La ragazza inglese che sanguina anche dagli occhi

La ragazza inglese che sanguina anche dagli occhi

I medici sospettano un caso di endometriosi, una patologia dalla diagnosi difficile

da in Malattie, Salute
    La ragazza inglese che sanguina anche dagli occhi

    Marnie-Rae Harvey è una ragazza inglese che sanguina da molte parti del corpo, anche dagli occhi. E’ un caso clinico che sta facendo parlare molto e che è seguito da diversi specialisti, i quali, però, non sono ancora riusciti a fornire una spiegazione adeguata a questa condizione. A partire dal 2013, la 17enne ha dei problemi che le rendono la vita davvero complicata. Il primo sintomo che ha avvertito riguarda una forte tosse con sanguinamento dalla bocca. Successivamente i segnali sono aumentati e nel corso degli anni la giovane ha dei sanguinamenti da diverse parti del corpo, anche dagli occhi.

    Il fenomeno ha attraversato, infatti, un vero e proprio peggioramento nel corso dei mesi e la ragazza adesso soffre di perdite di sangue anche dal cuoio capelluto, dalle gengive e dalle unghie. Lei è terrorizzata da questo problema, che si verifica di frequente, specialmente negli ultimi tempi.

    I sanguinamenti non smettono e spesso hanno delle pause molto brevi, di circa cinque minuti.

    Numerosi sono gli accertamenti realizzati sulla ragazza. Il suo caso è stato trattato da pediatri, oculisti, ematologi e ginecologi, ma nessuno è riuscito a capire quale sia la causa, anche perché la 17enne inglese ha anche dei dolori diffusi alle ossa, una mancanza di forza e soffre di vertigini. L’unico riscontro che i medici hanno avuto è l’indebolimento del sistema immunitario, che da solo, però, non riesce a spiegare la strana patologia di cui soffre Marnie-Rae.

    Gli specialisti che si occupano di questo caso hanno deciso di mettere in atto un protocollo terapeutico di qualche mese per indurre farmacologicamente la menopausa, perché alcuni pensano che la giovane sia affetta da endometriosi, una patologia dalla diagnosi difficile causata dal proliferare del tessuto che riveste l’utero al di fuori di esso. Ma ancora non ci sono delle evidenze che possano confermare una diagnosi di questo tipo.

    356

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MalattieSalute
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI