Belen: il vestito da sposa non è stato ancora pagato?

da , il

    Belen Rodriguez non ha pagato l’abito da sposa. In realtà la showgirl non c’entra niente, ma sarebbero addirittura tre i vestiti non pagati alla sartoria di Angela Formaggia a Milano. La vicenda risale ad inizio aprile 2014, quando i giornali riportarono – e non era un pesce d’aprile – che la showgirl argentina non avrebbe pagato l’abito bianco per l’altare, l’abito da sera per la festa, e la mise della sorella di Belen, Cecilia. Tutti gli abiti sono disegnati dallo stilista Daniele Carlotta, che ha regalato i vestiti alle sorelle Rodriguez, ma non avrebbe pagato la sartoria che li ha realizzati.

    Le nozze di Belen Rodriguez con Stefano De Martino sono state l’evento dell’anno, ma basta la pubblicità derivata dall’evento a ripagare del lavoro fatto? Il caso è lanciato e rilanciato da Dagospia, dove Alberto Dandolo e Ivan Rota scrivono proprio oggi: “Come è finita la storia degli abiti da nozze di Belen Rodriguez e della sorella Cecilia? Siamo a un punto morto: Angela Formaggia, titolare della sartoria che li ha realizzati, non ha ancora ricevuto un soldo ed è molto dispiaciuta. Lo stilista che li ha realizzati, Daniele Carlotta, continua a dire che la Sartoria Angela ha avuto un incredibile risvolto mediatico e non pensa proprio di saldare il conto. Vedremo come andrà a finire….”.

    La vicenda è esplosa nell’aprile scorso: la sartoria Formaggia non è proprio la prima arrivata, se è vero che veste, tra gli altri, Bona Borromeo a Daniela Javaronev, e denuncia che i ventiduemila euro di fattura mandati allo stilista esordiente Daniele Carlotta per i vestiti di Belen Rodriguez e sua sorella Cecilia non sono stati pagati. Secondo Leggo la cifra sarebbe addirittura pari a 26.000 euro, comunque niente se si pensa che le sarte hanno lavorato 8 ore al giorno per un mese.

    Pare che Belen debba ancora saldare il conto del suo abito da sposa oltre a quello della cerimonia post-funzione, compreso quello della sorellina Cecilia, al famoso atelier milanese che ha confezionato i suddetti prodotti. Anche se, pare, non ci sia nulla di scritto e nessun contratto firmato, dicono…“, scriveva Dagospia ad aprile. Immediata la consegna del Tapiro a Belen da parte di Striscia la Notizia, alla quale la showgirl spiegò che i vestiti erano un regalo dello stilista: “Non so bene cosa sia successo. Probabilmente una discussione tra lo stilista che mi ha regalato l’abito e la sarta che gli ha fatto una fattura di 60 mila euro. Si vede che non si sono messi d’accordo per bene”, diceva Belen.

    Carlotta avrebbe quindi ‘regalato’ gli abiti alle due showgirl, ma non è chiaro chi dovrebbe pagare la fattura per la realizzazione materiale dei tre vestiti: “La notizia in cui si riferisce che la signora Belen Rodriguez dovrebbe ancora pagare il conto del proprio abito da sposa, oltre a quello della cerimonia e della sorella Cecilia a un atelier di Milano – dichiarano dalla maison Carlotta – è destituita di ogni fondamento. Questo perché tutti gli abiti sono creazioni dello stilista Daniele Carlotta, che ne ha fatto gentile omaggio“. Secondo quanto dichiarato dallo stilista, il tessuto è stato fornito direttamente da lui, e l’accordo con la sartoria era che per la cucitura non sarebbe stato corrisposto alcun compenso perché il gossip avrebbe seguito le nozze dell’anno e il ritorno d’immagine sarebbe stato immenso.

    Angela Formaggia, però, non ci sta: non solo perché il ritorno d’immagine non c’è stato – se non per Carlotta – ma perché “Non abbiamo le possibilità finanziarie per fare questi regali: lo sbaglio è stato fidarsi, non mettere nulla per iscritto e aver consegnato gli abiti senza anticipo“.

    E ora la palla passa agli avvocati…