Elvis Presley: le canzoni più belle a 80 anni dalla nascita

Elvis Presley: le canzoni più belle a 80 anni dalla nascita
da in Canzoni, Musica, Rock and Roll, Spettacoli, Elvis Presley
Ultimo aggiornamento: Giovedì 08/01/2015 14:17

    Festeggiamo gli 80 anni virtuali di Elvis Presley con le sue canzoni più belle: 10 indimenticabili brani per ricordare il leggendario Re del Rock and Roll nato a Tupelo, in Mississippi, l’8 gennaio 1935 e purtroppo prematuramente scomparso a soli 42 anni nel 1977, dopo una vita di grandi successi ma anche di tanti, troppi eccessi.

    Jailhouse Rock è un brano scritto da Jerry Leiber e Mike Stoller e portato al successo da Elvis Presley nel 1957 in contemporanea all’uscita del film omonimo, con lo stesso cantante impegnato nel ruolo del protagonista. Tuttora popolarissima, è senza dubbio la più famosa canzone interpretata da Elvis.

    Suspicious Minds è un altro celebre pezzo interpretato da Elvis Presley, scritto nel 1968 da Mark James e pubblicato l’anno successivo, nel 1969. Caratterizzata da un sound tipico degli anni ’60, è stata l’ultima canzone della sua carriera a raggiungere la prima posizione negli Stati Uniti.

    Always on My Mind è una canzone composta nel ’72 per Elvis Presley da Mark James, Wayne Carson e Johnny Christopher. Successivamente fu portata al successo anche da Willie Nelson nel 1982 e soprattutto dai Pet Shop Boys nel 1987.

    In the Ghetto è un brano del 1969 composto da Mac Davis e cantato da Elvis Presley. Intitolata originariamente The Vicious Circle, narra la drammatica storia di un giovane ragazzo di colore nato e cresciuto tra mille difficoltà e pericoli nel ghetto di Chicago.

    Celeberrimo inno cristiano dei paesi anglosassoni, cantanto anche durante il periodo natalizio, Amazing Grace è stata interpretata negli anni da numerosissimi artisti tra cui naturalmente Elvis Presley, che regalò una notevole versione per l’album He Touched Me del 1971.

    Blue Suede Shoes è un famoso standard rock and roll scritto e registrato dal chitarrista Carl Perkins nel 1955 e reinterpretato con grande successo da Elvis Presley nel 1956. Il brano fonde il genere rockabilly con elementi di blues, country e pop.

    Scritta da George Weiss, Hugo Peretti e Luigi Creatore su una melodia basata su una antica canzone del XVIII secolo, Can’t Help Falling in Love fu riadattata per la colonna sonora del film Blue Hawaii con Elvis Presley e successivamente diventò il classico brano conclusivo di ogni sua performance live.

    The Wonder of You è un brano scritto nel 1959 da Baker Knight che Elvis Presley pubblicò nel 1970 portandolo al successo soprattutto nel Regno Unito, dove raggiunse la vetta della classifica e ci restò per sei settimane consecutive nell’estate di quell’anno.

    It’s Now or Never non è altro che la versione in inglese della popolarissima canzone napoletana ‘O Sole Mio: Elvis Presley la incise nel 1960 basandosi su una precedente incisione di Tony Martin e ottenne un successo pazzesco, tanto che il brano resta ancora oggi il più venduto della sua carriera con oltre 10 milioni di copie.

    Love Me Tender è una canzone interpretata da Elvis Presley nel 1956 ed è una delle ballads più celebri e riconoscibili del Re del Rock and Roll. Elvis eseguì per la prima volta il brano durante l’Ed Sullivan Show circa un mese prima dell’uscita dell’omonimo film.

    921

    PIÙ POPOLARI