NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Sanremo 2015 seconda serata: Charlize Theron regina dell’Ariston

Sanremo 2015 seconda serata: Charlize Theron regina dell’Ariston
da in Charlize Theron, Festival di Sanremo 2016, Musica, Sanremo 2015, Spettacoli
Ultimo aggiornamento:

    Anche la seconda serata di Sanremo 2015 è scivolata via in tutta sicurezza: niente polemiche, niente cadute di stile, niente di niente. Solo canzoni, lustrini e pailettes, come succedeva ai tempi del mitologico Pippo Baudo e come Carlo Conti ha preteso e pretende per un Festival all’insegna della tradizione. E visto che gli ascolti della prima puntata gli hanno dato ragione, giusto continuare sulla stessa falsariga, no?
    La regina della seconda serata non è stata però una cantante ma l’attrice sudafricana Charlize Theron, che ha incantato la platea con la sua bellezza e la sua eleganza assolutamente naturali. Applausi anche per Biagio Antonacci, che ha omaggiato lo scomparso Pino Daniele cantando Quando.

    Alle 20:44 Carlo Conti ha aperto la seconda serata di Sanremo 2015 senza nessuna anteprima, ma subito con la grande novità delle Nuove Proposte inserite in prima serata e non più a notte fonda come nei precedenti Festival.

    La prima sfida tra i giovani di Sanremo 2015 ha messo di fronte i Kutso e Kaligola, entrambi romani. I primi hanno proposto l’allegra ma un po’ sconclusionata Elisa (6), il secondo si è cimentato in un rap molto scolastico, Oltre il Giardino (5,5). E in effetti, pur non convincendo entrambi, hanno prevalso i Kutso.

    Seconda sfida tra il livornese Enrico Nigiotti e la savonese Chanty. L’ex Amici ha convinto con Qualcosa da Decidere (7), in assoluto (big compresi) uno dei migliori pezzi ascoltati a Sanremo 2015, mentre Chanty ha proposto un pezzo decisamente più convenzionale, Ritornerai (6), cantato comunque molto bene. Il televoto ha però premiato la verve di Enrico Nigiotti che, insieme ai Kutso, ritroveremo nella semifinale di venerdì.

    Soltanto alle 21:25 è finalmente iniziata la gara dei Big. Prima a esibirsi Nina Zilli con Sola (6), il solito pezzo d’antan alla… Nina Zilli. Poi una vecchia conoscenza, Marco Masini, vincitore già nel 1990 e nel 2004, ritornato all’Ariston con Che Giorno E’ (6,5), un brano degno della sua fama: scommettiamo che lo ritroveremo nella top-5 finale? Terza Anna Tatangelo, che a soli 28 anni è già una veterana del Festival di Sanremo con ben sette partecipazioni. Che dire della sua Libera (6), scitta da Kekko dei Modà? Se vi aspettate la solita insufficienza resterete delusi, Anna ha eseguito con garbo un brano non trascendentale ma onesto, orecchiabile.

    Nel frattempo erano già entrate in scena Arisa ed Emma, valorizzate da look decisamente azzeccati (intrigante soprattutto il vedo-non-vedo di una sorprendentemente prosperosa Miss Pippa). Poi, tra l’inutile ospitata di Joe Bastianich e l’ingresso della sempre bellissima Rocío Muñoz Morales, ha cantato Raf l’anonima Come Una Favola (5,5), canzone che è purtroppo scivolata via senza incidere (scriviamo ‘purtroppo’ perché siamo suoi grandi fan dai gloriosi tempi di Self Control e ci aspettavamo molto di più).

    Il ritmo incalzante voluto da Carlone Conti ha poi portato in scena il super ospite italiana della seconda serata di Sanremo 2015, quel Biagio Antonacci (esordiente sul palco dell’Ariston nel lontano 1988) che prima ha regalato al pubblico un medley di suoi quattro successi, Se Io Se Lei, Dolore e Forza, Pazzo di Lei e Sognami, poi ha elegantemente omaggiato il compianto Pino Daniele con Quando.

    Dopo Antonacci è stata la volta dei tre ragazzi de Il Volo, considerati dai bookmaker i favoriti numero uno del Festival. Hanno uno stile ‘vecchio’ (sembrano degli Al Bano ventenni, ha detto giustamente qualcuno) ma piacciono al pubblico, o almeno a una buona parte di pubblico, e la loro Grande Amore (6) potrebbe davvero rispettare i pronostici degli scommettitori e vincere il Festival, che piaccia a no.

    Invece sulla splendida Charlize Theron cosa possiamo dire? Illegalmente bella, straordinariamente affascinante, obiettivamente educata nel rispondere a domande così banali. Ma è la dura legge che tocca a tutti i divi hollywoodiani che fanno capolino all’Ariston.

    E dopo il breve omaggio di Rocio Munoz Morales e Fabrizio Mainini sulle note di Lei Verrà di Mango, la competizione è solennemente ripartita prima con Irene Grandi, un po’ troppo sommessa con Un Vento Senza Nome (5,5), e poi con Lorenzo Fragola, vincitore dell’ultimo X Factor, che ha decisamente pagato l’emozione dell’impatto con l’Ariston. La canzone Siamo Uguali (6) è infatti carina, ma lui l’ha eseguita malissimo. Avrà il tempo di rifarsi…

    Momento comico con Angelo Pintus che sul finale del proprio sketch ha accennato un piccolo omaggio a Charlie Hebdo, poi il palco dell’Ariston si è colorato per l’ingresso dei soliti idioti Biggio & Mandelli che, alla maniera dei mitici Cochi & Renato, hanno cantato la cabarettistica Vita d’Inferno (5,5 per l’audacia). E dopo il premio a Pino Donaggio per i 50 anni di Io Che Non Vivo, la siciliana Bianca Atzei ha eseguito il suo brano intitolato Il Solo al Mondo (5,5) e infine il rapper Moreno ha chiuso la gara con Oggi Ti parlo Così (6,5), che per lo meno ha portato qualcosa di diverso.

    La serata è poi andata velocemente verso la conclusione con l’intervento di Luca e Argentero, Claudio Amendola ed Edoardo Leo per la marchetta del film Io e la Giulia, dell’ex calciatore dell’Inter Javier Zanetti, ambasciatore di Expo 2015, e della popstar Marlon Roudette che ha cantato When The Beat Drops Out. Senza dimenticare Conchita Wurst, l’ospite ‘scomodo’ di Sanremo 2015, strategicamente inserito dopo la mezzanotte (Raiuno è pur sempre Raiuno…) ma che in fin dei conti si è limitato a presentare il suo nuovo singolo Heroes, un power pop europeo che andrà benone nei paesi tedeschi e scandinavi.

    Poi Carlo Conti ha chiuso il televoto annunciando i primi verdetti parziali: Irene Grandi, Il Volo, Lorenzo Fragola, Marco Masini, Nina Zilli e Raf sono posizionati bene, mentre Anna Tatangelo, Bianca Atzei, Biggio & Mandelli e Moreno sono a rischio. Ma tutto ancora può succedere.

    Appuntamento a giovedì febbraio con la terza serata di Sanremo 2015!

    1092

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Charlize TheronFestival di Sanremo 2016MusicaSanremo 2015Spettacoli
    PIÙ POPOLARI