Sanremo: scandali e polemiche nella storia del Festival della Canzone Italiana

Sanremo: scandali e polemiche nella storia del Festival della Canzone Italiana, dal bacio di Roberto benigni alla farfalla di Belen.

da , il

    Impossibile quantificare, dal 1951 a oggi, il numero di polemiche e scandali che hanno colpito il Festival di Sanremo. In 64 anni di kermesse canora ne sono davvero successe di cotte e di crude: eventi tragici, come il suicidio (?) di Luigi Tenco del ’67, e altri decisamente più leggeri (vi ricordate la ‘farfallina’ di Belen?) ma che hanno comunque fatto scalpore, facendo discutere l’Italia intera per settimane. Ecco, in questa occasione ci occuperemo proprio degli eventi un po’ più frivoli, presentando 10 episodi ‘sopra le righe’ che hanno destabilizzato non poco la sacralità del Teatro Ariston.

    La lingua lunga di Roberto Benigni (1980)

    Non pago dell’irriverente ‘Wojtylaccio’ rivolto in diretta a Giovanni Paolo II, al Festival di Sanremo 1980 l’emergente comico toscano Roberto Benigni si rese pure protagonista di appassionantissimo (e lunghissimo) bacio lip-to-lip con la valletta Olimpia Carlisi.

    Marina Occhiena licenziata per ‘corna’ (1981)

    Nel 1981 il quartetto dei Ricchi e Poveri era tra i concorrenti più attesi della manifestazione. Ma, a sorpresa, sul palco si presentarono in tre, senza la bionda Marina Occhiena. Come mai? Alla vigilia della prima serata la bella Marina venne licenziata dal gruppo perché si scoprì la sua relazione con il compagno della collega Angela Brambati, la mitica ‘brunetta’.

    Le chiappe dei Bad Manners (1981)

    Durante Sanremo 1981 il corpulento cantante Buster Bloodvessel dei Bad Manners, famosa band ska britannica che era tra gli ospiti del Festival, concluse la sua esibizione abbassandosi pantaloncini e mutande e mostrando le chiappe all’allibito pubblico dell’Ariston. Purtroppo non si trovano in rete testimonianze foto/video di quanto accaduto.

    Il finto pancione di Loredana Berté (1986)

    Benpensanti in rivolta nel Festival del 1986 per il finto pancione di Loredana Berté, accusata di aver deriso il momento più alto della femminilità e di scarsa sensibilità nei confronti delle donne che non possono avere figli. Loredana si difese affermando di aver voluto rappresentare la donna nelle sue diverse sfaccettature: in gravidanza, nella vita quotidiana e come femme fatale.

    La spallina di Patsy Kensit (1987)

    Celebre popstar degli anni ’80, famosa sia per le sue canzoni che per i matrimoni fortunati, Patsy Kensit fu protagonista di un non si sa quanto involontario fuori programma al Festival ’87, quando durante la performance sul palco le scivolò una spallina dell’abito lasciando in bella vista un seno.

    L’irruzione di Cavallo Pazzo (1992)

    Celebre ‘disturbatore’ dell’epoca, negli stadi come in televisione, il compianto Mario Appignani detto Cavallo Pazzo si fece riconoscere anche al Festival di Sanremo 1992, irrompendo sul palco in diretta TV e urlando ‘Questo Festival è truccato, lo vince Fausto Leali’, trattenuto a stento da Pippo Baudo. Per la cronaca vinse Luca Barbarossa.

    Pippo Baudo sventa un (finto?) suicidio (1995)

    Al Festival di Sanremo 1995 Superpippo Baudo salvò in diretta un povero disoccupato, tale Giuseppe Pagano, che minacciava di gettarsi dalla galleria dell’Ariston. Ma lo stesso Pagano confessò tempo dopo che era stata tutta una messinscena architettata con la Rai per far impennare gli ascolti. Baudo però ha sempre smentito.

    L’orchestra contro il trio del Principe (2010)

    Quando ‘Italia Amore Mio’ dell’improbabile trio Pupo-Emanuele Filiberto-Luca Canonici venne ammessa allo spareggio finale di Sanremo 2010, gli orchestrali non riuscirono a contenere la loro protesta, che coerentemente al ruolo, venne espressa facendo volare gli spartiti.

    Dita Von Teese sdogana lo striptease all’Ariston (2011)

    A Sanremo 2011 tra gli ospiti internazionali c’era anche la regina del burlesque Dita Von Teese, protagonista di una performance mozzafiato in un’enorme coppa di champagne che terminò con uno striptease (quasi) integrale. Applausi!

    La farfallina di Belen (2012)

    La showgirl argentina Belen Rodriguez è una che sa come attirare l’attenzione: lo dimostrò anche a Sanremo 2012, indossando un abito con uno spacco inguinale che per alcuni istanti fece intravedere un tatuaggio a forma di farfalla posizionato proprio… lì (o nelle estreme vicinanze).