Anita Ekberg: film più belli dell’attrice svedese, da Guerra e Pace a La Dolce Vita

Anita Ekberg: film più belli dell’attrice svedese, da Guerra e Pace a La Dolce Vita
da in Attrici, Cinema, Film, Spettacoli

    Negli anni ’60 tutti gli uomini del mondo sognavano Anita Ekberg: i film più belli dell’attrice svedese, a cominciare naturalmente da La Dolce Vita, ne avevano infatti svelato l’impareggiabile carica sensuale, sublimata nella leggendaria scena del bagno nella Fontana di Trevi che resterà per sempre delle più celebri nella storia del cinema mondiale. Oggi Anita Ekberg ci ha lasciato a 83 anni: ricordiamola con le sue 10 migliori interpretazioni.

    Il primo ruolo importante di Anita Ekberg nel cinema è nel kolossal Guerra e Pace di King Vidor (tratto dal romanzo di Lev Tolstoj), con Audrey Hepburn, Henry Fonda e Mel Ferrer, dove l’attrice svedese interpreta il personaggio di Helena.

    Anita Ekberg interpreta se stessa nello spassoso Hollywood o Morte! di Frank Tashlin, ultimo film girato insieme dalla mitica coppia Jerry Lewis-Dean Martin dopo ben 10 anni e 17 lungometraggi. Esilaranti le scene dove l’impacciato Jerry Lewis cerca di sedurre la bellissima Anita.

    Il film che ha fatto diventare Anita Ekberg un’icona del cinema internazionale: La Dolce Vita di Federico Fellini, vincitore della Palma d’oro a Cannes e di un Oscar per i costumi. La Ekberg è Sylvia, una star del cinema in vacanza a Roma che si concede una notte un po’ folle (con tanto di bagno nella Fontana di Trevi) in compagnia del giornalista Marcello Rubini (Marcello Mastroianni).

    A Porte Chiuse è un film di Dino Risi, con cui la Ekberg ebbe anche una breve relazione sentimentale, che racconta il processo a una donna molto bella accusata di avere ucciso il marito, un ricchissimo finanziere.

    Anita Ekberg torna a lavorare con Fellini nell’episodio Le Tentazioni del Dottor Antonio in Boccaccio ’70, dove la sua provocante bellezza diventa un vero incubo per il dottor Antonio, un retrogado moralista interpretato da Peppino De Filippo.

    I 4 del Texas è una commedia western diretta dal mitico Robert Aldrich in cui la splendida Anita Ekberg si trova a lavorare accanto a miti come Frank Sinatra, Dean Martin, Ursula Andress e Charles Bronson.

    Nel ’65 Anita Ekberg è ancora negli USA per Poirot e il caso Amanda di Frank Tashlin, liberamente tratto dal romanzo La Serie Infernale di Agatha Christie. Gli altri due protagonisti del film sono Tony Randall, nei panni di Hercule Poirot, e Robert Morley.

    Scusi, lei è favorevole o contrario? è una pellicola diretta e interpretata da Alberto Sordi che tratta il tema del divorzio, molto dibattuto all’epoca. Nel film Anita Ekberg è la baronessa Olga, una delle numerosi amanti del protagonista.

    Anche Vittoria De Sica dirige Anita Ekberg: accade nel ’67 con il film a episodi Sette Volte Donna dove l’attrice svedese è protagonista di ‘Neve‘ nel ruolo di Jeanne, una giovane donna che si crede corteggiata da un innamorato timido, senza sapere che l’uomo è in realtà un detective messole alle costole dal marito geloso.

    Terzo film di Fellini con Anita Ekberg (ce ne sarà poi un quarto, Intervista del 1987), I Clowns è raccontato dallo stesso regista riminese che intraprende un lungo viaggio nei suoi ricordi all’epoca in cui era un bambino che amava il circo.

    969

    PIÙ POPOLARI