Maturità: la dieta prima degli esami per essere concentrati e in forze

Ecco cosa mangiare per affrontare al meglio l'esame di Stato. Il nervosismo e la tensione sono alle stelle: c'è chi salta i pasti, chi si abbandona all'alcol, al caffè e al junk food. Niente di più sbagliato! Ecco invece quali alimenti possono essere d'aiuto.

da , il

    Maturità: la dieta prima degli esami per essere concentrati e in forze

    Maturità: cosa mangiare la sera prima degli esami di Stato per mantenere una mente vigile e concentrata? Tra le tante cose che assillano i giovani studenti c’è anche la questione di come alimentarsi per ottimizzare il proprio stato di salute psico-fisico e soprattutto per evitare di peggiorarlo. Quando mancano pochi giorni agli esami, nel cosiddetto rush finale è fondamentale mantenere alta la concentrazione e di certo il caldo e la stanchezza non aiutano. Qual è quindi la giusta dieta per la maturità? Cosa è meglio evitare? Scopriamo insieme il corretto regime alimentare da seguire prima della maturità e cosa assolutamente non deve mancare sulla vostra tavola.

    Cosa mangiare per la Maturità: una ricca colazione

    Cosa mangiare per la Maturità? Si parte naturalmente dalla colazione, il pasto in assoluto più importante per tutti, non soltanto per chi deve affrontare degli esami: deve essere ricca di nutrienti ed è bene che includa caffè (senza eccessi) o tè, latte, biscotti o altri prodotti da forno, in alternativa cereali, uno yogurt e una spremuta d’arancia. In genere tutti gli esperti di alimentazione consigliano di non saltare i pasti e in particolar modo la colazione, che è il primo motore energetico dell’intera giornata. La dieta della maturità non fa eccezione.

    Cosa mangiare per la Maturità: pranzo leggero

    Anche il pranzo non deve essere trascurato, né tanto meno saltato. Sicuramente avrete molto da studiare, ma il tempo per rifocillarvi non deve mai venire meno. È un errore pensare che pranzare sia una perdita di tempo prezioso, in realtà l’organismo ha bisogno di ingerire calorie, per poter far fronte agli intensi sforzi mentali richiesti dallo studio. Ecco quindi cosa prediligere per il pranzo nella dieta per la maturità: un riso o una pasta fredda, un secondo piatto di verdure grigliate con del tonno.

    Cosa mangiare per la Maturità: cena energetica

    Cosa mangiare prima degli esami di maturità, la sera? Con la cena potete concedervi qualche sfizio in più, ma sempre senza esagerare. E’ importante assumere proteine, quindi piatti di carne o pesce, ed evitare invece i cibi che prevedono una lunga digestione. Potete chiudere il pasto con della frutta fresca, oppure una macedonia.

    Cosa mangiare per la Maturità: stop al junk food

    La cosa più importante, prima degli esami di maturità è evitare di abbondare con il junk food. I cibi spazzatura, come hamburger, patatine fritte e salse, sono ricchi di grassi e ipercalorici, sono quindi assolutamente controindicati, per tutti in generale, ma in particolare per chi deve rimanere lucido mentalmente e in forma fisicamente. Evitare questo tipo di alimenti per il periodo pre-esami di maturità non potrà che farvi bene.

    Cosa mangiare per la Maturità: stop agli alcolici

    Oltre a sapere cosa non deve mancare nella dieta per la maturità, in termini di cibo, è bene conoscere cosa bere e cosa no: è fondamentale ridurre l’assunzione di bibite gassate e soprattutto degli alcolici. Le bibite sono troppo ricche di zuccheri, esattamente come gli alcolici, che in più hanno il potere di far perdere la capacità di rimanere concentrati. Essendo un periodo caldo, quello della maturità, conviene abbondare con grandi quantità di acqua fresca, che manterranno il vostro corpo ben idratato.

    Cosa mangiare per la Maturità: caffè senza eccessi

    Per affrontare gli esami di maturità è importante evitare di eccedere con l’assunzione di caffè o Red Bull: tutti gli studenti vanno naturalmente alla ricerca di qualche sostanza (lecita) che consenta loro di acuire le proprie capacità intellettive, ma è fondamentale non esagerare. Il rischio è invece quello di ritrovarsi, con il battito cardiaco accelerato, un’ansia improvvisa e quindi una situazione peggiore di quella iniziale….Nella dieta per la maturità quindi, bandite caffè, tè, Redbull e similari.

    Cosa mangiare per la Maturità: cosa non deve mancare

    Nella dieta di coloro che studiano e si preparano per la maturità non devono assolutamente mancare sali minerali e vitamine fondamentali per la memoria. I cibi più ricchi di questi elementi sono ad esempio i cereali integrali, i legumi, gli spinaci, le zucchine, le biete e tutta la verdure e la frutta in generale, carne di pollo, bresaola, pesce, frutta secca e agrumi. Per i soggetti più ansiosi e per chi fatica a dormire possono essere utili delle tisane a base di camomilla, passiflora, valeriana, tiglio, malva e biancospino. Evitate di assumere farmaci per prendere sonno, rischiate di trovarvi la mattina seguente con poca lucidità e attenzione.

    Dieta della maturità: consigli per le varie tipologie di studente

    Abbiamo appena illustrato tutta una serie di consigli alimentari validi per i maturandi in generale, ma è anche vero che gli studenti non sono tutti uguali. Proprio per questo è possibile diversificare parzialmente la dieta per la maturità, adattandola alle inclinazioni caratteriali del singolo individuo. Del resto la personalizzazione di ogni trattamento è la base di una sua buona riuscita.

    Lo studente iperattivo è per definizione il più ansioso e sovente si fa travolgere dall’emotività. Per questi soggetti è importante calibrare l’alimentazione con cibi che aumentino la capacità di concentrazione e di conseguenza l’efficienza mentale. Quindi sì ai cereali a colazione, ma assolutamente no a tè e caffè, che sono stimolanti.

    Lo studente bilioso sa invece gestire l’emotività anche in situazioni di stress. Affronta quindi i giorni prima dell’esame di maturità con una certa calma. Per questi soggetti è consigliato bere tè verde entro le 16, fare spuntini a base di cioccolato fondente, frutta fresca e secca.

    Lo studente sanguigno è ancora meno agitato nell’affrontare le difficoltà e quindi anche l’esame di Stato. La sua dieta per la maturità deve includere tè verde, ricco di stimolanti, da bere almeno 4 volte al giorno.

    Lo studente linfatico è il più pigro e spesso si abbandona pure a ripetuti sonnellini. Non è per niente spaventato dagli esami di maturità, che spera di superare senza grossi problemi. La dieta per la maturità di questi studenti non prevede assolutamente l’assunzione di zuccheri semplici, mentre predilige le proteine magre e la verdura per ridurre pigrizia e sonnolenza.