Raoul Bova, dopo il divorzio e Rocio, lettera al vetriolo da Bernardini de Pace: ‘Traditore e degenero’

Raoul Bova, dopo il divorzio e Rocio, lettera al vetriolo da Bernardini de Pace: ‘Traditore e degenero’
    Raoul Bova, dopo il divorzio e Rocio, lettera al vetriolo da Bernardini de Pace: ‘Traditore e degenero’

    La nuova relazione di Raoul Bova con Rocio Munoz Morales, fidanzata arrivata dopo il divorzio da Chiara Giordano (con tanti saluti a 13 anni di matrimonio e due figli) non è piaciuta ad Annamaria Bernardini de Pace, celebre avvocato divorzista ed ex suocera dell’attore, definito dalle colonne de Il Giornale “traditore e degenero“, per essersi messo con una che ha 17 ani meno di lui. Ma sarà vero? In realtà molti particolari non collimano, e potrebbe trattarsi di pubblicità per un libro. Certo, ci sono anche molte verosimiglianze con il divorzio Bova-Giordano, ed è impensabile che de Pace non ci abbia pensato…

    Non sappiamo se questa sia la tattica che consiglierebbe ai suoi clienti, ma certo Annamaria Bernardini de Pace, avvocato divorzista ed ex suocera di Raoul Bova, non ci va leggera con l’attuale fidanzato di Rocio Munoz Morales ed ex marito della di lei (legale) figlia Chiara Giornano, da cui ha divorziato nel 2013. Dalle colonne de Il Giornale, De Pace le manda a dire ad un non meglio precisato “Caro genero” che dovrebbe indicarle “il momento in cui da genero devoto sei diventato degenero? Prima di slacciarti i pantaloni fuori dalla tua casa – scrive l’avvoata – hai pensato che impatto avrebbe avuto questa patetica scena nella vita della tua famiglia? Se ti fossi fermato a pensare, prima di toglierti i pantaloni, forse ti saresti rivestito“.

    La missiva potenzialmente destinata a Raoul Bova non risparmia il genero: “E qui emerge un’altra verità: la slealtà, cioè la menzogna, ti era necessaria, invece, per consumare il tradimento in segreto. Che tale sarebbe dovuto rimanere, secondo te, perché tu con calma potessi valutare tutte le opzioni. Dunque sei anche un uomo interessato e manipolatore, ambivalente e in malafede. L’ultima verità te la dico io – si legge – perché tu non abbia ripensamenti. L’amore di tua moglie per te è morto.

    Ammazzato da te, dalle bugie, dalla viltà Non hai né fegato né cuore, mio caro genero, o degenero per meglio dire. La tua forza, anche sessuale, dura per il tempo di uno spot. Sei un uomo a breve termine di conservazione. Scaduto.”

    Immediato pensare a Bova e al suo divorzio da Chiara Giordano, per quanto molti particolari non collimano (De Pace parla di “nipotina“, Giordano-Bova hanno due figli maschi) e, secondo agenzie di stampa e siti web, “pare in verità la lettera sia solo uno stralcio di un libro su storie d’amore e tradimenti che la Bernardini de Pace sta per pubblicare“. Adnkronos precisa che “la De Pace non è nuova a scrivere lettere che raccontano, senza fare nomi, solo le storie di cui è venuta a conoscenza in qualità di avvocato e che presto entreranno a far parte del suo prossimo libro“. Particolare che non aiuta la smentita che le frasi fossero dirette a Bova: da madre e avvocato, quale ‘caso’ potrebbe conoscere meglio da più punti di vista?

    519

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI