teatro e su questo argomento riserva una battuta nel suo solito stile. Amanda Lear ha dichiarato di fare teatro perché per lei rappresenta un’ottima terapia. Si è dichiarata una persona introversa, che proprio a teatro può trovare lo spazio per esprimere tutto con le emozioni. Amanda non sembra aver trovato il segreto della felicità, anche se dice di vivere con 10 gatti e di essere felicissima.

    Eppure la soubrette non dovrebbe soffrire affatto di solitudine, soprattutto perché ha avuto molte relazioni con uomini più giovani di lei, che sicuramente hanno lasciato il segno. E proprio a questo proposito Paola Perego le ha chiesto se funzionano le relazioni con i più giovani.

    A questo punto la Lear ha risposto: “La cosa è molto semplice. Sono i ragazzi a venire da te. Io non sono mai andata a cercare un ragazzo, a sedurlo. Sono loro a fare i primi passi. I ragazzi di oggi hanno capito che la donna un po’ più grande porta un’altra cosa, una cosa non trova con le ragazze più giovani. Si sentono più sicuri, la donna più grande è piena di esperienza… e poi magari li porta anche nei ristoranti buoni e la cosa aiuta pure”.

    Amanda però è consapevole di come queste storie lascino il tempo che trovano e sa benissimo che la differenza di età influisce. Infatti ha rivelato a Paola Perego che le storie con uomini più giovani non possono durare. Al limite si protraggono per due o tre anni, ma poi la coppia “scoppia”.

    Il suo fascino continua ad essere irresistibile e a proposito di bellezza, della propria bellezza, Amanda Lear racconta: “Chi mi ha fatto capire che ero bella? Il dentista. Avevo i denti storti, mi misero l’apparecchio. Ero complessata. Poi ero troppo alta, avevo i capelli lisci, piatta. Ma venne il periodo di Françoise Hardy, si portavano le donne alte, magre. Improvvisamente ero giusta. E allora capì che non ero poi così male”.

    L’attrice e presentatrice tv continua a conquistare il suo pubblico e, senza presunzioni, ha affermato che per una donna più grande essere corteggiata da un ragazzo giovane è qualcosa che la fa sentire desiderata. Ma con una nota di amarezza racconta che è terribile trovarsi in una società in cui le donne già a 30 anni pensano di essere da buttare, perché vengono “sorpassate” dalle 15enni in minigonna.