Miley Cyrus, arrestato lo stalker che tormentava la popstar

da , il

    Miley Cyrus: lo stalker finisce in manette

    E’ stato arrestato lo stalker di Miley Cyrus, un giovane americano che importunava e tormentava la popstar da diverso tempo. Il soggetto in questione è un ventiquattrenne dell’Arizona, che ha mostrato chiari segnali di squilibrio mentale. Il ragazzo è stato ricoverato in una clinica psichiatra e la cantante ha ottenuto anche l’emanazione di un’ordinanza restrittiva nei suoi confronti.

    Devon Meek, questo il suo nome, è finito in manette il 16 maggio 2014, dopo aver pesantemente perseguitato la popstar. Il ragazzo se ne andava in giro dicendo che le canzoni della Cyrus parlano tutte di lui e continuava a ribadire che l’artista lo ama follemente. Non stupisce quindi che Meek sia finito in una clinica psichiatra, dove la situazione non è tuttavia migliorata. I medici della struttura hanno riferito alcune delle esternazioni deliranti del paziente: ‘Se non la posso incontrare, sparatemi pure un colpo in testa’, oppure ‘Lei mi adora, me lo dice sempre!’.

    La popstar, nel frattempo, è riuscita a far emanare un’ordinanza restrittiva temporanea, che dovrebbe tenerla al riparo per un po’ dagli assalti del maniaco. Quest’ultimo, infatti, non ha alcuna intenzione di arrendersi e promette già di tornare all’attacco una volta libero.