Sanremo 2015 prima serata: Al Bano e Romina Power oscurano i cantanti in gara

Sanremo 2015 prima serata: Al Bano e Romina Power oscurano i cantanti in gara
da in Al Bano, Festival di Sanremo 2016, Musica, Romina Power, Sanremo 2015, Spettacoli
Ultimo aggiornamento:

    Si è chiusa da poco una prima serata di Sanremo 2015 senza particolari colpi di scena (nessuno ha minacciato di lanciarsi sul palco come nella scorsa edizione) ma che Carlo Conti ha portato al termine con estrema professionalità, come del resto era lecito aspettarsi da un conduttore del suo calibro. Canzoni come al solito senza infamia e senza lode (ma dopo un maggior numero di ascolti potremo apprezzarle meglio) e ospiti che hanno nobilitato la platea dell’Ariston, a cominciare dall’attesissima reunion di Al Bano e Romina Power che ha emozionato i vecchi aficionados del Festival. Ma vediamo nel dettaglio cos’è successo nella prima serata di Sanremo 2015.

    Dopo una lunghissima (forse troppo) anteprima durata circa 40 minuti, un po’ sullo stile dell’X Factor Daily (per non parlare della passerella – registrata il giorno prima – simil Grande Fratello), Carlo Conti si è palesato alle 21:16 dando il via all’edizione numero 65 del Festival di Sanremo.

    La prima concorrente a scendere le scale dell’Ariston è stata Chiara, avvolta in un lungo vestito giallo. La cantante padovana, vincitrice di X Factor 2012 e alla sua seconda partecipazione al Festival, ha interpretato Straordinaria (6,5), un brano orecchiabile che potrebbe piazzarsi molto bene (vedremo domattina le indicazioni dei bookmaker). Difficile invece che possa vincere Gianluca Grignani con Sogni Infranti (5), autore ahilui di una performance sfiatata e biascicante che ha scatenato l’ironia sui social. Ma ha ancora un’altra chance per rifarsi.
    Dignitoso come sempre Alex Britti, anche se il velleitario intro di chitarra della sua Un Attimo Importante (6) prometteva decisamente di più, mentre con Adesso è Qui (6,5) la brava Malika Ayane ha sciorinato la sua inconfondibile classe senza però convincere fino in fondo.

    Nel frattempo avevano già fatto il loro ingresso sul palco le due ‘insolite’ vallette Emma e Arisa, inevitabilmente più a loro agio come cantanti (come quando hanno interpretato Il Carrozzone di Renato Zero) che come presentatrici, la figona di straniera di quest’anno, Rocío Muñoz Morales, e la bizzarra famiglia Anania di Catanzaro, che con i suoi 16 figli è la più numerosa d’Italia. E a proposito degli Anania, i continui riferimenti (per carità, legittimi da parte sua, però anche un po’ stucchevoli) del capofamiglia al Padreterno, alla Provvidenza e allo Spirito Santo hanno suscitato qualche ilarità in sala.

    Primo super ospite della prima serata di Sanremo 2015 Tiziano Ferro con un medley di suoi successi, Non Me Lo So Spiegare, Sere Nere e Il Regalo Più Grande, e l’ultimo singolo Incanto dalla sua recente raccolta TZN – The Best of Tiziano Ferro.

    Dopo Tiziano Ferro è ripresa la gara con i Dear Jack. Secondi nell’ultima edizione di Amici di Maria De Filippi ma soprattutto primi per diverse settimane in classifica con l’album d’esordio Domani è Un Altro Film, la giovanissima band capitanata da Alessio Bernabei ha debuttato all’Ariston mostrando una buona padronanza della scena e cantando un brano, Il Mondo Esplode Tranne Noi (6), che non è niente di speciale ma sarà spinto molto in alto dal televoto.

    Quindi l’ospite comico della serata, Alessandro Siani, con il suo classico repertorio di battute in salsa partenopea. Al popolo dei social non è però piaciuta la battuta sul bambino obeso seduto in prima fila, che onestamente poteva evitare.

    Peccato per questo scivolone, ma poi i due si sono abbracciati nei camerini.

    Detto di Lara Fabian, la cantante italo-belga Lara Fabian che con la sua Voce (5) è scivolata via senza lasciare particolari tracce, alle 22:55 abbiamo assistito all’evento più atteso dell’intero Festival di Sanremo 2015: la reunion tra Al Bano e Romina Power a oltre vent’anni dall’ultima volta all’Ariston. I due hanno presentato un medley di vecchi successi con Cara Terra Mia, Ci Sarà (con cui vinsero Sanremo nel 1984) e Felicità, poi Al Bano ha cantato la sua classicissima E’ La Mia Vita. Momento nostalgia ai massimi livelli.

    Congedati Al Bano e Romina, è finalmente ripresa la gara con Nek, uno che ha esordito proprio al Festival di Sanremo e che è tornato con Fatti Avanti Amore (7), un bel pezzo radiofonico con sonorità alla Coldplay. Poi la strana coppia Grazia Di Michele-Mauro Coruzzi aka Platinette con un brano fin troppo sussurrato, Io Sono Una Finestra (5,5), la bella Annalisa, che ha cantato la delicata Una Finestra Tra Le Stelle (6), e infine l’ex rapper Nesli, ormai convertitosi al pop, che ha chiuso la prima tranche di gara con Buona Fortuna Amore (6,5), altro brano che piacerà parecchio alle radio.

    A mezzanotte in punto sono infine entrati in scena i grandi ospiti internazionale della serata: gli americani Imagine Dragons che hanno eseguito dal vivo Demons, il loro singolo di maggior successo in Italia, e poi la nuovissima I Bet My Life, proposte entrambe in un inedito arrangiamento folk.

    Poi Carlo Conti ha chiuso il televoto annunciando i primi verdetti parziali: i Dear Jack, Malika Ayane, Chiara, Nesli, Annalisa e Nek sono posizionati bene, mentre Lara Fabian, Grazia Di Michele & Mauro Coruzzi, Gianluca Grignani e Alex Britti sono a rischio. Ma tutto ancora può accadere.

    Appuntamento a mercoledì 11 febbraio con la seconda serata di Sanremo 2015!

    950

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Al BanoFestival di Sanremo 2016MusicaRomina PowerSanremo 2015Spettacoli
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI