E poi c’è Cattelan su Sky Uno: la prima dello show vince e convince

da , il

    Buona la prima per E poi c’è Cattelan su Sky Uno! Il nuovo show in seconda serata del canale satellitare ha convinto il pubblico italiano, che ha premiato conduttore e trasmissione con ascolti del tutto positivi. Ottimo anche il riscontro sui social network e molto favorevoli i pareri degli addetti ai lavori. Insomma, un trionfo a tutto tondo.

    Si è presentato un po’ come la risposta nostrana al David Letterman Show, in un paragone forse azzardato, ma non del tutto fuori luogo. E poi c’è Cattelan è uno spettacolo nel vero senso della parola, di quelli che si facevano un tempo e che ora scarseggiano sempre più sulle reti pubbliche. Interviste, ospiti, filmati, gag e musica sono gli ingredienti principali di questa ricetta, affidata alle sapienti mani di Alessandro Cattelan. Il giovane conduttore ha già avuto modo di farsi le ossa, grazie soprattutto all’esperienza maturata con X Factor, ed è stato ritenuto pronto per affrontare un impegno simile.

    Com’è andata dunque la grande prova? A giudicare dai responsi di pubblico e critica, è stato un successo. Il padrone di casa ha saputo tenere in piedi il programma con sicurezza ma anche spontaneità, brio e leggerezza.

    ‘Voglio che sia unico, che gli ospiti accettino di giocare.’

    Così aveva parlato Cattelan alla vigilia della partenza e il conduttore ha mantenuto le promesse. Tra i momenti più intensi e riusciti della prima puntata dello show ci sono stati la terapia a due con Sergio Castellitto e gli stornelli romaneschi in compagnia di Ambra Angiolini ed Edoardo Leo.

    Cattelan e Castellitto sono stati protagonisti di un vero e proprio corto cinematografico, una parodia di quell’In Treatment di cui l’attore è stato protagonista, in cui il botta e risposta serrato ha catalizzato l’attenzione dei telespettatori. Psicanalizzato a dovere, il povero Cattelan è uscito dallo studio in ginocchio.

    Completamente diversa l’ospitata della Angiolini ed Edoardo Leo, che si sono lasciati trascinare in una riproposizione de ‘La società dei magnaccioni’, classico stornello della tradizione popolare romana. I due ospiti hanno però dovuto italianizzare il pezzo, cosa che ha reso il tutto più complicato ed esilarante.

    Il debutto di E poi c’è Cattelan è stato seguito da 205 mila spettatori medi con picchi di share del 2,07%. Contemporaneamente, i telespettatori si scatenavano su Twitter: la conversazione attorno alla prima puntata del programma ha prodotto oltre 3.900 tweet di cui più di 2.700 con hashtag #EPCC, che è anche entrato nella classifica dei Trending Topic.