Pressione alta: cause, sintomi e rimedi

L'ipertensione arteriosa è uno stato per cui la pressione del sangue risulta più alta rispetto agli standard fisiologici considerati normali. E' un tipo di patologia assai comune e se non curata adeguatamente comporta gravi pericoli per la salute. Ecco le cause e i sintomi della pressione alta, come tenerla sotto controllo con un'adeguata alimentazione e quali i rimedi per abbassarla naturalmente.

da , il

    Pressione alta: cause, sintomi e rimedi

    La pressione alta è un disturbo abbastanza comune: ma quali sono i sintomi, le cause, i rimedi, i valori da considerare e le abitudini, anche alimentari, che è bene seguire? Definita anche con il termine specifico di ipertensione, consiste in un aumento costante della pressione arteriosa, al di sopra dei valori medi riscontrati nella popolazione. Nonostante questi possano cambiare da persona a persona, con differenze rilevanti anche nel corso della giornata, è importante tenerla sotto controllo perché nel lungo periodo, quando non è causa diretta dei decessi, può comportare numerose conseguenze negative come vertigini, nausea e danneggiamento dei vasi arteriosi. Ma scopriamo brevemente quali sono i sintomi della pressione alta, cosa fare per abbassarla subito, quali sono i rimedi per combatterla e quali i pericoli che può causare.

    Pressione alta, le cause

    Talvolta le cause della pressione alta sono riconducibili ad alcune patologie a carico dei reni. Persino alcuni farmaci oppure il diabete possono contribuire a danneggiare questi organi, provocando problemi di ipertensione. Le cause della pressione alta, però, possono dipendere anche da ragioni endocrine o da tumori benigni delle ghiandole ma, nella maggior parte dei casi, le ragioni non sono ben identificabili. Esistono però alcuni fattori di rischio come ad esempio un’alimentazione ricca di sodio, una predisposizione genetica e ambientale, un’attività fisica intensa o, al contrario una vita troppo sedentaria, che possono portare a problemi di ipertensione. Anche lo stress, infine, è tra le cause legate alla pressione alta.

    Pressione alta, sintomi alla testa

    Quali sono i sintomi della pressione alta? Si parla di ipertensione quando i valori di sistolica e/o diastolica superano i 140 su 90, rispettivamente massima e minima. Il disturbo colpisce oltre 10 milioni di italiani ma solo la metà ne è consapevole. Oltre alle palpitazioni, i principali sintomi della pressione alta riguardano la testa, con cefalea, stanchezza, ronzii, nervosismo, sangue dal naso e alcuni disturbi agli occhi come i fosfeni (lampi di luce). Come nel caso dei sintomi causati dalla ipotensione, si registrano anche capogiri e vertigini; ma non esistono delle problematiche specifiche e molti soggetti possono non avvertire alcun disturbo.

    Pressione alta, rimedi naturali

    La terapia per l’ipertensione prevede l’utilizzo di farmaci, soprattutto diuretici e betabloccanti. Ma esistono molti rimedi naturali per chi soffre di pressione alta. Innanzitutto, il disturbo è uno dei motivi per concedersi camminate a passo sostenuto perché aiutano il cuore a pompare il sangue nel modo migliore. Un’alimentazione ricca di potassio può favorire il benessere; è necessario inserire nella propria dieta verdura e frutta, ma anche patate dolci, fagioli e uva secca. Il sodio è invece un nemico della pressione alta ed è importante non superare i 1,500 mg al giorno. Contro l’ipertensione è suggerito anche il cioccolato fondente, perché migliora l’elasticità dei vasi sanguigni. Concedersi un po’ di relax e sorseggiare un tè all’ibisco sono altri rimedi naturali per tenere sotto controllo la pressione alta. Infine, secondo alcuni studi, si possono ottenere buoni risultati sostituendo i carboidrati raffinati con alimenti a base di soia.

    Pressione alta, valori normali in base all’età

    Come si misurano e quali sono i valori normali della pressione in base all’età? I valori legati alla pressione sanguigna (che, in caso di pressione alta, bisogna tenere continuamente sotto controllo), si interpretano in base all’età e ad alcuni parametri così classificati:

    - pressione normale: massima minore di 120, minima minore di 80

    - pre-ipertensione: massima tra 120 e 139 e minima tra 80 e 89

    - ipertensione I stadio: massima tra 140 e 159 e minima tra 90 e 99

    - ipertensione II stadio: massima maggiore o uguale a 160 e minima maggiore o uguale a 100

    - ipertensione sistolica isolata: massima maggiore o uguale a 140 e minima minore di 90

    - crisi ipertensiva: massima maggiore di 180 e minima maggiore di 110

    I valori della pressione sono validi per tutti gli individui adulti, sia maschi che femmine, e variano di poco con l’aumento dell’età. Per conoscere, della pressione, i valori normali in base all’età, è bene tenere a mente che:

    - tra i 15 e i 19 anni, l’intervallo ideale è compreso tra i 105/73 e i 120/81

    - tra i 20 e i 24 anni, l’intervallo ideale è tra i 108/75 e i 132/83

    - tra i 25 e i 29 anni, è tra 110/77 e 133/84

    - tra i 30 e i 39 anni, è tra 111/78 e 135/86

    - tra i 40 e i 44 anni, è tra 113/80 e 136/87

    - tra i 45 e i 49 anni, è 115/80 e 139 /88.

    - tra i 50 e i 54 anni, la pressione non dovrebbe superare i 142/89 e scendere al di sotto di 116/81

    - tra i 55 e i 59 anni, i valori normali sono 118/82 e 144/90

    - tra i 60 e i 64 anni, vanno invece da un minimo di 120/83 ad un massimo di 147/91

    Pressione alta, cosa fare subito

    In caso di pressione alta, cosa fare per abbassarla subito? Esistono dei rimedi semplici quanto efficaci che aiutano abbassare la pressione sanguigna in modo rapido e assai facile: ad esempio una respirazione lenta (8-10 respiri al minuto) praticata anche per pochi minuti al giorno, camminare a passo svelto e praticare regolarmente attività fisica (l’ideale sarebbero 30 minuti di cammino sostenuto al giorno, tre volte a settimana, o tre passeggiate da 10 minuti, nel corso di un’intera giornata). Una dieta sana a base di potassio e povera di sodio, inoltre, è un ottimo alleato in caso di pressione alta: per abbassarla subito, ad esempio, si possono mangiare banane, avocado, albicocche, pere, mele e arance.

    Pressione alta, pericoli

    Ma quali sono, nello specifico, i pericoli legati alla pressione sanguigna alta? Come spiegato poc’anzi, l’ipertensione è una patologia caratterizzata da una maggiore forza del sangue che colpisce le pareti delle arterie e può causare danni anche molto gravi. E dato che il cuore lavora molto di più, per chi soffre di pressione alta i pericoli sono diversi, insufficienze renali, retinopatie, malattie arteriose, ictus e attacchi di cuore.

    Pressione alta, dieta e cosa mangiare

    Chi soffre di pressione alta, infine, deve prestare attenzione alla dieta e a cosa mangiare: un’alimentazione povera di sodio, a base di frutta e verdura e ricca di potassio, allicina e antiossidanti, è un ottimo rimedio per contrastare l’ipertensione. Evitare di bere alcolici e smettere di fumare, naturalmente, sono altre due abitudini che aiutano non poco chi si trova a combattere con questo tipo di patologia.