NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Crozza a diMartedì del 10 marzo 2015, il Pd come la torta sbrisolona

Crozza a diMartedì del 10 marzo 2015, il Pd come la torta sbrisolona
da in Comici, DiMartedì, Giovanni Floris, Maurizio Crozza, Programmi TV, Spettacoli, Televisione
Ultimo aggiornamento:

    Crozza a diMartedì del 10 marzo 2015: la copertina del programma condotto da Giovanni Floris su La7 è come sempre affidata al comico genovese, che ha molti argomenti di cui parlare, partendo proprio dal Pd, che paragona alla torta sbrisolona: il partito è sempre diviso tra mille correnti di pensiero, ma sul voto alle riforme diventa compatto come non mai. Maurizio Crozza invita il conduttore a seguire il suo ragionamento, ma non è difficile cedere alla verve del comic0 che, per non trascurare gli latri pariti, non tralascia Forza Italia e il Movimento 5 stelle, per passare poi alla spaccatura della Lega: ce n’è pe rtutti i gusti politici.

    E’ come se ti cadesse per terra la borsa della spesa e si rompesse tutto tranne le uova‘: Maurizo Crozza usa questa metafora per raccontare la sua visione del Pd. Il Partito di Renzi è sempre discordante, ma ha trovato il punto d’unione sul voto alle riforme. Voce fuori dal coro quella di Bersani: le uova al politico, come dire, girano.

    Sì perché, Crozza definisce Bersani l’uomo dei penultimatum’ e le sue parole hanno messo paura (e qui usiamo un vocabolario più consono). E non poteva mancare, a questo punto, la mitica imitazione del parlamentare, che nonostante tutte le parole poi vota sempre sì, perché ‘Lo struzzo mette la testa sulla sabbia, ma il sedere rimane fuori‘.

    E poteva non esserci un riferimento alla divisone di Forza Italia in tre: partendo dal fatto che il comico già dubitava dlel’esistenza di una sola compagine, Crozza si domanda come mai solo adesso ci si accorge del deficit democratico all’interno del partito. La presenza in studio di Toti permette al genovese di rivolgersi a lui, il fedelissimo di Silvio che con Brunetta formano la coppia del gatto e il gatto, la volpe manca.

    Dopo una breve imitazione di Brunetta, che va a ‘forza di bile’, ce n’è anche per la Lega: nello scontro Tosi-Zaia, esce vincente la Moretti, presente in studio alla quale viene rivolta la battuta ‘Dove ha sbagliato Moretti? Gli uomini più importanti della sua vita sono Giletti e Tosi’. E a questo punto, anche il riferimento ai grillini, che si sono separati per votare Renzi, vien da sé: in cambio del voto, loro hanno ‘solo’ chiesto ‘un ministero, documenti nuovi, un lifting facciale e un elicottero sul tetto di Montecitorio’.

    La chiusa della copertina passa attraverso le parole di Gianroberto Casaleggio/ Crozza: tanto dialodo da qui al 2025 per i parlamentari che cambieranno spesso partito. Così tanto dialogo che ‘Nel 2035 anche l’Isis finirà a Porta a Porta‘, ma sempre pronti a far esplodere i plastici del presentatore.

    524

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ComiciDiMartedìGiovanni FlorisMaurizio CrozzaProgrammi TVSpettacoliTelevisione
    PIÙ POPOLARI