Zanzare: i rimedi naturali contro le punture

Con l’arrivo della stagione calda, alla gioia delle belle giornate si unisce il terrore delle zanzare: per fortuna esistono numerose soluzioni preventive e lenitive per le punture di zanzara. Vediamole tutte.

da , il

    Zanzare: i rimedi naturali contro le punture

    Con l’arrivo della stagione calda, alla gioia delle belle giornate si unisce il terrore delle zanzare:

    rimedi naturali contro le punture esistono? Sono efficaci? Sono le prime domande tutti si pongono, alla prima serata a cielo aperto. Innanzitutto è innegabile che le punture di zanzara siano fastidiose: in generale provocano rossore, gonfiore e prurito, ma in alcuni casi possono generare reazioni allergiche più o meno gravi. Per fortuna esistono numerose soluzioni preventive e lenitive per le punture di zanzara. Le prime proteggono la pelle allontanando le zanzare, le seconde calmano le sensazioni legate alla comparsa dei ponfi, i tipici rigonfiamenti della pelle pruriginosi, dal colore rossastro. Responsabili delle eruzioni cutanee sono la saliva o il pungiglione dell’insetto. Solitamente, i morsi di zanzare si concentrano nelle ore che vanno dal tramonto al mattino ma in presenza di boschi o laghetti, si possono verificare in ogni momento della giornata. Vediamo quindi nel dettaglio i rimedi contro le zanzare.

    Zanzare: rimedi naturali preventivi

    Ad attrarre zanzare e altri insetti sono gli stimoli olfattivi: i recettori delle antenne riescono a percepire i composti odorosi secreti dalla pelle. Per evitare le punture di zanzara, può essere sufficiente alterare il profumo cutaneo attraverso l’utilizzo di sostanze in grado di tenere lontano gli insetti. Un valido aiuto in questo senso viene dagli olii essenziali a base di citronella, geranio e basilico. Per maggior sicurezza ed evitare di ritrovarsi la pelle ricoperta di ponfi, è consigliabile l’utilizzo anche di una crema per punture di zanzara, reperibile facilmente in farmacia, supermercato ed erboristeria. Per proteggere la casa invece, potete fare ricorso ai seguenti rimedi naturali contro le zanzare:

    - Limone e aceto: mettete dell’aceto e qualche fetta di limone fresco in un piattino. L’odore molto intenso terrà lontani tutti gli insetti, zanzare comprese.

    - Piante sul terrazzo: Un ottimo rimedio contro le zanzare sono alcuni tipi di piante, come la menta, il basilico, la lavanda e i gerani. Vi basterà posizionarle sulla finestra o sul terrazzo e le zanzare rimarranno lontane. Se poi non avete problemi con gli odori forti e lo usate spesso per cucinare, potete coltivare sul vostro balcone anche l’aglio, un ottimo repellente contro le zanzare.

    - Zanzariere: è il metodo più ecologico e meno faticoso in assoluto. Vi basterà installare delle semplici zanzariere su ogni finestra e finalmente potrete tornare a dormire sonni tranquilli.

    - Bat box: mai sentito parlare di casa per i pipistrelli? No, non stiamo scherzando, i pipistrelli, al di là delle credenze popolari, sono animali molto utili e che si nutrono proprio di zanzare. Mettete quindi una casetta per pipistrelli fuori dalla vostra finestra (in commercio se ne trovano moltissime, anche al supermercato). Quando i pipistrelli sceglieranno di viverci, la vostra casa e il vostro terrazzo saranno completamente libere dalle zanzare.

    Zanzare: rimedi naturali lenitivi

    Se, nonostante tutto il vostro impegno e l’impiego massiccio di metodi naturali ed ecologici per tenere ben lontani questi indesiderati ospiti estivi, non siete riusciti ad evitare di essere punti, niente paura, esistono fortunatamente diversi rimedi naturali per le punture di zanzare. A puntura di zanzara avvenuta, per alleviare la sensazione di prurito, è particolarmente efficace l’olio essenziale di lavanda, che è dotato di proprietà lenitive e rinfrescanti: strofinate sulla vostra puntura delle foglie di lavanda oppure tamponatela con un batuffolo intriso di olio essenziale di lavanda. Se poi volete avere una soluzione sempre a portata di mano, provate a miscelare l’olio ricavato dalle mandorle, dalle molteplici proprietà terapeutiche, con quello di lavanda, nella proporzione di 50 ml per il primo e 20 gocce per il secondo. Potete conservarla in un barattolo e portarla sempre con voi.

    Tra i rimedi per le punture di zanzara si annovera anche il gel di aloe vera, che come l’aloe vera è nota per le sue proprietà lenitive: applicate il gel o il preparato all’aloe vera sulla puntura, l’infiammazione e il prurito dovrebbero sparire in breve tempo.

    In situazioni di urgenza, potete ricorrere a un classico rimedio della nonna, ovvero la cipolla: strofinate semplicemente una fettina sulla puntura di zanzara e come per magia il prurito svanirà. Non sarà il massimo dal punto di vista delle relazioni sociali, ma rimane un ottimo metodo per le situazioni in cui non vi sono altre alternative a portata di mano. Inoltre è un rimedio efficace anche in presenza di punture di ape, perché consente di eliminare il veleno.

    Anche l’aglio è un ottimo rimedio contro le punture di zanzare: sempre secondo la saggezza popolare, strofinare dell’aglio sulla puntura di insetto dovrebbe svolgere un’azione lenitiva, attenuando anche gonfiori e pruriti. Non solo, anche mangiare abitualmente aglio può contribuire a tenere lontane le zanzare. Un altro valido rimedio naturale contro le punture di zanzara, sempre secondo le credenze popolari, è il limone, utile per lenire gonfiori e pruriti.

    E poi ci sono il miele e il sale tra i rimedi per le punture di zanzara: il primo possiede numerose proprietà benefiche e può essere applicato sulla pelle irritata grazie alle sue proprietà antibatteriche; il secondo, in base alla saggezza popolare, diluito nell’acqua elimina il prurito.

    Infine non certo per efficacia c’è il tea tree oil, facilmente reperibile in farmacia e in erboristeria: a base di maleleuca è un valido lenitivo per combattere le piccole irritazioni della pelle, comprese anche le punture di zanzara.