BAFTA 2015, nomination degli Oscar britannici: 11 candidature per Grand Budapest Hotel

da , il

    La British Academy of Film and Television Arts ha annunciato tutte le nomination dei BAFTA 2015, i più importanti premi cinematografici del Regno Unito tanto da essere considerati gli Oscar britannici. La cerimonia di consegna dei premi si terrà poi il prossimo 8 febbraio alla Royal Opera House di Londra.

    Spulciando la lista dei film e degli attori in nomination non notiamo particolari sorprese: Grand Budapest Hotel, la suggestiva pellicola di Wes Anderson, è in cima alla lista con ben 11 candidature (miglior film, regista, sceneggiatura originale, attore protagonista, colonna sonora, fotografia, montaggio, scenografia, costumi, trucco e parrucco e sonoro), seguita da Birdman e La Teoria del Tutto che ne hanno ottenute 10. Poi The Imitation Game con 9, Boyhood e Whiplash con 5 e Mr. Turner, Nightcrawler – Lo Sciacallo e Interstellar con 4 nomination a testa.

    La categoria principale, quella riservata al miglior film dell’anno, se la giocano oltre a Grand Budapest Hotel anche Birdman, Boyhood, The Imitation Game e La Teoria del Tutto, mentre per il miglior film straniero (che l’anno scorso video il trionfo, uno dei tanti, di La Grande Bellezza) sono in ballo il polacco Ida, il russo Leviathan, l’indiano Lunchbox, il brasiliano Trash e il belga Due Giorni Una Notte.

    Per quanto riguarda invece le categorie che comprendono gli interpreti, abbastanza indicative anche in ottica Oscar, la cinquina in lizza per vincere il BAFTA 2015 come miglior attore protagonista è formata da Benedict Cumberbatch (The Imitation Game), Eddie Redmayne (La Teoria del Tutto), Jake Gyllenhaal (Nightcrawler), Michael Keaton (Birdman) e Ralph Fiennes (Grand Budapest Hotel). L’omologo quintetto femminile vede invece contendersi il premio Amy Adams (Big Eyes), Felicity Jones (La Teoria del Tutto), Julianne Moore (Still Alice), Reese Witherspoon (Wild) e Rosamund Pike (L’Amore Bugiardo-Gone Girl).

    Prima di lasciarvi all’elenco completo delle nomination ai BAFTA 2015, segnaliamo soltanto che i tre film d’animazione candidati sono gli scontatissimi Big Hero 6, Boxtrolls e The Lego Movie e che uno dei premi più interessanti dell’intera manifestazione, l’Orange Rising Star Award per la miglior stella emergente del cinema internazionale, sarà vinto da uno tra Gugu Mbatha-Raw di Beyond the Lights, Jack O’Connell di Unbroken, Margot Robbie di The Wolf of Wall Street, Miles Teller di Whiplash e Shailene Woodley di Divergent e Colpa delle Stelle.

    BAFTA 2015: nomination

    Miglior film

    BIRDMAN di Alejandro G. Iñárritu, John Lesher, James W. Skotchdopole

    BOYHOOD di Richard Linklater, Cathleen Sutherland

    GRAND BUDAPEST HOTEL di Wes Anderson, Scott Rudin, Steven Rales, Jeremy Dawson

    THE IMITATION GAME di Nora Grossman, Ido Ostrowsky, Teddy Schwarzman

    LA TEORIA DEL TUTTO di Tim Bevan, Eric Fellner, Lisa Bruce, Anthony McCarten

    Miglior film britannico

    ’71 di Yann Demange, Angus Lamont, Robin Gutch, Gregory Burke

    THE IMITATION GAME di Morten Tyldum, Nora Grossman, Ido Ostrowsky, Teddy Schwarzman, Graham Moore

    PADDINGTON di Paul King, David Heyman

    PRIDE di Matthew Warchus, David Livingstone, Stephen Beresford

    LA TEORIA DEL TUTTO di James Marsh, Tim Bevan, Eric Fellner, Lisa Bruce, Anthony McCarten

    UNDER THE SKIN di Jonathan Glazer, James Wilson, Nick Wechsler, Walter Campbell

    Miglior debutto di un regista, sceneggiatore o produttore britannico

    ELAINE CONSTANTINE per Northern Soul

    GREGORY BURKE e YANN DEMANGE per ’71

    HONG KHAOU per Lilting

    PAUL KATIS e ANDREW DE LOTBINIÈRE per Kajaki: The True Story

    STEPHEN BERESFORD e DAVID LIVINGSTONE per Pride

    Miglior film straniero

    IDA di Pawel Pawlikowski, Eric Abraham, Piotr Dzieciol, Ewa Puszczynska

    LEVIATHAN di Andrey Zvyagintsev, Alexander Rodnyansky, Sergey Melkumov

    LUNCHBOX di Ritesh Batra, Arun Rangachari, Anurag Kashyap, Guneet Monga

    TRASH di Stephen Daldry, Tim Bevan, Eric Fellner, Kris Thykier

    DUE GIORNI, UNA NOTTE di Jean-Pierre Dardenne, Luc Dardenne, Denis Freyd

    Miglior documentario

    20 FEET FROM STARDOM di Morgan Neville, Caitrin Rogers, Gil Friesen

    20,000 DAYS ON EARTH di Iain Forsyth, Jane Pollard

    CITIZENFOUR di Laura Poitras

    FINDING VIVIAN MAIER di John Maloof, Charlie Siskel

    VIRUNGA di Orlando von Einsiedel, Joanna Natasegara

    Miglior film d’animazione

    BIG HERO 6 di Don Hall, Chris Williams

    BOXTROLLS di Anthony Stacchi, Graham Annable

    THE LEGO MOVIE di Phil Lord, Christopher Miller

    Miglior regista

    BIRDMAN di Alejandro G. Iñárritu

    BOYHOOD di Richard Linklater

    GRAND BUDAPEST HOTEL di Wes Anderson

    LA TEORIA DEL TUTTO di James Marsh

    WHIPLASH di Damien Chazelle

    Miglior sceneggiatura originale

    BIRDMAN di Alejandro G. Iñárritu, Nicolás Giacobone, Alexander Dinelaris Jr, Armando Bo

    BOYHOOD di Richard Linklater

    GRAND BUDAPEST HOTEL di Wes Anderson

    NIGHTCRAWLER di Dan Gilroy

    WHIPLASH di Damien Chazelle

    Miglior sceneggiatura non originale

    AMERICAN SNIPER di Jason Hall

    L’AMORE BUGIARDO – GONE GIRL di Gillian Flynn

    THE IMITATION GAME di Graham Moore

    PADDINGTON di Paul King

    LA TEORIA DEL TUTTO di Anthony McCarten

    Miglior attore protagonista

    BENEDICT CUMBERBATCH – The Imitation Game

    EDDIE REDMAYNE – La Teoria del Tutto

    JAKE GYLLENHAAL – Nightcrawler

    MICHAEL KEATON – Birdman

    RALPH FIENNES – Grand Budapest Hotel

    Miglior attrice protagonista

    AMY ADAMS – Big Eyes

    FELICITY JONES – La Teoria del Tutto

    JULIANNE MOORE – Still Alice

    REESE WITHERSPOON – Wild

    ROSAMUND PIKE – L’Amore Bugiardo-Gone Girl

    Miglior attore non protagonista

    EDWARD NORTON – Birdman

    ETHAN HAWKE – Boyhood

    J.K. SIMMONS – Whiplash

    MARK RUFFALO – Foxcatcher

    STEVE CARELL – Foxcatcher

    Miglior attrice non protagonista

    EMMA STONE – Birdman

    IMELDA STAUNTON – Pride

    KEIRA KNIGHTLEY – The Imitation Game

    PATRICIA ARQUETTE – Boyhood

    RENE RUSSO – Nightcrawler

    Miglior colonna sonora originale

    BIRDMAN di Antonio Sanchez

    GRAND BUDAPEST HOTEL di Alexandre Desplat

    INTERSTELLAR di Hans Zimmer

    LA TEORIA DEL TUTTO di Johann Johannsson

    UNDER THE SKIN di Mica Levi

    Miglior fotografia

    BIRDMAN – Emmanuel Lubezki

    GRAND BUDAPEST HOTEL – Robert Yeoman

    IDA – Lukasz Zal e Ryzsard Lenczewski

    INTERSTELLAR – Hoyte van Hoytema

    MR. TURNER – Dick Pope

    Miglior montaggio

    BIRDMAN – Douglas Crise e Stephen Mirrione

    GRAND BUDAPEST HOTEL – Barney Pilling

    THE IMITATION GAME – William Goldenberg

    NIGHTCRAWLER – John Gilroy

    LA TEORIA DEL TUTTO – Jinx Godfrey

    WHIPLASH – Tom Cross

    Miglior scenografia

    BIG EYES – Rick Heinrichs, Shane Vieau

    GRAND BUDAPEST HOTEL – Adam Stockhausen, Anna Pinnock

    THE IMITATION GAME – Maria Djurkovic, Tatiana MacDonald

    INTERSTELLAR – Nathan Crowley, Gary Fettis

    MR. TURNER – Suzie Davies, Charlotte Watts

    Migliori costumi

    GRAND BUDAPEST HOTEL – Milena Canonero

    THE IMITATION GAME – Sammy Sheldon Differ

    INTO THE WOODS – Colleen Atwood

    MR. TURNER – Jacqueline Durran

    LA TEORIA DEL TUTTO – Steven Noble

    Miglior trucco e acconciatura

    GRAND BUDAPEST HOTEL – Frances Hannon

    GUARDIANI DELLA GALASSIA – Elizabeth Yianni-Georgiou, David White

    INTO THE WOODS – Peter Swords King, J. Roy Helland

    MR. TURNER – Christine Blundell, Lesa Warrener

    LA TEORIA DEL TUTTO – Jan Sewell

    Miglior sonoro

    AMERICAN SNIPER – Walt Martin, John Reitz, Gregg Rudloff, Alan Robert Murray, Bub Asman

    BIRDMAN – Thomas Varga, Martin Hernández, Aaron Glascock, Jon Taylor, Frank A. Montaño

    GRAND BUDAPEST HOTEL – Wayne Lemmer, Christopher Scarabosio, Pawel Wdowczak

    THE IMITATION GAME – John Midgley, Lee Walpole, Stuart Hilliker, Martin Jensen

    WHIPLASH – Thomas Curley, Ben Wilkins, Craig Mann

    Migliori effetti speciali

    APES REVOLUTION: IL PIANETA DELLE SCIMMIE – Joe Letteri, Dan Lemmon, Erik Winquist, Daniel Barrett

    GUARDIANI DELLA GALASSIA – Stephane Ceretti, Paul Corbould, Jonathan Fawkner, Nicolas Aithadi

    LO HOBBIT: LA BATTAGLIA DELLE CINQUE ARMATE – Joe Letteri, Eric Saindon, David Clayton, R. Christopher White

    INTERSTELLAR – Paul Franklin, Scott Fisher, Andrew Lockley

    X-MEN: GIORNI DI UN FUTURO PASSATO – Richard Stammers, Anders Langlands, Tim Crosbie, Cameron Waldbauer

    Miglior cortometraggio d’animazione britannico

    THE BIGGER PICTURE di Chris Hees, Daisy Jacobs, Jennifer Majka

    MONKEY LOVE EXPERIMENTS di Ainslie Henderson, Cam Fraser, Will Anderson

    MY DAD di Marcus Armitage

    Miglior cortometraggio britannico

    BOOGALOO AND GRAHAM di Brian J. Falconer, Michael Lennox, Ronan Blaney

    EMOTIONAL FUSEBOX di Michael Berliner, Rachel Tunnard

    THE KÁRMÁN LINE di Campbell Beaton, Dawn King, Tiernan Hanby, Oscar Sharp

    SLAP di Islay Bell-Webb, Michelangelo Fano, Nick Rowland

    THREE BROTHERS di Aleem Khan, Matthieu de Braconier, Stephanie Paeplow

    Orange Rising Star Award per la miglior stella emergente

    GUGU MBATHA-RAW

    JACK O’CONNELL

    MARGOT ROBBIE

    MILES TELLER

    SHAILENE WOODLEY.