Monica Bellucci: 50 anni da celebrare con i suoi migliori film

Monica Bellucci: 50 anni da celebrare con i suoi migliori film
da in Attrici italiane, Cinema, Cinema Italiano, Monica Bellucci, Spettacoli
Ultimo aggiornamento:
    Monica Bellucci compie 50 anni

    Il settembre delle grandi ricorrenze (80 anni per Sophia Loren, la Vanoni, Gino Paoli e la Bardot) si chiude con il compleanno di Monica Bellucci: 50 anni tondi tondi per la sex symbol del cinema italiano degli ultimi due decenni, che taglia il traguardo del mezzo secolo di vita senza lasciarsi alle spalle particolari rimpianti, così come lei stessa a ha confidato alla stampa: ‘Sono viva, in salute, ho due figlie che adoro, direi che è un bilancio più che positivo‘. Come darle torto?

    Monica Bellucci nasce a Città di Castello, in Umbria, il 30 settembre 1964, e cresce a Selci-Lama, una frazione di San Giustino in provincia di Perugia. Inizia a lavorare come modella inizialmente per pagarsi gli studi di giurisprudenza all’Università, che però lascia dopo qualche anno per dedicarsi full time alle passerelle. Nel 1988 si trasferisce a Milano dove diventa subito uno dei nomi più richiesti per le sfilate di moda, ottenendo ben presto contratti anche a Parigi e New York. Nel 1990 sposa il fotografo Claudio Basso, ma il matrimonio resisterà soltanto quattro anni. La Bellucci non ha mai completamente abbandonato il lavoro di modella, continuando a sfilare a a fare da testimonial per le più famose griffe italiane e internazionali anche dopo l’affermazione della sua carriera di attrice.

    Dopo una prima esperienza televisiva nella miniserie Vita coi Figli di Dino Risi (1990), il debutto nel cinema di Monica Bellucci avviene con il film La Riffa di Francesco Laudadio (1991), mentre nel ’92 è già protagonista del suo primo exploit hollywoodiano partecipando al celebre Dracula di Francis Ford Coppola, nel ruolo di una delle tre concubine del leggendario vampiro. Nel 1994 è con Claudio Amendola e Ricky Memphis nella spassosa commedia vanziniana I Mitici – Colpo Gobbo a Milano, ma la vera svolta arriva solo nel 2000, quando Giuseppe Tornatore le disegna una parte fatta su misura per lei nel sensuale Malèna.

    Nel 2002 interpreta il controverso Irreversible insieme al marito Vincent Cassel, che aveva sposato nel ’99 dopo averlo conosciuto sul set del film L’Appartamento, dove gira una scioccante scena di stupro nei sotterranei della metropolitana di Parigi. Irreversible la rende popolarissima in Francia e infatti nel 2003 il Festival di Cannes la sceglie come madrina della 56^ edizione. Poco dopo lavora in tre grandi produzioni internazionali: Matrix Reloaded e Matrix Revolutions (entrambi del 2003), dove veste i panni di Persephone, e La Passione di Cristo di Mel Gibson (2004), nel ruolo di Maria Maddalena.

    Sempre nel 2004 nasce Deva, la prima figlia avuta da Cassel, a cui poi si aggiungerà la sorellina Leonie nel 2010.

    La successiva partecipazione a Ricordati di Me di Gabriele Muccino consente a Monica Bellucci di vincere finalmente il suo primo Nastro d’argento come Migliore attrice non protagonista e di ottenere la nomination al David di Donatello. Poi, dopo un paio di nuove esperienze all’estero (I Fratelli Grimm e l’incantevole Strega di Terry Gilliam e Per Sesso o Per Amore? di Bertrand Blier) nel 2006 si fa dirigere dal regista livornese Paolo Virzì nel film N (Io e Napoleone).

    La sua carriera è lanciatissima: gira la commedia Manuale d’Amore 2 – Capitoli Successivi di Giovanni Veronesi (2007), dove regala al pubblico una bollentissima scena con Riccardo Scamarcio, il noir Le Deuxième Souffle di Alain Corneau con Daniel Auteuil (che la vede in un inedito look biondo-platino), Sanguepazzo di Marco Tullio Giordana e L’Uomo Che Ama di Maria Sole Tognazzi.

    Nel marzo 2009 le viene conferito il World Actress Award durante la cerimonia dei Women’s World Awards, tenutasi a Vienna, e dopo pochi mesi presenta al Festival di Berlino il film La Vita Segreta della Signora Lee di Rebecca Miller, dove recita con grandi nomi del cinema mondiale tra cui Robin Wright, Winona Ryder e Keanu Reeves. Sempre nel 2009 torna a lavorare con Giuseppe Tornatore in Baarìa, mentre l’anno successivo prende parte ai disneyano L’Apprendista Stregone con Nicolas Cage e al thriller The Whistleblower con Rachel Weisz. Nel 2011 è nel cast di Manuale d’Amore 3 con il mitico Robert De Niro.

    Negli ultimi anni, forse anche a causa della separazione da Vincent Cassel, annunciata nell’agosto 2013 dopo 14 anni di matrimonio, ha diradato i suoi impegni cinematografici. Quest’anno, però, è apparsa in un bel ruolo nell’ottimo Le Meraviglie di Alice Rohrwacher, vincitore del Gran Premio della Giuria a Cannes.

    Dracula

    Malena

    Irreversible

    La Passione di Cristo

    Manuale d’amore 2 – Capitoli successivi

    851

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Attrici italianeCinemaCinema ItalianoMonica BellucciSpettacoli
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI