Come reagire alla depressione? Ecco come uscirne e superare una crisi depressiva

Come reagire alla depressione? Ecco come uscirne e superare una crisi depressiva

Come reagire alla depressione e superarla da soli o con l'aiuto di un esperto psicoterapeuta: i nostri consigli per uscire dalla depressione e provare a riprendersi finalmente in mano la propria vita

da in Depressione, How To Salute, Mente, Salute
Ultimo aggiornamento:
    Come reagire alla depressione? Ecco come uscirne e superare una crisi depressiva

    Come reagire alla depressione? Dopo aver capito quali sono i sintomi fisici e mentali della depressione vediamo anche come uscirne, ovvero come superare una crisi di depressione. Come sappiamo la depressione è un disturbo dell’umore che influenza la vita quotidiana di chi ne è affetto. Il piacere di vivere sparisce per lasciare posto alla prostrazione, alla negatività, alla disperazione e a frequenti idee di morte. Anche le più comuni attività quotidiane possono trasformarsi in un incubo dal quale fuggire. Si vive con un profondo senso di angoscia e insoddisfazione che può provocare anche sensi di colpa e abbassamento dell’autostima. Ma questo male si può combattere, se non da soli, con l’aiuto di esperti. Vediamo come uscire dalla depressione e superare i momenti difficili in cui i pensieri negativi dominano nella mente.

    La depressione provoca profondi stati di pessimismo, prostrazione, insoddisfazione e tristezza che modificano in maniera sostanziale la propria vita quotidiana, impedendo a chi ne soffre di relazionarsi agli altri, di decidere del proprio futuro e persino di pensare. Chiaramente la depressione può manifestarsi con diversi livelli di gravità, quindi ogni personale condizione deve essere valutata da un esperto. Come superare la depressione? Ecco alcuni consigli per capirne di più.

    La depressione può essere causata da diversi fattori: un fallimento nella vita o nel lavoro, un lutto, eccessive aspettative degli altri che provocano senso di colpa, la fine di una storia affettiva, abuso di farmaci o droghe, ecc. Si può soffrire di depressione acuta (con fasi depressive molto intense ed improvvise) o cronica (depressione perdurante, anche in forma leggera, con possibile peggioramento improvviso. In genere le persone che soffrono di depressione vivono la loro condizione lontano dagli occhi degli altri, si isolano e continuano a seguire pensieri pessimistici (anche tendenti all’auto distruzione). Se la depressione è lieve, è possibile uscirne da soli, cambiando abitudini, e quindi eliminando le fonti di stress quotidiano che possono incidere sul disturbo. Si può iniziare trascorrendo del tempo all’aria aperta nella natura, magari con pochi amici, ma fidati, prendendosi cura di se stessi e del proprio corpo, facendo dello sport o frequentando gruppi di volontariato.

    Oppure prendendosi cura di un animale domestico. A volte staccare la spina per un po’ da casa e lavoro può aiutare a guarire dalla depressione anche senza farmaci.

    LEGGI ANCHE 10 BRUTTE ABITUDINI CHE POSSONO CAUSARE DEPRESSIONE

    In caso di depressione persistente, il primo suggerimento è di rivolgersi ad un esperto di psicanalisi che può essere semplicemente lo psicologo , lo psicoterapeuta, lo psichiatra. Quest’ultimo può valutare se c’è in atto una patologia psichica e qual è il livello di gravità. Poi prospetterà le varie possibilità di cura, non necessariamente e non solo farmacologiche. Esistono diversi orientamenti psicoterapeutici, quindi, nella scelta dell’esperto, e dunque della terapia, chi soffre di depressione deve tenere presente che è molto importante, anzi essenziale, essere seriamente motivati e stabilire un rapporto di fiducia con il terapeuta, qualunque sia il suo orientamento (sistemico, psicoanalitico, cognitivo-comportamentali, ecc.).

    608

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DepressioneHow To SaluteMenteSalute
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI