NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

I programmi TV più brutti del 2014: il peggio del piccolo schermo in 10 click

I programmi TV più brutti del 2014: il peggio del piccolo schermo in 10 click

    NanoPress propone la classifica con i momenti più brutti dei programmi TV del 2014: il peggio del piccolo schermo Rai, Mediaset e Sky in dieci click. Ecco il podio delle nefandezze, o dei misfatti, come volete, che il tubo catodico prova a lasciarsi alle spalle, sperando che alcun di essi cadano nel dimenticatoio con l’anno che verrà.

    Al primo posto, sul podio dei peggiori momenti TV c’è Paolo Ruffini che dà della “topa meravigliosa” all’attrice Sophia Loren, mito del cinema italiano ed internazionale. Vi ricordate cosa è successo? Fino ad allora, mai nessuno aveva osato tanto: il già conduttore di Colorado, nel presentare il premio speciale Voce Umana, ritirato dall’attrice durante la cerimonia di premiazione, ha detto: “Lei è sempre una topa meravigliosa”.

    Una battuta che ha suscitato imbarazzo in sala e numerose critiche sui social network. In quell’occasione, Sophia Loren lo ha bacchettato a dovere: “Ha detto proprio una bischerata. Lei parla un dialetto che non conosco”. La cerimonia è stata trasmessa in diretta su Rai Movie, lo scorso giugno, e in differita su Rai 1.

    Al secondo posto nella classifica di NanoPress c’è Veronica Maya fuori di seno durante la finale della quarta edizione di Tale e Quale Show. La conduttrice TV nei panni dell’imitata Madonna ha cantato Material Girl fino a quando l’abito, un succinto corpetto rosa senza bretelle, le si è sfilato di dosso. Le telecamere hanno ripreso tutto per almeno dieci secondi e il seno della showgirl è finito in diretta TV, in prima serata su Rai 1.

    Al terzo posto, non poteva mancare la più odiata e, allo stesso tempo, la più amata dagli Italiani: Barbara D’Urso con i suoi due programmi di punta Domenica Live e Pomeriggio Cinque. Sotto l’occhio del ciclone infatti, sono finite più volte le cosiddette D’Ursointerviste della conduttrice Mediaset. In particolar modo, a portare qualche rogna all’ex presentatrice de La Fattoria e del Grande Fratello sono state le iper criticate chiacchierate con Silvio Berlusconi, col premier Matteo Renzi e, ultima, con un presunto amante di una donna scomparsa, Elena Ceste. Per quest’ultimo caso, di recente, il presidente dell’Ordine dei Giornalisti Enzo Iacopino ha presentato una denuncia-esposto alle procure di Roma e Milano per esercizio abusivo della professione giornalistica.

    Al quarto posto nella classifica NanoPress la strategia di Morgan, nome d’arte di Marco Castoldi, giudice ad X Factor. Il giurato del talent show di Sky Uno ha più volte detto di voler abbandonare il programma TV, senza procedere mai all’effettivo abbandono. Epilogo della vicenda, lo scorso 14 novembre 2014, quando il cantante dei Blu Vertigo ha intimato nuovamente di abbandonare lo show spettacolare di Sky. “Non c’entro più niente con la deriva che ha preso questa trasmissione”. La settimana successiva regolarmente in onda sulla rete satellitare, non senza polemiche con il giurato Fedez.

    Al quinto posto, con beneficio del dubbio per il podio della classifica, un momento irripetibile a Tu Sì Que Vales: un concorrente del nuovo talent show di Canale 5 scoreggia in televisione. Per consentire che i telespettatori a casa vedessero per così dire l’effetto, il giurato popolare Mara Venier viene invitata a posizionare della farina in corrispettiva del gettito d’aria. Risultato? Spente le candeline di una torta con una modalità alquanto singolare.

    Al sesto posto della classifica di NanoPress le Rivelazioni di Adam Kadmon su Italia 1. In questo caso, molte delle rivelazioni presentate meriterebbero il podio tra i peggiori momenti TV del 2014, ma, su tutte ce n’è una che più delle altre ha colpito social e telespettatori: trattasi dei Puffi massonici. Un servizio del programma TV Mediaset condotto dal personaggio misterioso che si fa chiamare Adam Kadmon, ha parlato di un possibile collegamento tra le logge massoniche e la storia del cartone animato I Puffi. Gargamella? Un simbolo dell’occulto…

    Al settimo posto, immancabile, la lite ormai storica tra i due giornalisti nemici amici: Marco Travaglio e Michele Santoro. Lo scontro tra i due è andato in onda in diretta TV a La 7, la rete di Urbano Cairo: il giornalista del Fatto Quotidiano ha lasciato lo studio televisivo dopo un battibecco con il presentatore della trasmissione, un talk show. “Sono trent’anni che faccio questo mestiere e credo nel libero confronto”, ha detto Santoro, dopo che il giornalista aveva cercato appoggio dal conduttore.

    All’ottavo posto della classifica, l’invito ‘spedito’ e ritornato indietro a Vladimir Luxuria che doveva essere ospite a TV 2000, la TV dei Vescovi, per commentare i fatti del giorno in un programma della rete. Si è parlato di sospensione, ma di recuperare l’invito per ora non v’è traccia. Dopo pochi giorni inoltre, Vlady è stata ospite su Rai 2 nel nuovo programma di Max Giusti, La Papera non fa l’eco, e ha annusato le ascelle di alcuni figuranti per testare un esperimento scientifico. Da paladina dei diritti LGBT all’operazione ascelle sulla TV pubblica.

    Al nono posto della classifica – come dimenticarlo – il bis flop di Fabio Fazio e Luciana Littizzetto al Festival di Sanremo 2013 e 2014. La noia del progetto televisivo non ha convinto i telespettatori di Rai 1, che hanno detto un deciso “no” per la ripetuta operazione dei due al timone del Festival della Canzone Italiana. D’altronde, come dimenticare Terence Hill nei panni di Don Matteo che celebra – si fa per dire – il matrimonio tra Fabio Fazio e la comica di Che tempo che fa.

    Al decimo e ultimo posto, in dirittura d’arrivo, la regressione anni ’80 di Agon Channel, il nuovo canale con sede operativa in Albania proposto dall’imprenditore italiano Francesco Becchetti al canale 33 del digitale terrestre. In onda, ogni giorno, nuovi format con vecchie e nuove glorie del piccolo schermo: da Pupo con Una canzone per 100.000 (un game show), a Maddalena Corvaglia con My Bodyguard, passando per i nuovi format A fior di pelle, altro game show con le domande scritte sul corpo di modelli e modelle, finendo con La fortuna fa 90, format già testato in passato da Rete 4, senza seguito. Almeno fino ad ora.

    1593

    PIÙ POPOLARI