Sanremo 2015, conferenza stampa 13 febbraio: ‘Samantha in differita? Colpa della NASA’

Sanremo 2015, conferenza stampa 13 febbraio: ‘Samantha in differita? Colpa della NASA’
da in Festival di Sanremo 2016, Musica, Sanremo 2015, Spettacoli, Televisione
Ultimo aggiornamento:

    Giancarlo Leone, Carlo Conti e il resto dello staff di Sanremo 2015 si sono ritrovati per la conferenza stampa del 13 febbraio, occasione propizia per ribadire gli ottimi indici d’ascolto della terza serata (10.586.000 spettatori, pari al 49.51% di share) e per annunciare gli ospiti e le novità della corposa puntata di stasera, che prevede l’esecuzione di tutte le 20 canzoni dei Big (con quattro eliminazioni) e la finalissima delle Nuove proposte.

    E a proposito dei Giovani, anche stavolta il conduttore toscano ha rimarcato la felice intuizione di inserire la gara delle nuove proposte a inizio serata: una scelta ampiamente premiata dal pubblico televisivo, visto che le due sfide di giovedì, quelle che hanno visto fronteggiarsi Giovanni Caccamo vs Serena Brancale e Amara vs Rakele, sono state viste da 9.703.000 telespettatori con il 32.70% share. Un’audience che ragazzi così giovani non si sarebbero mai neanche sognati.

    Carlo Conti ha poi spiegato la faccenda del collegamento con l’astronauta Samantha Cristoforetti, che a differenza di quanto previsto si è svolta in differita (senza però avvisare il pubblico a casa). Conti ha precisato che non si poteva fare altrimenti, perché l’orario del collegamento lo ha deciso la NASA e non la RAI e la Cristoforetti era disponibile solo alle 16:30, per cui il Festival si è dovuto adattare. Sul fatto di non aver specificato che si trattava di una differita, il presentatore ha minimizzato dichiarando che non era poi così importante e inoltre ‘tutti hanno fatto così’ (stoccatina a Fabio Fazio? Anche se a Che Fuori Tempo Che Fa pare che l’astronauta fosse effettivamente in diretta).

    Successivamente Conti ha detto che Raf, le cui performance sotto tono hanno allarmato il pubblico, in effetti non sta per niente bene a causa di una bruttissima tosse gli impedisce addirittura di parlare, figuriamoci di cantare in maniera intonata. Però ha poi aggiunto che il cantante pugliese, che ieri è stato in ospedale per alcuni controlli, oggi sta un po’ meglio e ce la metterà tutta per regalare un’esibizione all’altezza della sua fama.

    Incalzati dalla domanda di un giornalista, Leone e Conti hanno poi dato il loro giudizio sui dissacranti sketch di Luca e Paolo, giudicandoli in maniera assolutamente positiva nonostante abbiano toccato temi delicati quali la morte e le unioni gay.

    Infine Giancarlo Leone (direttore di Raiuno) ha anticipato qualcosa riguardo il bilancio economico di Sanremo 2015, affermando che, male che vada, la kermesse chiuderà con un saldo positivo di circa 4 milioni di euro, ma che su questo punto sarà più preciso al termine del Festival.

    Detto questo, riguardo la scaletta di stasera, quarta serata di Sanremo 2015, si aprirà con le semifinali dei giovani (Amara vs Kutso e Enrico Nigiotti vs Giovanni Caccamo, il sorteggio si è svolto proprio durante la conferenza stampa), poi canteranno i primi 10 Big, ci sarà la finale delle Nuove Proposte (più o meno alle ore 23) e quindi chiuderanno i restanti 10 Big. Solo al termine si conosceranno i 4 campioni eliminati.
    Gli ospiti previsti sono Giovanni Allevi, The Avener, Virginia Raffaele, Antonio Conte e di nuovo i Pilobolus, la dance company che gioca con le ombre cinesi.

    568

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Festival di Sanremo 2016MusicaSanremo 2015SpettacoliTelevisione
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI