Giovanni Floris La 7: la Rai conferma l’addio del conduttore – anche da Ballarò

Giovanni Floris La 7: la Rai conferma l’addio del conduttore – anche da Ballarò
da in Ballarò, Giovanni Floris, Maurizio Crozza, Mediaset, Rai, Rai 3, Spettacoli, Televisione, Beppe Caschetto, Pier Silvio Berlusconi
Ultimo aggiornamento:
    Giovanni Floris La 7: la Rai conferma l’addio del conduttore – anche da Ballarò

    Dopo venti anni in Rai e dodici di Ballarò, Giovanni Floris passa a La7. La notizia è arrivata mercoledì sera, viene data direttamente da Viale Mazzini, mentre le agenzie di stampa rivelano che il conduttore avrà con la rete di Urbano Cairo un contratto triennale da quattro milioni di euro complessivi, quasi il doppio rispetto a quello che avrebbe guadagnato rimanendo alla Rai. Sarà per questo che definisce “salutare” il cambio?

    Dopo dodici anni di conduzione di Ballarò e dopo un proficua esperienza quasi ventennale in Azienda, Giovanni Floris lascia la Rai. La Rai, nel ringraziarlo per il lavoro svolto, gli porge i migliori auguri per il suo futuro professionale.” Due righe di testo per annunciare l’addio di Giovanni Floris alla Rai: il conduttore passa a La7, con Cairo che ha messo sul piatto quattro milioni di euro in tre anni a fronte dei 600.000 e poco più offerti dalla Rai (ogni anno per tre anni).

    L’addio a Viale Mazzini sarebbe proprio motivato da ragioni economiche; sconosciuti al momento i progetti di La7 per Floris, ma l’idea dovrebbe essere quella di un talk show informativo (il tipo di programma che il conduttore voleva) su toni leggeri, se la ‘spalla’ Maurizio Crozza continuerà su La7 la collaborazione sviluppata in Rai.

    Ringrazio la Rai e Ballarò cui devo tutto, perché in questi lunghi anni mi hanno formato e dato fiducia. Rimettersi in gioco è salutare“, la nota del conduttore, che si dice: “Un uomo fortunato. Dal lavoro ho avuto enormi soddisfazioni. Mi impegnerò per far sempre meglio nella convinzione che rimettersi in gioco sia salutare e giusto, anche per riguardo al pubblico che mi ha sempre seguito e sostenuto“.

    Aggiornamento di Fulvia Leopardi del 3 luglio 2014

    Giovanni Floris non ha ancora firmato un contratto con la Rai. Addio vicino e passaggio a Mediaset o a La 7? Il conduttore – come riporta il Fatto Quotidiano – dopo dodici stagioni su Rai 3 vuole essere valorizzato da Viale Mazzini e in generale vorrebbe andarsene per nuovi lidi. Peccato che sia La 7 che Mediaset smentiscano (o non confermino) trattative: che Floris passi a Sky? Unica certezza, il mistero sarà risolto entro breve: la prossima settimana è prevista la presentazione dei palinsesti autunnali.

    Dopo le indiscrezioni dei giorni scorsi, Giovanni Floris non ha ancora firmato un contratto con la Rai. Per il Fatto Quotidiano, “il giornalista vuole più spazio, più serate (prime o intermedie), non vuole cedere né visibilità (né stipendio)“. Ma quale opzione scegierà Floris, “fra Mediaset (che non hai mai confermato le offerte) e La7 (che smentisce trattative in corso)“? Va detto che la Rai non era stata scartata a priori, ma la proposta del conduttore di una serata informativa su Rai 1 è impraticabile vista l’onnipresenza di Vespa (ridimensionato solo nel contratto, non nel numero delle serate).

    Unica certezza, insomma, il fatto che Ballarò, con o senza Floris, si farà: il programma, almeno così sostengono da Viale Mazzini, è un marchio di Rai3 e lì continuerà senza interruzioni. Che poi al timone ci sia ancora ‘Giovanni’, è tutto da vedere.

    Aggiornamento di Fulvia Leopardi del 19 giugno 2014

    Giovanni Floris potrebbe passare a Mediaset. Dopo la telefonata di qualche anno fa a Ballarò conclusasi con un (allora) Cavaliere che sbatté la cornetta in faccia al povero conduttore, il Fatto Quotidiano scrive che il Biscione, saputo delle difficoltà contrattuali che ‘frenano’ il rinnovo di Floris con la Rai, avrebbe fatto una “proposta concreta e ghiotta“. Che per Mediaset comprende anche Maurizio Crozza?

    Giovanni Floris e Mediaset, un matrimonio che s’ha da fare: secondo Prima Comunicazione, il conduttore avrebbe chiesto al suo agente Beppe Caschetto di “verificare la possibilità di ampliare la propria collaborazione con la rete come elemento qualificante per il rinnovo del contratto, vista l’impossibilità di prevedere un trasloco su un altro canale Rai, ad esempio Rai 1“. La proposta potrebbe coinvolgere anche Maurizio Crozza, visto che (il sottinteso è, per la Rai) “l’uscita di Floris da Raitre significherebbe anche la perdita di Crozza della scuderia Caschetto“.

    Che Floris potrebbe vedere un ridimensionamento di Ballarò nell’ambito della spending review Rai è cosa nota, ma pare che Mediaset, saputo che la proposta di nuovo contratto fatta dalla Rai non piacerebbe al conduttore, avrebbe presentato una sua proposta concreta a Floris. Proposta soddisfacente dal punto di vista economica e che, scrive il Fatto Quotodiano, “avrebbe anche tenuto conto dell’esigenza del giornalista e conduttore di non essere targato per un solo prodotto“.

    Floris avrebbe voluto lavorare anche su Rai 1 e Rai 2, e in generale, vorrebbe “andare oltre Ballarò perché s’intravede invecchiato e deprezzato dopo l’ennesima edizione e dopo la replica di un circolo di ospiti che potrebbe formare una compagnia teatrale“. E se tre indizi fanno una prova, da ricordare che qualche mese fa Piersilvio Berlusconi rivelò a Repubblica che avrebbe voluto il conduttore di Ballarò per la conduzione di un programma di informazione a Mediaset.

    941

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BallaròGiovanni FlorisMaurizio CrozzaMediasetRaiRai 3SpettacoliTelevisioneBeppe CaschettoPier Silvio Berlusconi
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI