Bronchite, complicazioni e rimedi

Bronchite, complicazioni e rimedi

La terapia e lo stile di vita contro la bronchite acuta e cronica

da in Infezione, Salute
Ultimo aggiornamento:
    Bronchite, complicazioni e rimedi

    Bronchite: quali sono le complicazioni e i rimedi da attuare per riuscire a curarsi bene? La bronchite è un’infiammazione delle pareti dei bronchi e può essere sia acuta che cronica. La prima spesso ha origine da comuni infezioni delle vie respiratorie. La bronchite cronica, invece, è un’infiammazione che dura nel tempo e spesso la sua causa è da ricercare nel fumo. Generalmente la bronchite acuta può essere curata nel giro di pochi giorni, anche se la tosse può continuare per diverse settimane. La forma cronica spesso si manifesta con casi di bronchite frequenti.

    La bronchite acuta è determinata molto spesso dagli stessi virus che sono implicati nell’insorgenza del raffreddore. Tuttavia è possibile sviluppare una forma di bronchite non infettiva dopo l’esposizione, anche passiva, al fumo o a sostanze inquinanti. Un’altra forma di bronchite è quella che è causata dal reflusso gastroesofageo: alcune gocce degli acidi prodotti dallo stomaco risalgono fino alle vie aree. Le cause della bronchite cronica sono da ricercare soprattutto nel fumo, ma anche nell’inquinamento dell’aria o nelle polveri tossiche presenti spesso in alcuni luoghi di lavoro.

    I sintomi caratteristici della bronchite comprendono la tosse, la produzione di espettorato, le difficoltà a respirare, che diventano più gravi quando si fanno sforzi. Chi soffre di bronchite può soffrire anche di asma, può provare dolore al petto. Può insorgere anche la febbre. Nella bronchite cronica la tosse peggiora soprattutto al mattino o quando il tempo è umido e inoltre si manifestano spesso delle infezioni respiratorie, rese più grave dalla tosse produttiva.

    Le complicazioni della bronchite si manifestano soprattutto a carico di anziani e neonati, che hanno un sistema immunitario più debole. Possono coinvolgere di più i fumatori e le persone affette da patologie respiratorie croniche. Questi individui sono maggiormente a rischio di ammalarsi di polmonite.

    Altre conseguenze possono essere rappresentate dall’asma e da diverse malattie polmonari. La ricerca scientifica ha dimostrato che, se si soffre di bronchite cronica e si continua a fumare, aumenta il rischio di sviluppare un tumore ai polmoni.

    In caso di bronchite ci si deve rivolgere al proprio medico di fiducia, che può dare indicazioni per una terapia adatta, in modo da alleviare i sintomi e rendere più facile la respirazione.

    Per guarire dalla bronchite acuta potrebbe essere sufficiente riposare, idratare l’organismo in maniera sufficiente, respirare aria non troppo fredda e assumere un farmaco anti-tosse da banco, che, soltanto nel caso degli adulti, può essere accompagnato dall’uso di tachipirina o aspirina, da prendere sempre sotto indicazione medica.

    In caso di bronchite cronica è possibile ricorrere alla riabilitazione polmonare. Si tratta di alcuni esercizi di respirazione, che vengono eseguiti insieme ad un fisioterapista specializzato, che aiutano a respirare meglio e ad aumentare la resistenza fisica.

    Il medico può prescrivere alcuni farmaci in caso di bronchite. Poiché si tratta di un’infezione virale, generalmente gli antibiotici non si rivelano utili. In alcuni casi, però, l’esperto potrebbe prescrivere un antibiotico, se sospetta che il paziente sia stato colpito anche da una sovrainfezione batterica oppure per ridurre il rischio di un’infezione secondaria grave, specialmente se si soffre di una malattia polmonare cronica o se si fuma.

    I farmaci anti-tosse vanno utilizzati soltanto per riuscire a dormire. Non dovrebbero essere utilizzati per tutta la giornata, perché la tosse non dovrebbe essere soppressa completamente, visto che aiuta a rimuovere le sostanze irritanti presenti nelle vie aeree. Se si è affetti da asma, il medico potrebbe prescrivere l’aerosol o altri medicinali, che hanno lo scopo di ridurre l’infiammazione e di esercitare un’azione di riapertura delle zone ostruite dei polmoni.

    Per risolvere i problemi legati alla bronchite, sarebbe fondamentale apportare delle modifiche al proprio stile di vita. E’ essenziale evitare di esporsi alle sostanze irritanti, indossare una mascherina se l’aria è inquinata o se si usano vernici o detergenti che determinano forti esalazioni.

    Non si dovrebbe fumare e può essere fondamentale usare un umidificatore. Si può adottare anche una particolare tecnica di respirazione, che può rivelarsi utile soprattutto in caso di bronchite cronica. Si potrebbe imparare a respirare a labbra socchiuse, per far rallentare il ritmo del respiro e sentirsi meglio.

    Molto importante è la prevenzione della bronchite. Oltre a non fumare e a non esporsi al fumo passivo, sarebbe opportuno evitare di stare a contatto con le persone raffreddate, per ammalarsi di meno. Nel periodo della diffusione dell’influenza, è importante evitare i luoghi affollati.

    Sarebbe consigliato effettuare il vaccino antinfluenzale e chiedere al medico la possibilità di sottoporsi anche al vaccino contro la polmonite, soprattutto in età superiore ai 60 anni o se si soffre di malattie come il diabete, patologie cardiache o enfisema.

    936

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN InfezioneSalute
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI