Infertilità femminile: cause e sintomi

Infertilità femminile: cause e sintomi

L’influenza dello stile di vita e delle patologie

da in Gravidanza, Salute
Ultimo aggiornamento:
    Infertilità femminile: cause e sintomi

    Infertilità femminile: quali sono le cause e i sintomi? L’infertilità molte volte è trattabile con successo, se si prendono in considerazione i disturbi che stanno alla base di questa condizione. Non si tratta di una situazione di infertilità irreversibile, ma di un’impossibilità al concepimento, che può essere risolta anche attraverso le nuove frontiere che la ricerca scientifica sta aprendo sull’argomento. Dopo aver effettuato tutti gli esami necessari, per arrivare ad una diagnosi corretta, un medico esperto saprà trovare la risoluzione più adatta al problema.

    Ci sono molti fattori che intervengono nel determinare le cause dell’infertilità femminile. Passiamo in rassegna i fattori che influiscono in maniera negativa:

    • malformazioni uterine – si tratta di malformazioni anche piccole che, più che impedire la fecondazione, ostacolano l’impianto corretto dell’ovulo fecondato. Rientra in questa tipologia di cause, per esempio, l’utero setto (anomalia congenita caratterizzata dalla presenza di una parete divisoria longitudinale);
      fumo – una ricerca della Harvard Medical School di Boston ha messo in evidenza un legame tra la difficoltà nel concepimento e alcune sostanze chimiche rintracciate nel fumo di sigaretta;
    • età – l’età della donna influisce notevolmente nella possibilità di restare incinta. Il momento più fertile è quello tra i 20 e i 25 anni. Dopo i 30 anni la possibilità di una gravidanza diminuisce anche del 50%;
    • endometriosi – anche l’endometriosi ostacola la fertilità. Si tratta dell’impianto di alcune cellule della mucosa uterina al di fuori dell’utero, specialmente nelle ovaie, nella vescica o nell’intestino;
    • stress – lo stress è un fattore che influisce su tutto il nostro organismo e quindi anche sul sistema riproduttivo, compromettendo la fertilità;
      infezioni e malattie a trasmissione sessuale.

    Non sempre i sintomi dell’infertilità femminile sono particolarmente evidenti. L’unica condizione che si nota in maniera chiara è il fatto che una donna, anche dopo vari tentativi, non riesce a rimanere incinta.

    La sintomatologia è legata alle cause che stanno alla base del problema. Si possono manifestare amenorrea e irregolarità nel ciclo mestruale. Inoltre la donna infertile può soffrire di irsutismo o può incorrere nel sovrappeso. A volte si arriva a casi di menopausa precoce.

    Dopo una diagnosi di infertilità femminile, che deve essere effettuata con appositi esami, in base alle cause, si interviene con delle terapie appropriate. Per esempio, se alla base ci sono malformazioni uterine, come l’utero setto, si deve praticare un intervento chiamato isteroscopia: si inserisce nell’utero un piccolo tubo con fibre ottiche per tagliare la malformazione. Anche nel caso dell’endometriosi si deve intervenire chirurgicamente. In molti altri casi, quando la causa è rappresentata dalle cattive abitudini e dallo stress, è opportuno cambiare lo stile di vita, per aumentare le possibilità di procreare.

    567

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN GravidanzaSalute
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI