Malattia di Lyme: la modella Bella Hadid unita alla madre dalla patologia

Malattia di Lyme: la modella Bella Hadid unita alla madre dalla patologia

La malattia comporta dolori articolari, disturbi neurologici e cardiaci

da in Malattie, Salute
Ultimo aggiornamento:
    Bella Hadid racconta il calvario della sua malattia

    E’ la malattia di Lyme ad unire il destino della modella Bella Hadid e la madre. La figlia ha scritto una lettera, per esprimere tutto l’orgoglio nei confronti della madre che da 5 anni lotta per contrastare l’infezione trasmessa dalle zecche. La lettera scritta dalla ragazza è stata pubblicata su Instagram. Anche Bella è stata colpita dalla stessa infezione, rischiando di avere conseguenze molto gravi. La malattia di Lyme, infatti, comporta dolori articolari, disturbi che interessano il sistema neurologico e quello cardiaco. Può insorgere anche una forma seria di artrite reumatoide.

    malattia di lyme bella hadid

    Yolanda Foster, la madre della modella, ha scritto anche un libro di prossima pubblicazione, nel quale racconta la sua storia.

    Già a partire dal titolo definisce la patologia una sorta di “disabilità invisibile”. Attraverso i social, entrambe vorrebbero che in molti prendessero consapevolezza di questa malattia, mostrando diversi dettagli su come la malattia di Lyme abbia reso la loro vita molto difficile.

    In Italia il primo caso di malattia di Lyme è stato rintracciato in Liguria nel 1983. Negli anni seguenti la patologia si è diffusa anche in altre regioni. Dal 1983 al 1996 i casi segnalati nel nostro Paese hanno superato poco più i 1.300. Negli Stati Uniti anche la stampa si è occupata della diffusione della malattia infettiva, segnalando come essa abbia avuto un’incidenza veloce. La causa di questa patologia, che prende il nome dalla cittadina Old Lyme, dove si verificarono numerosi casi di infezione, è da identificare nel batterio Borrelia burgdorferi. Quest’ultimo colpisce le zecche, che poi possono trasmetterlo sia agli animali che all’uomo.

    327

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MalattieSalute Ultimo aggiornamento: Martedì 21/06/2016 12:30
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI