Morbillo, pediatra di un bimbo contagiato attacca i genitori contro i vaccini

La lettera di 'ringraziamento' fuori dallo studio medico

da , il

    Morbillo, pediatra di un bimbo contagiato attacca i genitori contro i vaccini

    Il morbillo è tornato ad essere un’epidemia preoccupante a causa dei genitori contrari ai vaccini. E il pediatra di un bimbo contagiato ha voluto, con sarcasmo, ringraziarli per la malattia che ha colpito il piccolo paziente. La vicenda arriva dall’ospedale Salesi di Ancona, dove un bambino di sei mesi era stato ricoverato per il morbillo. Non si era ancora potuto vaccinare perché troppo piccolo.

    EMERGENZA MORBILLO IN ITALIA, AUMENTO DEL 230% DEI CASI

    Il bimbo, per fortuna, è guarito e non corre più pericoli. I pediatri dello studio medico Galilei di Falconara che lo hanno seguito, hanno voluto però mandare una frecciatina a chi, con la sua presa di posizione contro i vaccini, ha permesso il contagio. Poche parole, ma dure: «I pediatri dello studio medico Galilei, il papà, la mamma del piccolo bambino ricoverato all’ospedale Salesi di Ancona, in condizioni critiche perché contagiato dal morbillo, ringraziano sentitamente i genitori che non vogliono vaccinare i propri figli, consentendo il dilagare di una malattia che nel 2017 sarebbe dovuta essere estinta».